fbpx
Recensioni Serie Tv

The Vampire Diaries – 2.17 Know Thy Enemy

Fruitori del web nonché fans di The vampire diaries  – dopo l’ennesima pausa – siamo giunti alla messa in onda sugli schermi americani del 17° episodio del telefilm che tanto amiamo. E d’ora in avanti niente più pause ma potremo goderci ogni settimana una nuova puntata fino al 12 MAGGIO, data in cui andrà in onda l’ episodio finale di questa elettrizzante seconda stagione che, a giudicare dai colpi di scena e le intense emozioni che ci ha regalato sin dall’inizio, si preannuncia scioccante e colmo di eventi inaspettati.
Know Thy Enemy riprende esattamente da dove si era interrotto sei settimane fa l’episodio precedente: Isobel  si presenta sulla soglia di casa Gilbert annunciando ad un’incredula Jenna di essere la madre di Elena e questo – voglio ricordare – pochi istanti dopo che Alaric le ha ripetuto    per l’ennesima volta che la sua ex moglie è morta. Naturalmente Elena fa in modo che Jenna non la inviti ad entrare sbattendole la porta in faccia ma le parole che Isobel rivolge ad Elena “E’ bello rivederti ancora”  chiariscono a Jenna  quale sia la cruda realtà; la sua reazione è prevedibile quanto naturale, realizza che tutti quanti – Alaric , Jhon e perfino Elena – le hanno mentito. Questo è devastante per lei ed è vano il tentativo di Elena di parlarle per spiegarle tutto, la mattina seguente esce di casa dicendo che rimarrà al  Campus e neanche Alaric, precipitatosi a casa Gilbert dopo essere stato messo al corrente, riesce a farsi ascoltare.

