fbpx
Recensioni Serie Tv

The Vampire diaries – 2.04 Memory Lane

Quarto episodio di questa sorprendente nuova stagione di The Vampire Diaries. Lupimannari, passato e Katherine sono stati la cornice dell’intera narrazione con una leggera pendenza verso Katherine che racconta qualcosa in più su ciò che accadde nel 1864. Se qualcuno non sapesse quanto terribile e immorale sia questa Vampira potrebbe anche provare simpatia e una velata compassione oltre a credere che i suoi sentimenti per Stefan siano sinceri e non semplice istinto di possesso. Il personaggio “cattivo” della Dobrev metterà in ombra la “gentile” Elena?

 

 

1864 Mystic Fall, un ballo, Stefan e Katherine parlano e danzano amabilmente sotto gli occhi di un serio e scuro Damon, ma il sorriso non tarda ad arrivare quando sempre nel 1864 spunta accanto a lui una bella Elena Gilbert, in jeans e maglietta – qualcosa non torna giusto? – Stefan è sconvolto, osserva il fratello e la sua ragazza in atteggiamenti intimi e li segue, il 1864 diventa magicamente il 2010. Siamo al Mystic Grill, Elena sorride  seducente accanto ad un tavolo da biliardo mentre invita qualcuno a sbrigarsi. Stefan osserva ,allibito e spaventato, Damon andare da Elena, baciarla e insegnarle a giocare. Solitamente suona la sveglia, invece Stefan si sveglia di soprassalto nel suo letto, sul suo petto dorme amabilmente Katherine, ma lui sembra convinto che sia Elena, fino a che non si riprende un po meglio dal torpore e dall’intontimento dell’incubo. Non sono gentili gli scambi tra i due e possiamo annotare sul taccuino dei poteri di Katherine anche la manipolazione mentale. Vedi Stefan cosa si prova a vedere la persona che si ama con un altro?

Nel frattempo al Mystic Grill, Elena viene raggiunta da Damon, il quale non è accolto come spera – non ho ben chiaro se realmente sperasse il contrario. La ragazza è ostile e spiega a Damon che non vuole più avere niente a che fare con lui, ma Damon “testa duraa” Salvatore la informa che la ricerca sui lupimannari continua e che per meglio spiare e comprendere Mason ha proposto l’idea di un Barbecue a casa Gilbert, visto che Jenna e Mason furono compagni di scuola. Una rimpatriata tra amici. Elena non sembra mai realmente convinta di quello che dice a Damon, sembra più che si cali in un ruolo e lo debba rispettare da copione e non perché realmente odi Damon al punto di non volerlo vedere.

A casa Lockwood, il piccolo di famiglia, Tyler, cerca informazioni dallo Zio, che non sembra disposto a dargliene. Trasformarsi in un lupo e non volerne parlare secondo Mason è una cosa possibile con un ragazzo di 17 anni, seppur da quello che dice, non sapere è solo un bene per Tyler. “Beata ignoranza”. La pietra della Luna a cosa serve in realtà? Facendomi quattro conti, dovrebbe servire a non far trasformare coloro che hanno già scatenato la “maledizione” dei Lockwood o almeno così sembra.

Ritorniamo al “Mausoleo” dei Salvatore: Katherine sembra non voglia andare via, leggere il diario di Stefan è alquanto divertente – in barba a chi dice che Stefan non sia piacevole. La Vampira viene a sapere della questione lupimannari e Stefan coglie l’occasione per sapere qualcosa in più  sulla questione ai tempi dei fondatori, 1864. Katherine gli parla di George Lockwood e del fatto che la  cattura dei vampiri fosse opera proprio loro, tutti i Lockwood hanno il genere dei lupimannari ma non tutti si trasformanoannotiamo anche questo dettaglio sul taccuino alla voce Lockwood. I flashback si susseguono e devo ammettere che queste tinte soffuse mi danno la perenne impressione di essere in un sogno più che in un flashback. Ora è tempo di domande per Katherine – “Perché hai tenuto questa foto Stefan?” – in effetti perché conservare la foto di Katherine se si considerano i sentimenti provati per lei falsi e frutto di manipolazione? Lei sarà pazza, ma il nostro Stefan le deve qualche spiegazione. Sotto le continue domande della vampira Stefan le si avvicina con l’espressione di chi rivede qualcuno dopo averlo aspettato una vita – il team delena sta incitando il bacio – ma Stefan invece la impaletta con una puntura di Verbena, forse semplicemente per non ammattere di provare, seppur lontanamente, qualcosa per Kath. Bentornata cella “chiudi vampiri insieme alle piante di verbena”.

