fbpx
Recensioni Serie Tv

The Vampire Diaries: Recensione dell’episodio 5.03 – Original Sin

Ho iniziato a vedere questo terzo episodio di The Vampire Diaries piena di scetticismo e con pochissima voglia. Sì, perché a differenza di Katia e Madame Tussauds che hanno recensito prima di me, questa stagione alla sottoscritta non sta piacendo proprio per niente. La stanchezza quasi fisiologica per un prodotto giunto ormai alla quinta stagione, a mio parere, si sente molto e non vi nascondo che dopo la visione della premiere ero intenzionata a mettere in stand by la visione di questa stagione per poi riprenderla più in avanti.
Alla fine, complice anche la recensione che mi attendeva, ho deciso di proseguire e sebbene sussistano problemi in quest’avvio di stagione, l’episodio in questione è stato il più interessante dei tre trasmessi.
Ho deciso per comodità, poiché in questo episodio ne succedono di ogni, di dividere le recensioni sostanzialmente in due parti.

Ma anche no, grazie: le storylines che non funzionano!

Ho deciso di racchiudere in questo paragrafo le storylines che a mio avviso non convincono e stonano un po’ anche con la continuità della serie.
The Vampire Diaries-503-eLa cosa in assoluto che proprio non mi va giù è la storyline Stefan/Silas. L’idea del doppelganger era già trita e ritrita in The Vampire Diaries e sarebbe stato saggio metterla a riposo. In questo episodio in particolare vediamo l’ingresso di Qetsiyah – interpretata da Janina Gavankar che udite, udite sa recitare – che salva Stefan dall’autocombustione e grazie ad alcuni flashback ci illustra la vera storia di Silas, del suo amore per Amara che ha le stesse sembianze di Elena e del suo tradimento. Questa storia ci era già  nota, perché nella scorsa stagione era stato il professor Shane a raccontarla, in questo frangente Silas ha le sembianze di Stefan! Non ho apprezzato che in qualche modo si sia piegata la storia di Stefan trasformandolo, di fatto, in una delle copie umane di Silas. Se per Elena doppelganger di Katherine la questione è parte fondante della mitologia della serie, questa di Stefan/Silas mi pare proprio un espediente poco ragionato che cambia la storia del personaggio e, come se non bastasse, tutto ciò giustifica l’amore eterno e indissolubile di Elena e Stafan.
The Vampire Diaries-503-cQetsiyah spiega, infatti, a un Damon abbastanza preoccupato che Elena e Stefan si sono ricongiunti nelle loro versioni precedenti ogni volta, perché sono predestinati dall’universo. Ed io sento forte puzza del triangolo (ancora!), anche se per il momento tra Damon ed Elena sembrano andare tutto bene. E’ un peccato, perché Silas come cattivone della stagione e sostituto di Klaus, sulla carta, funziona bene ma è proprio l’idea di legarlo a doppio filo al protagonista della serie che non mi convince.
Altro problema è la presenza di Katherine in versione umana, identica se non più fastidiosa della sua versione vampira; c’è da dire, poi, che la Dobrev quest’anno ha qualche problemino a interpretare due personaggi: nel ruolo di Katherine è costantemente e fastidiosamente overacting. Katherine rappresenta l’ultima possibilità di avere la cura, ed è quindi la grande ricercata della stagione, la vuole Silas e la vuole Nadia. Il personaggio di Katherine, così per come è stato scritto e ideato, funziona quando non è sempre presente, quando è una novità.  Personaggio fisso, come in questi tre episodi, crea solo affollamento inutile nella scena!

C’è una luce in fondo al tunnel: le storylines che funzionano!

Siamo giunti alla quinta stagione e Julie Plec ha finalmente deciso di dare una chance a Matt, cioè di fargli fare qualcosa di più del barista un po’ sfigato e l’idea funziona perché non è inflazionata come le precedenti elencate.
The Vampire Diaries-503-fMatt, infatti, è posseduto da Gregor, l’uomo di Nadia che a sua volta sta lavorando con Silas per trovare Katherine. Mi piace Zach Roerig in questo doppio ruolo, appare convincente ed è interessante capire dove si dirigerà la storia.
The Vampire Diaries cerca di crearsi uno spazio vitale senza gli Originali e dopo i primi due episodi, incerti sembra prendere la giusta strada. In questo episodio ho apprezzato ad esempio che non siano comparsi i personaggi secondari, niente Bonnie, Caroline e Jeremy; questo per concentrare l’attenzione dello spettatore solo sulla trama che sarà orizzontale per buona parte della stagione. D’altro canto, come sopra già ampliamente spiegato, credo che alcune trame. vedi il triangolo, la mitologia del doppleganger, siano veramente usurate, sviscerate già in mille modi possibili e il continuare a tornarci sopra mi sa tanto di minestra riscaldata. Non posso non concludere la recensione parlando del WTF finale. Ebbene sì, The Vampire Diaries-503-bl’episodio finisce nel modo più sconcertante possibile. Stefan, salvato da Damon ed Elena si risveglia dopo che Qetsiyah ha collegato la mente di Stefan a quella di Silas allo scopo di indebolirlo.
Boom… Stefan si sveglia senza memoria. Buio totale, non sa chi sia il fratello né la sua amata Elena. Ora ditemi se questo non è il twist da telenovela brasiliana?

5.03 - Original Sin

Inflazionato

User Rating: 4.2 ( 2 votes)

Maura Pistello

Fondatore/ Admin Giornalista pubblicista Serie tv dipendente, accanita lettrice, amante del cinema e dell'arte

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pulsante per tornare all'inizio