Ma Isobel non è una che desiste e, grazie a Jhon che la invita ad entrare, riesce finalmente a parlare con Elena e anche Stefan è presente a questo faccia a faccia di Elena con i suoi genitori biologici. Isobel le spiega che si trova a Mystic Falls per aiutarla, che non è riuscita a trovare Klaus ma che sa che si è sparsa la voce che la doppelganger esiste e quindi adesso ogni vampiro intenzionato ad entrare nelle grazie di Klaus potrebbe essere sulle sue tracce e per questo motivo vorrebbe portarla in un luogo sicuro, una proprietà intestata solo a lei dove nessun vampiro può entrare senza il suo permesso. Non fornisce alcuna informazione utile e non rivela nulla che i  ragazzi non sappiano già a parte confessare che il motivo per cui lei e Jhon hanno fatto in modo che tutti i vampiri della cripta morissero era mantenere segreto il fatto che Katherine fosse viva in quanto il sapere di Katherine  avrebbe portato ad Elena. Un tentativo piuttosto maldestro il suo di dimostrare alla figlia che è sincera riguardo al fatto di volerla aiutare, Elena non le crede e senza tanti giri di parole le chiede di andarsene da casa sua.
Pochi minuti dopo noi pubblico scopriamo che Elena fa bene a non fidarsi, ci troviamo di fronte ad una scena che ci mostra non solo che Isobel stava mentendo ma anche che è in combutta con Katherine. Dalla scena si vede che le due sono molto amiche e scopriamo che Isobel in tutto questo tempo ha cercato di trovare un modo per liberare Katherine dalla persecuzione di Klaus, non è riuscita a trovarlo – su questo non ha mentito –  ma è riuscita ad avvicinare uno dei suoi stregoni e ha stretto un patto: Katherine avrà la sua libertà in cambio della pietra di luna e della doppelganger (Elena). Quindi Katherine è disposta a tradire di nuovo i fratelli Salvatore ma questo non ci sorprende.
Intanto l’alquanto improbabile trio costituito da Damon, Bonnie e Jeremy si reca nell’appartamento dei Martin per cercare il grimorio dove sarebbe contenuto l’incantesimo che permetterà a Bonnie di  accrescere i suoi poteri. Ricordiamo infatti che nell’episodio precedente, prima di morire, il dottor Martin non solo restituisce a Bonnie i suoi poteri ma, attraverso la mente, le rivela anche come uccidere Klaus: sembrerebbe infatti che l’energia sprigionata da un centinaio di streghe morte sia un’altra potenziale arma per uccidere un Originario ( ci si riferisce naturalmente al processo alle streghe di Salem che furono bruciate sul rogo, si racconta infatti che quando una strega muore di morte violenta rilascia nel luogo un’enorme quantità di energia ). Grazie all’incantesimo contenuto nel grimorio, Bonnie dovrebbe essere in grado di canalizzare l’energia sita nel luogo in cui furono bruciate le streghe. Luogo che Damon conosce benissimo  perché è lo stesso – secondo quanto scrive Jonathan Gilbert nei suoi diari – dove fu bruciata anche Emily Bennet che lui all’epoca tentò invano di salvare.
Sono molte le cose accadute sulle quali dover discutere e una riunione nel soggiorno di casa Salvatore è d’obbligo. Elena, Stefan e Damon fanno il punto della situazione per decidere il da farsi ma ciò che preme di più ai fratelli è la sicurezza di Elena quindi questo diventa l’argomento principale della discussione. Damon propone che Elena si trasferisca a casa loro in modo che possano tenerla d’occhio ma Stefan non è d’accordo perché in quella casa qualunque vampiro può entrare indisturbato e al che Damon replica che potrebbero andare loro da lei. Elena è alquanto scettica riguardo al loro piano e all’affermazione sarcastica di Damon “ Fammi sapere quando te ne verrà in mente uno migliore “ risponde rassegnata che se la loro idea è quella di non perderla di vista neanche per un secondo, uno di loro dovrà accompagnarla al pranzo dei  Lockwood al quale dovrà presenziare per sostituire Jenna. “ Verrò io “ si offre prontamente Stefan con il suo fare    dannatamente romantico (inteso in senso buono ovviamente) in una situazione però – lasciatemelo dire – per nulla romantica. Non fraintendetemi io adoro il personaggio di Stefan e il suo essere sempre così galante ma in questa situazione non c’entra nulla, non è che debba portarla ad un ballo o una cosa simile, è la sua scorta. Ma d’altra parte è questo che rende Stefan speciale: la sua capacità di riuscire a prendersi dei piccoli e fugaci  momenti con Elena nonostante tutto il casino soprannaturale che li circonda.