 

Stefan  che non si può certo dire un buon padrone di casa, ma di contro Katherine non è una gradita ospite, sembra abbia tutte le intenzioni di ricorrere a metodi poco ortodossi (almeno secondo le leggi dei vampiri) per ottenere da Kath tutte le nformazioni che vuole – “Perché sei tornata?”. La vampira torna al 1864 e inizia a racconta a Stefan di un accordo stipulato con Geroge Lockwood.

 

A casa Gilbert i preparativi per il barbecue sono in corso, Mason arriva portando con se un’ondata di buonumore e sorrisi che non sono soliti far rima con casa Gilbert e nemmeno con i suoi abitanti. Di Jeremy nessuna traccia e nemmeno della Strega “odio i vampiri”. Anche Alaric fa il suo arrivo così come Damon che non sembra godere più della simpatia di Jenna. Finalmente Mason e Damon hanno il piacere di conoscersi. Elena inizia a preoccuparsi per Stefan che non è ancora arrivato e giusto per rendere la situazione più leggere Caroline informa la dolce Gilbert dell’insopportabile impulso di Stefan di azzannarla alla giugulare ogni qual volta è con lei. Caroline provava la stessa cosa con Matt – povero Matt – e per questo ha dovuto concludere la loro storia.

Salto spazio-non temporale a casa dei Salvatore, dove la conversazione Katherine – Stefan continua raggiungendo il picco dell’emozione quando la vampira racconta il momento, nel 1864, in cui Stefan le confessa di amarla. Bisognerebbe poter inserire un video della scena per rendergli veramente giustizia, perché in quell’istante Katherine sembra aver ritrovato la sua scintilla di umanità. Pessimo tempismo quello di Damon che arriva a rovinare il momento di riflessione di Kath sulle parole di Stefan, ma la vampira mette il giovane Salvatore a cuccia in pochi secondi.

Il ritorno ai nostri giorni vede uno Stefan turbato e una Katherine che gli confessa di non averlo mai soggiogato, l’amore che il ragazzo provava per lei era reale. “Era vero, come lo era il mio”.

 

Tornando a casa Gilbert troviamo il gruppo che fa il gioco dell’indovina cos’è. Damon è alle prese con un Lupo che indossa un toutu rosso, nessuno riesce a indovinare fino a che Mason non dice la parolina magica “Balla coi Lupi”. Vince Mason!!! In cucina Jenna esterna il suo disappunto a Damon che sembra però essere più interessato ai coltelli d’argento di “Mamma Sommers”. Lupimannari e argento, vecchi nemici.

 

Ancora Katherine e Stefan. Lui è certo che lei lo abbia soggiogato, ma la vampira dice il contrario, l’unico momento in cui l’ha soggioga è stato quando ha svelato la sua identità di Vampira. Stefan non si arrende e le dice che tutto quell’amore oggi è odio. Katherina torna alla questione Lockwood, continuando a parlare del patto che strinse con George. Vendette la vita di tutti e 26 vampiri per avere salva la sua, almeno questo è quello che si deduce dal suo racconto, ma forse non era tutto.

 

A casa Gilbert arriva l’ora del test, Damon offre il piatto con la torta di pesche a Mason invitandolo a servirsi da se, ma la palettina da dolce è d’argento e Mason per non afferrare il manico opta per le mani. Mason, Mason… – Tra lupi solitari e mangiatori di donne, ci spostiamo nell’altra stanza, dove Elena ormai è preoccupatissima per Stefan e condivide la cosa con Caroline che si offre con una certa premura di accompagnarla dal suo vampiro, dopo ripetuti tentavi sospetti di tranquillizzarla. Mentre sono vicino alla macchina di Caroline, questa, con la scusa delle chiavi che cadono, manomette la ruota, rompendo il valvolino dell’aria. Caroline non vuole che Elena vada da Stefan.

 

Katherine continua a non spiegare a Stefan se la sua vita fosse l’unico motivo per il quale vendette gli altri vampiri, ma continua nel racconto di quella notte dal suo punto di vista. Per poter salutare ancora una volta Stefan, rischiò che tutto andasse a monte, perché Giuseppe Salvatore diede a Stefan la verbena avvelenando poi Katherine. I due fratelli, o forse sarebbe più corretto dire Damon, cercarono di salvare Katherine e quando riusciescono a liberarla qualcuno li uccise. Al rivoltarsi di Stefan, dicendo che erano morti per nulla, non della stessa opione è katherine – “Siete morti per amore”…e che gli puoi rispondere ad una che ti dice una cosa del genere?

