fbpx
Recensioni Serie Tv

The Vampire Diaries: Recensione dell’episodio 4.18 – American Gothic

Le nostre Thelma e Louise dopo aver abbandonato i due fratelli Salvatore trovano finalmente la cittadina in cui Katherine si è rifugiata. Ma come è riuscita K. A mantenere il segreto e mettere allo stesso tempo in salvo la cura che ha rubato? Beh facile… ha convinto coi suoi poteri vampireschi l’intera città ad esserle amica ma di ricordarsi di lei solo quando stanno effettivamente parlando con lei. Se qualsiasi altra persona al mondo avesse fatto domande riguardo Katherine Pierce la risposta doveva essere una ed una sola “Chi?”.

Ma K. non ha tenuto in considerazione un fatto: Elena è la sua doppelgänger e quindi a tutti questi stratagemmi nel caso in cui le domande provengano da Elena non funzionano. A discolpa di K. direi però che la vecchia Elena, anche nella sua versione vampiresca, non si sarebbe lanciata da sola in questa avventura e quindi il rischio era forse calcolato.

tvd_418_2Trovata Katherine la ricerca della cura non giunge però al termine. Messa sotto torchio, e accoltellata ad una mano per bloccarla al tavolo di un diner, Katherine si rifiuta di consegnare la cura ma Elena scopre tramite il suo cellulare che K. ha un appuntamento con un misterioso Emm. Dopio un veloce scambio di identità (leggi un ritocco al trucco e l’utilizzo del giubotto in pelle da vera dura e le scarpe con tacco 12 a spillo di Katherine), Elena è pronta ad incontrare questa misteriosa figura.

Scopriamo così che Elijah e K. si stanno frequentando da un certo periodo (e per mantenere la copertura Elena è “costretta” a baciarlo). La domanda che tutti ci facciamo è però se questa relazione sia onesta o il solito stratagemma di K. per ottenere ciò che vuole. Anche alla fine dell’episodio questo dubbio rimane. Quando K. consegna nelle mani di Elijah l’unica sua arma di salvezza lasciando a lui la scelta finale ci domandiamo quale strategia stia seguendo senza tvd_418_3riuscire a credere che nel profondo lei provi realmente qualcosa per lui… ma se ci sbagliassimo? Se K. volesse realmente avere una possibilità per riiniziare tutto, senza scappare, senza doppi giochi e intrighi?

Difficile crederle dopo l’ennesimo tranello che ha giocato a Damon, Rebekah e Stefan. Dopo che Damon crede infatti di aver trovato la cura e permette a Rebekah di prenderla in un momento di debolezza (a suo dire… io continuo a credere che lui preferisca Elena in versione vampiresca ma non perché crede che se tornasse umana tornerebbe da Stefan) e distrazione. Nel momento in cui Rebekah beve la pozione restiamo tutti col fiato sospeso. Onestamente credevo fosse la cura davvero vista la difficoltà nel trovarlo. Io personalmente ho una mia opinione su cosa accadrà a chi prende la cura. Sappiamo che li riporterà allo stato umano ma non sappiamo molto altro. Io credo che riportandoli allo stato umano gli restituirà anche tutti gli anni di vita che hanno “perso” da vampiri. Pensandola in questo modo mi aspettavo di vedere Rebekah invecchiare davanti ai nostri occhi molto velocemente e diventare automaticamente uno scheletro. Forse ho troppa immaginazione… 🙂 Ma la cura era invece un falso e Rebekah tvd_418_5semplicemente si risveglia scoprendo l’amara verità dopo aver fermato un tagliacarte che Damon le aveva lanciato in direzione del viso con l’intendo di ucciderla.

Nel frattempo Elena diventa sempre più crudele. Ad inizio episodio, e anche nei precedenti, ho trovato seriamente difficile considerare il personaggio di Elena credibile nelle parti del cattivo ma devo ammettere che a fine episodio ho iniziato a convincermi. Elena che impassibile uccide una persona davanti a Damon e Stefan minacciando altri centinaia di morti se non si decidono ad abbandonare l’idea di farle riattivare la propria umanità.

Insomma Katherine ed Elena potrebbero davvero scambiarsi i ruoli? Ho sempre trovato K. decisamente più interessante della delicata e ingenua Elena quindi potrebbe essere interessante vedere cosa questo scambio d’identità potrebbe portare.

tvd_418_4A Mystic Falls intanto Klaus, dopo l’incontro con Silas che lo ha pugnalato alle spalle con il paletto di quercia bianca spezzandone la punta, cerca invano di rimuovere il pezzo utilizzando qualsiasi mezzo a sua disposizione e quando realizza di non essere ing rado di salvarsi da solo decide di chiedere aiuto a Caroline. Ma al suo arrivo le cose sembrano strane a capiamo infatti che non si tratta realmente di Caroline. Silas continua a giocare con la mente di Klaus presentandosi sotto mentite spoglie. Ma gli stratagemmi di Silas non hanno mai fine… quando la vera Caroline arriva scopriamo infatti che la pugnalata non era mai avvenuta e nessun pezzo di quercia bianca era ancora presente nella spalla di Klaus. Come Caroline realizza fin da subito, il potere di Silas è più potente di quello che tutti loro credevano se è riuscito a ingannare un vampiro originario facendogli credere che la sua vita stava giungendo al termine.

Ma forse molti di noi non hanno badato molto a questo aspetto dalla vicenda distratti dalla tensione sessuale tra Caroline e Klaus. Quanto ancora dovremmo aspettare per una svolta tra i due? Caroline e Tyler sono sicuramente una bella coppia ma viste le difficoltà che continuano ad incontrare mi aspetto che entro pochi episodi Caroline si abbandoni a Klaus… il fascino del bad boy infondo fa effetto su tutte le donne. E poi la frase di Klaus che fa notare a Caroline come non stia effettivamente dando la caccia a Tyler è stata quasi dolce… anche lui sa essere tenero a modo suo, specialmente con Caroline.

Micra

Fondatore - Trentina, social and serial addicted. Nominata santa padrona del canederlo e adepta alla sacra arte del parampampoli. Lavora come Project Manager per un'agenzia di comunicazione.

Articoli correlati

Back to top button