Stupisce un po’ il fatto che lei non lo chieda direttamente a lui ma d’altronde quando Stefan e Damon la esasperano con questa cosa del tenerla al sicuro, Elena mette entrambi i fratelli sullo stesso piano non facendo alcuna differenza tra Damon e il suo Stefan. Ed è da notare la risposta di Damon che è una sottile puntualizzazione per il fratello “Non io perché ho dei programmi con Bonnie “ come a voler sottolineare il fatto che non è scontato che debba essere lui il suo accompagnatore.
Nonostante Damon pensi che Stefan meriti Elena più di lui ( ma a questo punto mi chiedo se nel frattempo non abbia cambiato idea ) continua a rivaleggiare col fratello. Stefan sembra comunque ignorare la cosa, al momento ci sono delle questioni serie da affrontare perché i fratelli si mettano a punzecchiarsi come al loro solito. Devono rimanere concentrati per proteggere la ragazza che entrambi amano, peccato che la loro concentrazione non basterà ma questo lo vedremo più avanti.
Vengono interrotti dall’arrivo di Katherine  che ribadisce ai tre di essere dalla loro parte e vorrebbe quindi essere messa al corrente del piano, nessuno ovviamente si lascia sfuggire una parola e questo porterà Katherine a prendere da sé ciò che vuole.
Ciò che vuole Katherine è innanzitutto la pietra di luna e la trova molto facilmente. Non sempre la maniera migliore per nascondere qualcosa è lasciarla in bella vista, Damon dovrà tenerlo a mente la prossima volta che dovrà nascondere qualcosa d’importante.
Ma impossessarsi della pietra di luna è solo il primo passo, il patto prevede anche la consegna della doppelganger. Ed ecco che arriva uno dei primi momenti inaspettati di questo episodio. Stefan ed  Elena si trovano dai Lockwood dove Elena sta per ricevere un assegno per una borsa di studio istituita in onore di sua madre Miranda ed è qui che agiscono  Isobel e Katherine. Grazie ad un diversivo creato da Isobel (aggredisce Jhon facendolo precipitare dalle scale attirando così i presenti- tra cui anche Stefan – all’ingresso) Katherine, approfittando della distrazione di Stefan, si sostituisce ad Elena. Intanto lo sceriffo Forbes, avvicinandosi al corpo di Jhon, scopre che è stato attaccato da un vampiro ed è morto; Stefan, resosi conto della situazione, torna nella sala a cercare Elena e la trova al telefono con Damon mentre lo informa dell’accaduto e gli chiede di sistemare la faccenda con lo sceriffo ( dovrà spiegare come Jhon pur essendo visibilmente morto alla fine non lo sia). Stefan ed Elena/Katherine si affrettano ad andare via ma giunti alla macchina  lui si avventa su di lei chiedendole dove sia Elena. Non è riuscita dunque ad ingannarlo ma non può permettersi di essere seguita e lo sopraffà con una siringa alla verbena. Ma Stefan ha sviluppato una certa tolleranza quindi si riprende prima del previsto e avvisa  Damon, di ritorno da casa Lockood dopo aver sistemato il problema Jhon Gilbert, di quanto accaduto; in quel momento Damon si trova nel bagno della sua camera e realizza che Katherine è riuscita a fargliela per l’ennesima volta, rovistando nel portasapone si rende conto infatti che la pietra di luna è sparita.  Katherine è riuscita a trovarla.
Già ma viene a sua volta tradita. Da una telefonata che fa ad Isobel, scopriamo che in realtà la cara mammina stava eseguendo gli ordini di Klaus in quanto è stata da lui soggiogata. Altro colpo di scena, quindi dobbiamo presumere che il potente Originario sia più vicino di quanto pensiamo. Vediamo lo stregone di Klaus mettere fuori combattimento Katherine nel modo in cui le streghe solitamente rendono inoffensivi gli esseri soprannaturali. Solo non sapevamo che funzionasse anche con gli umani, già perché ho tralasciato che la medesima tecnica è stata utilizzata dallo stregone in questione con Alaric. A proposito, che  ne è stato di lui ?
E mentre Stefan e Damon sono alla disperata ricerca di Elena, un cambio di scena mostra a noi pubblico il posto in cui Isobel ha portato Elena: si tratta di un cimitero. La still che ritraeva  Isobel ed Elena di fronte ad una tomba è stata una delle poche rilasciate prima della messa in onda dell’episodio ed io, e penso anche tutti voi, avevo fatto diverse congetture riguardo a cosa potesse significare.
