fbpx
Recensioni Serie Tv

The Vampire Diaries: Recensione dell’episodio 4.17 – Because The Night

Prendete una neo vampira in modalità switch off e una serie di flashback sulle gesta del killer “il figlio di Giuseppe”; metteteli insieme a girovagare per la Grande Mela ed avrete “Because The Night”, il nuovo interessante episodio di The Vampire Diaries.

In questi (sempre troppo brevi) 40 minuti, le vicende dei nostri protagonisti si muovono tra New York e Mystic Falls con le squadre equamente divise: Damon, Elena e Rebekah da una parte, Stefan, Klaus e Caroline dall’altra; così come speculari saranno i risultati delle loro missioni…

Tra i boschi della Virginia, Bonnie –oramai definitivamente plagiata da Shane/Silas– ha attirato 12 streghe per completare il terzo lato del sacrificio. Stefan coinvolge nel sabotaggio del ferale piano Klaus che, in quanto immortale, può essere l’unico a tener testa al redivivo Silas. Peccato che l’Ibrido sia pure l’unico disposto a far morire Bonnie pur di evitare l’irreparabile.

vampire-diaries_417-01In un bar underground di N.Y., Damon trascina Elena per farla divertire e “bere” insieme, con il mal celato intento di acquisire informazioni su Katherine; il tutto inframmezzato dai ricordi di quando, nel 1977, il vampiro dal giubbotto-chiodo aveva le emozioni spente e Lexi (che spunta ad ogni episodio/flashback, segno forse che gli autori si sono pentiti di averla fatta fuori velocemente) tentò vanamente di fargliele riaccendere. Forse la delineazione di un futuro di difficile convivenza coi sensi di colpa, fatta da Damon (basta questo per renderla terribilmente vera, proprio perché proveniente da uno come lui!!) avrebbe potuto sortire un minimo di effetto anche a questa Elena, priva di qualsiasi sentimento, se non fosse “intervenuta” Rebekah, la cui fastidiosa (seppur divertente) presenza aveva l’unico scopo di farla arrivare alla cura per prima.

Il Team Salvatore è, quindi, destinato a perdere su entrambi i fronti: con Damon privato delle lista dei potenziali indirizzi in cui trovare Katherine e della propria auto; e con Stefan costretto a comunicare (di nuovo) la tragedia di Jeremy a Bonnie e il massacro di cui la giovane strega si è resa complice.

L’amore è l’emozione più forte in assoluto, sosteneva Lexi; ma questa filosofia le costò cara. Damon se ne approfittò, vampire-diaries_417-02così come adesso prova ad approfittarsene Elena che, sul tetto, adopera la manipolazione sessuale su Damon. Per fortuna (anche se momentanea) il maggiore dei Salvatore è troppo furbo ed esperto per cascarci. Eppure, proprio nel momento in cui le loro fronti si sfiorano prima di baciarsi, sembra riemergere il messaggio che Klaus dispensa sul richiamo seducente dello spegnimento delle emozioni:

non sottovalutare il fascino dell’oscurità, anche i cuori più puri ne sono attratti”.

Il discorso calza a pennello per Caroline che non riesce più a mascherare, con il volto pallido e lo sguardo smarrito, la forte attrazione per Klaus. Non è un caso che sia proprio lei, la maniaca del controllo, a sporcarsi le mani, completando il sacrificio di Silas; così come non è un caso che sia poi Klaus ad aiutarla, occultando i corpi.

Forse, allora, avere fatto compiere a Caroline questo gesto estremo, per se rivolto a salvare la vita dell’amica, è servito ad instaurare tra i due personaggi una forma di empatia, e a rendere possibile un (ri)avvicinamento che era sembrato definitivamente negato.

Continua a NON piacermi questa “nuova” Elena, fastidiosa e priva di scrupoli, specchio della sua più anziana doppelganger!

MI piace Damon, che è la versione moderna di Lexi, il parallelismo è stato volutamente richiamato in puntata: come fece Lexi per Stefan nel 1864, così farà Damon per Elena oggi… anche se questo gli costerà l’amore di Elena.

vampire-diaries_417-03Citazione cinefila con la fuga in macchina di Elena e Rebekah come Thelma e Louise!

Tragica ironia la scoperta di Damon che, negli anni settanta, aiutò –senza saperlo–Katherine a fuggire.. da lui.

NON credo che la cura sia ciò che immaginano tutti: pensateci, perché Silas –uomo immortale ed addormentato per secoli– dovrebbe volersi “curare” per poi subito dopo morire, così da ricongiungersi al suo vecchio (anche se grande) amore?

Una cosa è certa: questa stagione di The Vampire Diaries è stata caratterizzata dalle molteplici e varie alleanze che, cambiando sistematicamente, cambiavano di continuo le carte in tavola e gli obiettivi delle diverse squadre in gioco.

Prevedo scintille la prossima settimana dall’inevitabile scontro del nuovo improponibile duo Elena/Rebekah VS Katherine, che ciò possa riaccendere una qualche emozione nell’animo buio della giovane vampira?

Ancora una volta si impongono sulla scena i cattivi Joseph Morgan (con il suo impavido–tentatore Klaus) e Ian Somerhalder (nei panni dello spietato ed insensibile serial killer degli anni settanta.. mi fa venire nostalgia del Damon stagione 1)!

Rita G.

Il suo primo amore sono le serie televisive, sin da quando bambina guardava (rigorosamente di nascosto, perché mamma non voleva) Twin Peaks ed X-Files. Poi un giorno, vide sulla copertina di Ciak proprio X-Files (1^ film) e lo comprò. Da allora il binomio telefilm–cinema non l’ha più abbandonata. Le piace raccontare questo mondo meraviglioso, dove ama nascondersi e sognare e, magari, scrivendo riuscire a fare sognare anche gli altri assieme a lei!

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pulsante per tornare all'inizio