fbpx
Recensioni Serie Tv

The Vampire Diaries – 2.12 The descent

Un episodio denso di emozioni quello di questa settimana. Lo so che è scontato dirlo ma non saprei come  altro descriverlo. E’ incentrato su Damon e  sull’impatto che ha su di lui quello che sta accadendo a Rose.  

Nell’ episodio “By The Light Of The Moon”, Rose viene attaccata dal licantropo Jules, che irrompe in casa Salvatore con l’intento di vendicarsi di Damon per l’affronto subito al pub. Dopo l’iniziale convinzione dei due che la leggenda sul morso dei licantropi – che sarebbe fatale per i vampiri – è falsa in quanto la ferita di Rose si rimargina subito dopo il morso. I nostri vampiri sono costretti a ricredersi quando Damon, durante un approccio con Rose nel finale di episodio, scosta la vestaglia di lei e scopre gli effetti che il morso ha avuto sulla sua pelle. E in questo episodio scopriamo cosa succede a un vampiro quando viene morso da un licantropo.
A proposito di Jules, l’episodio inizia mostrando i suoi misfatti in seguito alla trasformazione della notte precedente: a quanto pare ha aggredito e ucciso un gruppo di campeggiatori. Ma il modo in cui sistema la faccenda quando sul luogo della tragedia sopraggiunge un agente, ci fa capire subito che i suoi istinti omicidi non vengono fuori solo quando è trasformata in lupo.
Segue una breve scena tra Stefan ed Elena a testimoniare la solidità del loro rapporto nonostante le divergenze su come affrontare tutta la questione relativa ad Elijah, Klaus e la Maledizione del Sole e della Luna. E apprendiamo che Stefan intende assumere piccole quantità di verbena per sviluppare una tolleranza; non è dunque sfuggito ai nostri ragazzi il fatto che Elijah sia capace di soggiogare anche un vampiro.

 