Nella cucina di Elena, Damon e Mason hanno un breve scambio. Damon accusa il Lockwood di aver tentato di uccidere il fratello ma lui si difende dicendo che è stato un errore e che non è suo nemico. Dopo una piccola discussione i due si stringono la mano. Ci vuol ben altro per convincere Damon Salvatore, che dalla palettina per dolce ora passa ad un appuntito coltello d’argento. Ma Mason è realmente venuto a Mystic Falls in pace?

 

Il Viaggio in macchina con Caroline non è facile per Elena, il suo commento su quanto sia difficile che una coppia Vampiro-Umana duri sono veramente duri. Alla reazione di Elena la ragazza chiede scusa. La macchina di Caroline di ferma a causa di un guasto alla ruota.

Damon e Mason vanno via da casa Gilbert.

Elena e Caroline sono in attesa de carroattrezzi che sembra non arrivare mai. Elena è nervosa e preoccupata per Stefan, Caroline esplode cercando di dissuadere in tutti i modi Elena dallo stare con Stefan, fin anche le parle del fatto che stando con un vampiro non potrà avere dei figli. Elena è sconvolta non capisce cosa sia preso a Caroline e decide di andare a piedi fino alla pensione.

Damon  ha seguito Mason e in mezzo alla strada lo pugnala con l’argento. Mason dopo un primo momento di smarrimento, si rialza sfilando il coltello come se niente fosse. Damon ha realmente un nuovo nemico adesso, come se non gli bastassero quelli che aveva.

Katherine baratta la vita di Elena con Stefan. Il Vampiro non dovrà più vederla e allora la ragazza sarà salva altrimenti non solo farà assistere Elena alla morte di tutti i suoi cari, ma poi farà assistere Stefan a quella di lei. Stefan l’aggredisce cercando di impalettarla ma Katherine riesce a liberarsi, la verbena non le fa nulla, in 145 anni è risucita a prenderne piccole quantità tutti i giorni fino a diventarne immune. Proprio in quel frattempo Elena arriva a casa di Stefan – che tempismo. Il tanto atteso faccia a faccia avviene nel salone dei Salvatore. Katherine osserva Elena, che seppur immobilizzata dalla paura e dallo scock, le chiede perché sono identiche. Appena Stefan riesce a sfilarsi il paletto che Kath gli ha amorevolmente conficcato nella gamba si precipita nella sala, ma la vampira sparisce subito.

 

Caroline è sconvolta e mentre è al Mystic Grill le fa visita Katherine. Tutto era come ci si aspettava, Kath aveva ordinato a Caroline di tenere lontana Elena e non è per niente felice del fallimento di Caroline.

 

Mason e Tyler sono nuovamente faccia a faccia, Tyler lo sfida e Mason abbocca rivelando al nipote come si scatena la maledizione. Uccidere qualcuno e il sangue umano renderà la maledizione per sempre tua. Ahi Ahi Mason chi è stata la tua vittima?

Elena e Stefan arrivano al Mystic grills dove una mortificata Caroline è seduta sola. La ragazza si scusa con Elena, è sincera, almeno così sembra. Elena e Stefan hanno un litigio a causa di Katherine e la ragazza va via dal locale quando Stefan le dice che Katherine si è messa già in mezzo a loro due. Caroline ascolta tutto così come Damon che è seduto al bancone.

 

Damon lascia il Mystic Falls e fuori c’è Katherine che lo aspetta. I due hanno un sarcastico scambio che approda ai Lupi mannari. Katherine mette in guardia Damon lo invita a stare attento o finirà per farsi uccidere. Alla fin fine questa sadica vampira prova un po’ di affetto anche per l’ormai eclissato fratello Salvatore?

 

Elena raggiunge casa e pochi istanti dopo anche Stefan arriva. Era tutto un bluff, i sospetti sono ricaduti su Caroline e i due ragazzi meriterebbero un posto alla CIA.

 

L’episodio si conclude sulle note di Sara Bareilles “Breathe Again” Katherine torna con la mente al 1864. I due fratelli Salvatore sono a terra morti, lei consegna a George la pietra di luna e poi corre da Stefan. Lo ama e gli giura che staranno di nuovo insieme. E Damon? 145 anni di sofferenza, rabbia e odio buttati al vento.

I Flashback sono stati molto intensi, l’episodio a prima visione non comunica molto, ma rielaborandolo e rivedendolo si apprezza maggiormente. In alcuni momenti pecca un po’ di lentezza.

Voto episodio:

Articoli correlati

Back to top button