fbpx
Recensioni Serie Tv

The Vampire Diaries – 1.03 Friday Night Bites

L’altra sera è andato in onda in USA “Friday Night Bites”, il terzo episodio del teen drama The Vampire Diaries e possiamo tranquillamente affermare che anche questa volta gli argomenti principali trattati nei 45 minuti canonici erano gli stessi degli episodi precedenti: la storia e la mitologia dei vampiri e delle streghe, i discorsi da stronza della “troietta” Caroline, i poteri da strega “mezza calzetta” di Bonnie e le arrabbiature “teen emo” davvero inguardabili di Jeremy.
Secondo la critica americana, questo episodio è stato di gran lunga più bello rispetto ai precedenti ma a mio avviso è praticamente uguale agli altri. E’ vero, non abbiamo la coppia sacrificale di inizio episodio, quella cioè che va in giro con la scritta “uccidimi” tatuata in fronte, ma abbiamo comunque:
1) lo sfigato di turno che muore per causa di Damon (Mr. Tanner, l’allenatore della squadra di football – personaggio comunque inutile nello svolgimento della storia),
2) gli acuti alla Mika e le cantatine “da fuori di testa” del big brother Salvatore e
3) gli sguardi da pesce lesso di Stefan che, dobbiamo dire, doveva essere questo gran figo come veniva descritto nei libri, ma in realtà soccombe inesorabilmente sotto il fascino e il fisico del “sexy boy” Damon.

In questo episodio dobbiamo sottolineare che ad Elena finalmente si accende la piccola lampadina nel cervello che la mette in guardia sugli strani sguardi e sorrisini di Damon. Dopo che già negli scorsi 90 minuti si capiva già tutto, finalmente anche la nostra protagonista comprende che “forse forse” il primogenito Salvatore vuole da lei più che una semplice amicizia e chiacchieratina incentrata sul fratellino, un po’ come avvenne già con Katherine in passato. Grazie comunque ad un ciondolo pieno d’erba – quale erba non ci è dato sapere – regalatole dal premuroso boyfriend dal canino affilato e grazie anche dall’inaspettato “ritorno in carreggiata” del suo unico neurone in testa, Elena riesce comunque ad evitare di essere “rincretinita” dallo sguardo potente di Damon (fosse comunque solo lo sguardo ad essere sexy e potente…) e a sfuggire, ancora una volta e incosciamente, al suo temuto morso vampiresco.
Sarà per questo “due di picche” su tutti i fronti che, dovendosi inevitabilmente saziare, il sadico Damon decide di concentrarsi a 360° su Caroline usandola come “girlfriend” di facciata sia per soddisfare i suoi “bisogni terreni”, sia per soddisfare la sua sete di sangue.

Nel frattempo l’altra “ragazza genio” del serial, Vicki alias la sorella di Matt, continua a frequentare quell’intelligentone di Tyler, che rappresenta – dobbiamo dirlo – il classico bullo belloccio e deficiente che si trova normalmente in tutte le scuole, e a usare come un vecchio calzino quel poveraccio di Jeremy.

Se Stefan decide di entrare nella squadra di football riuscendo a diventare così amico di Matt, Damon continua invece a girare intorno ad Elena come un paziente cacciatore farebbe con la sua ambita preda. Durante una cena a casa di Elena a cui Damon riesce a farsi astutamente invitare (bella la scena del piede del vampiro che, ricevuto il permesso, varca la soglia), quest’ultimo riesce ad avvicinare la padrona di casa e a farle intravedere i sentimenti che ancora riempono il suo cuore nonostante la perdita di Kathrine, donna amata sia da suo fratello sia da lui stesso. E’ proprio durante questa cena che Bonnie confessa a Stefan le sue origini da strega e Stefan, stupito della notizia, inizia a conquistare la fiducia della ragazza parlando delle streghe da cui discende, la dinastia Salem, simbolo eroico nella storia della stregoneria per la loro forza e il loro carattere.

La scena finale tra i fratelli Salvatore è, senza ombra di dubbio, la migliore di tutto l’epsiodio. Mentre Damon è attratto da Elena e cerca di avvicinarla in tutti i modi, Stefan è preso dal suo diario domandandosi se il fratello abbia perso totalmente la sua umanità e bontà oppure se esiste ancora un brandello di sentimenti nel suo cuore. Secondo Stefan, Damon è oramai completamente soggiogato dal male e per questo deve essere fermato a tutti i costi.
L’ultima inquadratura è dedicata proprio a Damon che riesce ad intrufolarsi nella camera di Elena e ad avvicinare la ragazza mentre sta dormendo. Se fosse veramente malvagio, il vampiro avrebbe morso immediatamente la ragazza, magari uccidendola. Ma Damon si sofferma solamente ad osservare Elena e ad accarezzarle con amore il viso dimostrando così che c’è ancora abbastanza umanità e sentimenti in lui.

Non so quanti fan di vampiri siano anche fan di questo serial televisivo, ma abbiamo davanti un “teen drama” che, nonostante la banalità dei temi trattati (ammettiamolo, alla fine le storie scolastiche son semrpe le stesse), ha un punto forte che, se trattato bene, potrà a mio avviso catturare più audience: la relazione tra Elena e Damon. Alla fine i “bad boy” affascinanti con una piccola briciola di umanità son sempre il fattore trainante nelle storie telefilmiche e se poi ci mettiamo un attore strafigo come Ian Somerhalder…

Mara D.

Fondatore e Admin di Telefilm-Central.org. Amante delle serie tv, del cinema e dell'universo di Internet :-)

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button