Sottolineo la scelta dei produttori di uno Stefan senza maglietta; non era necessariamente richiesto dalla scena e, ultimamente, avevamo visto Stefan con T-shirt bianca accollata, stile maglietta della salute, anche in scene dove sarebbe stato più logico vederlo a torso nudo(non che non facesse comunque la sua figura anche con quella mise).  Ma – senza nulla togliere agli altri attori del cast – uscito di scena Taylor Kinney, l’interprete di Mason, non si sono visti più molti muscoli, quindi i produttori avranno  giustamente pensato di tornare a mostrare un po’ di più  i pettorali di Paul Wesley. Scelta sicuramente apprezzata dal pubblico femminile.
Chiusa la parentesi sulle qualità fisiche degli attori dello show, torniamo all’episodio.
Vediamo gli effetti del morso di un licantropo su un vampiro, non si tratta solo di una degenerazione del tessuto cutaneo ma anche di una degenerazione della sanità mentale accompagnata da un atroce sofferenza fisica. E’ una prova dura per Rose e lo sarebbe per qualsiasi altro vampiro, Damon le è vicino ma non sa come aiutarla e  decide di parlare con Jules per scoprire se esiste una cura. Ovviamente lo fa a suo modo: minacciandola. La licantropa gli risponde per le rime, con sfrontatezza e facendosi beffe di lui gli rivela che l’unico rimedio per il morso di un licantropo è un paletto nel cuore. A giudicare dallo sguardo di Damon vorrebbe estrarle la milza dalla schiena proprio lì davanti a tutti, ma deve mantenere le apparenze quindi si trattiene. Jules farà meglio a guardarsi le spalle d’ora in avanti perché Damon è uno che si vendica e noi lo sappiamo bene (credo che nessuno abbia dimenticato la tortura da lui inflitta a Mason ).  
Ad aiutare Rose  c’è anche Elena e le due rimangono da sole quando Damon va a cercare Jules; vediamo    Elena accompagnare Rose in camera da letto, che è la camera da letto di Damon .
Devo dire che è proprio come l’avevo immaginata: raffinata ed essenziale, spaziosa, con un letto enorme e l’immancabile  TV a schermo piatto. Ci sono quadri appesi alle pareti e pile di libri sul pavimento insomma, niente di superfluo (anche se è difficile credere che Damon legga “ Via col vento “ ma comunque non dobbiamo dimenticare che il romanzo è ambientato in quella che è stata la sua epoca, quindi ci sta e credo anche che il riferimento sia voluto, in TVD niente è lasciato al caso ).
La stanza rispecchia la personalità di Damon e rimarca la differenza tra lui e Stefan. La stanza di Stefan è intrisa di ricordi, è piena di oggetti che lui ha conservato e che testimoniano le varie epoche nelle quali è vissuto e ai quali è legato: i suoi diari che riempiono un armadio intero, la foto di Katherine che ha conservato fino ad oggi. Nella stanza di Damon non c’è nulla di tutto questo, probabilmente si è limitato a scegliere la stanza migliore della casa con tanto di bagno dotato di vasca e trasformarla nel suo luogo di piacere.
Elena non era mai entrata nella stanza di Damon, si guarda attorno e la sua espressione è enigmatica, Rose se ne accorge e le chiede cosa si aspettasse, Elena aggira la domanda rispondendo che è solo una stanza con un letto e che forse si sarebbe aspettata delle lenzuola di seta; ma probabilmente è delusa perché sperava che quella stanza rivelasse qualcosa in più su di lui. E’ un bel momento questo tra Rose ed Elena dove le due hanno una conversazione sincera e Rose racconta ad Elena di quando era ancora umana e del luogo in cui è cresciuta. Ma l’infezione dovuta al morso sta peggiorando e Rose inizia a mostrare i segni della pazzia, in preda alle allucinazioni si convince che Elena sia Katherine e la aggredisce. Elena è costretta a barricarsi nella stanza di Stefan armata di paletto ottenuto dopo aver rotto una sedia. E quando, non sentendo più alcun rumore, decide di uscire è già buio e si rende conto che Rose è scappata.
Lei e Damon  riescono a trovarla e la riportano a casa, non prima però che lei abbia dato sfogo alla sua natura facendo tre vittime durante l’ennesimo evento mondano della città di cui questa volta non ne viene giustificata la ragione(probabilmente i produttori non sapevano più cosa inventarsi).   
Intanto Stefan – anche se nell’episodio non si vede – è via per cercare Isobel, dalla quale spera di ottenere delle informazioni sugli Originari. Ma non la troverà e quando Elena torna a casa dopo quella lunga giornata scopre chi li aiuterà ad avere delle risposte: lo zio John. Ricordiamo tutti come e perché avesse lasciato Mystic Falls, nei prossimi episodi sarà interessante vedere come si rapporterà con i nostri ragazzi.  
Parallelamente continua a svilupparsi il triangolo amoroso tra Caroline, Matt  e Tyler:  Matt è ancora innamorato di Caroline mentre Tyler inizia a provare qualcosa per Caroline. I due ragazzi si dichiarano apertamente rubandole entrambi un bacio(passionale quello di Matt, tenero quello di Tyler). Adesso Caroline è in difficoltà, vedremo come si metteranno le cose.
E poi c’è Jules, che sfrutta lo stato di confusione in cu Tyler si trova al momento per cercare di portarlo dalla sua parte. Gli racconta la verità su Caroline, su come gli avrebbe mentito dicendogli di essere l’unico vampiro in città e su Mason che sarebbe stato ucciso dai vampiri. Nei prossimi episodi vedremo come reagirà Tyler a queste dichiarazioni e soprattutto da che parte si schiererà.
Ma come ho detto all’inizio protagonista dell’episodio è Damon, lo vediamo in preda ad emozioni che si rifiuta di provare ed innalzare quel muro  che Elena pian piano era riuscita a sgretolare; adesso quel muro è più solido che mai e sarà difficile per Elena o chiunque altro riuscire a scalfirlo. Il breve periodo trascorso con Rose lo ha costretto a riflettere su se stesso, lei riesce a leggergli dentro(lo stesso Kevin Williamson in un’intervista ha detto  che Rose è uno specchio per la sua anima). Ovviamente Damon   non ammette mai ciò che lei rivela su di lui, ma non lo nega neanche o, se lo fa, lo fa col suo solito sarcasmo dietro il quale si nasconde. Credo che sia stata proprio questa la funzione del personaggio di Rose, accompagnarlo  in questo viaggio interiore.
Ma tutta questa situazione è troppo per Damon,  forse per la prima volta in tutta la sua esistenza prova il senso di colpa: l’attacco di Jules era rivolto a lui, si sente responsabile ed è una cosa del tutto nuova che non riesce a gestire. Respinge ogni tentativo di Elena di avvicinarsi a lui e si chiude sempre di più in se stesso.
Ma è proprio nel momento in cui  le sue emozioni  prendono il sopravvento che viene fuori  il lato umano di  Damon  che  lui cerca di reprimere.  E anche se solo per un istante, in questo episodio, noi lo vediamo quel lato umano. In camera da letto, dopo quell’estenuante giornata, Rose si addormenta tra le sue braccia. Lui la stringe a sé e fa qualcosa che solo un essere che non è umano può fare ma che, paradossalmente, è il gesto più umano che si possa compiere. Entra nella sua mente e creando un’illusione le fa vivere il suo giorno perfetto: si trovano in un’epoca lontana, nei  luoghi dove lei è cresciuta, il dolore è sparito, può godersi il sole ed è felice e non ha più paura. Ferma quell’immagine nella mente di lei e trova la forza per trafiggerla con un paletto. E questa volta vediamo più di una lacrima rigare il suo volto.
Ma questa sua debolezza non dura a lungo, nasconde il  suo dolore e fa ciò che deve. Informa lo sceriffo Forbes che il vampiro responsabile degli attacchi di quella sera non è più un problema mostrandole il corpo di Rose rinchiuso nel  bagagliaio della sua auto.
Ma non può sopportare quel dolore e il senso di colpa, non vuole sentirsi in quel modo. E per mettere a tacere tutto quanto compie il gesto che vanificherà  ogni buona azione compiuta fino a quel momento e che traccerà una barriera invalicabile tra lui e tutti quelli che gli stanno intorno: uccide a sangue freddo e senza pietà.
Ha bisogno di uccidere, perché quel gesto cancellerà ogni traccia di umanità in lui e non sarà più costretto a provare emozioni, non sarà più costretto a soffrire. Ma prima di abbandonarsi completamente alla sua natura, ammette ad alta voce il suo segreto, lo rivela ad una perfetta sconosciuta che tra pochi istanti ucciderà. Gli manca essere umano, vorrebbe sentirsi di nuovo umano, vorrebbe che gli importi di qualcosa e sa che è anche ciò che vuole  Elena; ma c’è un limite al dolore che un uomo può sopportare e lui quel limite l’ha superato. E nell’istante in cui squarcia la gola di quella ragazza, trovatasi nel posto sbagliato al momento sbagliato, fa la sua scelta: sceglie il lato oscuro.
Attenzione, Mystic Falls! Il bad boy è tornato.

Nancy

Books, movies, TV series, my cat... Life is sweet.

Articoli correlati

Back to top button