Adesso la nostra curiosità viene soddisfatta: si tratta della tomba di Isobel, messa lì dai genitori di lei – i nonni di Elena – nel momento in cui si sono resi conto che la loro figlia non sarebbe mai più tornata. In questa scena vediamo un po’ di umanità in Isobel nel momento in cui dice ad Elena che le dispiace che lei abbia conosciuto questa parte di lei e non quella umana che desiderava un giorno di poter conoscere sua figlia; anche Elena sembra colpita ed emozionata dalle sue parole ma il momento viene interrotto da una telefonata che  Isobel riceve: è lo stregone di Klaus che la informa che ha sia Katherine che la pietra di luna, che può lasciar andare Elena e che ha portato a termine il suo compito. Le parole pronunciate da Isobel “Ho finito” subito dopo aver chiuso la chiamata preannunciano quello che accadrà di lì a poco: rivolge il suo sguardo ad Elena dicendole che le dispiace e si strappa dal collo la collana di lapislazzuli lasciando che il suo corpo vada in fiamme sotto lo sguardo attonito di Elena. E la morte inaspettata di Isobel è solo una delle tante che i produttori hanno detto ci saranno in questa ultima parte di stagione.
Rimane comunque la domanda su quale sia stato lo scopo di rapire Elena per poi lasciarla andare, anche Elena e Stefan si pongono questa  domanda e la conclusione a cui giungono è che Klaus è sicuro del fatto che  non si farà trasformare in vampiro e non scapperà e sa inoltre che gode della protezione di Stefan e Damon e  questo significa che può arrivare a lei in qualunque momento.
La consapevolezza di ciò li porta a prendere delle precauzioni, una cosa su cui Isobel aveva ragione è che Elena ha bisogno di un posto sicuro in cui stare e per questo motivo i fratelli decidono di intestarle casa Salvatore, firmando l’atto di proprietà diventerà l’unica proprietaria rendendo così la casa a prova di vampiro.
Il titolo Know Thy Enemy (Conosci il tuo nemico) descrive perfettamente le dinamiche  dell’episodio, la domanda che ci siamo posti dopo circa 20 minuti dall’inizio è stata infatti “Chi è il nemico di chi ? “ ,  in The vampire diaries siamo abituati a vedere i personaggi utilizzare la sottile arte del doppio gioco ma mai come in questo episodio si è rivelata essere per qualcuno di loro un’arma a doppio taglio. Vedi Jhon e Katherine.
Avevamo sempre visto Jhon e Isobel essere complici ma in questo episodio vediamo come Isobel non esita a servirsi di Jhon per mettere in atto il suo piano. A proposito di Jhon, sta benissimo; è tornato dal mondo dei morti risvegliandosi nel soggiorno di casa Salvatore e dopo essere scampato grazie ad Elena ad un altro viaggetto nell’oltretomba (Damon voleva strangolarlo) lo vediamo avere una pacata chiacchierata con la figlia dove sembra per una volta sincero. Non so se dobbiamo credergli ma Elena ha comunque deciso di dargli fiducia. Questo significa che lo vedremo ancora in giro per Mystic Falls.
E  abbiamo visto la manipolatrice Katherine essere manipolata da qualcun altro. Ma dov’è finita ?
Tuttavia la sorpresa più grande è stato il doppio gioco di Matt ( d’accordo con lo sceriffo ha fatto credere a Caroline di averlo ammaliato dopo essersi fatto raccontare la verità sui vampiri). Credo che nessuno si aspettasse che la scioccante scoperta di Matt riguardo Caroline avrebbe portato a questo e comunque in questo episodio a noi pubblico non è stato rivelato cosa esattamente Caroline  ha raccontato a Matt ma io comunque non credo che gli abbia parlato di Stefan e Damon.
Mi stavo dimenticando di Bonnie e Jeremy !
L’incantesimo è riuscito, Bonnie è riuscita ad incanalare l’energia delle streghe di Salem bruciate sul rogo. E come realizzano gli stessi Stefan e Damon, tirando le somme di quella giornata in cui tutto è andato storto, questo rende  Bonnie l’arma segreta del gruppo in quanto né Katherine, né Isobel sapevano di Bonnie quindi neanche Klaus può saperlo.
Sembra che l’episodio debba finire così con questa bellissima inquadratura sui fratelli che brindano all’unica buona notizia di quella giornata. Ma un cambio di scena ci mostra Katherine a terra in un luogo che non riconosciamo mentre, cofusa, si guarda attorno. Poi l’inquadratura si allarga e vediamo Alaric: sembra essere in uno stato di trans o qualcosa del genere mentre quello che riconosciamo essere lo stregone di Klaus impone le mani sul suo capo recitando un’incomprensibile   cantilena. Katherine cerca di scappare ma la porta ha un sigillo per vampiri. Alaric va verso di lei e   salutandola in una lingua che non è inglese (bulgaro, credo) le  prende il volto tra le mani e sussurra ”  I missed you”, “Klaus” esclama lei atterrita.
Questo non ce lo saremmo mai aspettati: Klaus nel corpo di Alaric. Non riesco proprio ad immaginare cosa potrà accadere adesso, vi consiglio di rimanere sintonizzati perché le cose hanno preso una piega interessante.
Klaus è vicino, molo vicino e presto potrebbe regnare  il caos  a Mystic Falls.

Nancy

Books, movies, TV series, my cat... Life is sweet.

Articoli correlati

Back to top button