fbpx
Recensioni Serie TvSerie Tv

The Tomorrow People: Recensione dell’episodio 1.07 – Limbo

Ammettiamolo, ci mancava! Non parlo dell’episodio in sé ma di un telefilm che riuscisse a superare gli abituali cliché e regalarci emozioni singolari! Un po’ come ogni serie agli inizi, anche la Gente del Domani ha avuto le sue scosse d’assestamento, prima di ingranare la marcia giusta ma, ora che l’ha fatto, non è solo un piacere guardarla ma è veramente un immenso piacere. Non regalo tomorrow people107 (2)giudizi positivi, ormai dovreste saperlo, ma in questo caso mi sento quasi giustificata a farlo, dato che la storia mi sta coinvolgendo (come spero faccia anche con voi) e sta eliminando un paio di luoghi comuni realmente banali per sostituirli con altri, che banali lo sono ma in una misura nettamente inferiore.

Lo scorso episodio ci aveva lasciato con John lontano, in viaggio per andare al funerale del padre di Russell, e con Cara e Stephen che lavoravano duramente per superare la sua assenza. Non è una cosa da poco, come si intuiva già allora: Cara sta con John, da sempre, per quel che vale, e malgrado tra lei e Stephen ci fosse parecchia ambiguità fin dall’inizio (non provate neanche a negarlo) questo non cambia le carte in tavola. Cara, naturalmente, fa subito marcia indietro, mentre Stephen aleggia ancora un po’ tra le nuvole, illudendosi di aver trovato il suo primo vero amore. Non negherò di essermi chiesta se affrettare le cose, da questo punto di vista, sia stata una buona cosa ma, dato che ancora non ho trovato la risposta, preferisco non indugiare troppo sui miei dubbi. Cara, appunto, incapace di mentire e schiacciata dal senso di colpa, vuota il sacco con John che, come pare logico, riceve una pugnalata al petto, di quelle che fanno male.

“Are we even now? I lie to you, you lie to me: is that how it is? It took me years to tell you the truth about the Annex project; it took you two days to come clean about this. So now, respect: you win.”

tomorrow people107 (1)Come ci si aspettava, proprio quando le cose diventano ingestibili nel triangolo John-Cara-Stephen, bisogna fermare un pericoloso stupratore con superpoteri e, per farlo, John ha bisogno di Stephen. Era inevitabile un confronto tra i due e il fatto che Stephen sia privo dei suoi poteri, quando questo accade (anche Clark Kent aveva provato a giocar a football, con la superforza: ricordate tutti come andò a finire, si?) , mette i due su un piano quasi ironico in cui, inevitabilmente, poteri o no, è John a prevalere. La mela della discordia (ehm-Cara-ehm) appare nella speranza di placare gli animi (o per il suo senso di colpa, magari) e afferma di amare John (bugia) e che la notte passata con Stephen non abbia significato nulla (altra bugia). Possiamo tranquillamente dire che la faccenda è ben lontana dal risolversi, malgrado il ricongiungimento strappalacrime tra John e Cara, alla fine.

tomorrow people107 (5)Come accennato, Stephen tenta di farsi strada nella scala sociale della sua scuola, usando i suoi poteri per eccellere nella pallacanestro. Organizza anche una bella festa a casa sua, si fa anche una bella ragazza… legge la mente della sua migliore amica e scopre che è innamorata di lui: tutto nella norma insomma. Ma è proprio questo che costringe Jedikiah a privarlo, temporaneamente, dei suoi poteri, in modo da poter limitare l’uso che ne fa per scopi futili ed inutili. Caso vuole (la sfiga perseguita i fratelli Amell, ultimamente!) che sia proprio quello il momento in cui John & Co decidano di inseguire lo stupratore, visto che gli Ultra non sembrano intenzionati a fermarlo. Per questo Stephen finisce con le gambe all’aria e ha una visione (stile Star Wars) di suo padre, intrappolato in qualche universo parallelo, che gli dice che non è ancora il momento giusto per morire (anche i Tomorrow People avranno l’Altro Lato? Che sia proprio Stephen l’ancora?) e, ironia della sorte, è John a salvare il piccolo Jameson – malgrado avesse tutte le ragioni per lasciarlo tomorrow people107 (4)morire, ovviamente.

Un po’ inutile, ma sempre inspiegabilmente centrale, è Astrid, che finalmente viene smascherata nel suo amore impossibile per il proprio migliore amico: affrettata, secondo me, la scelta di svelare questo dettaglio già adesso. Avrei aspettato che lei fosse in pericolo, almeno, e da cosa nasce cosa… Ma ora è di nuovo tutto tranquillo, amici come prima: solita vecchia solfa insomma. Si vede che non sopporto Astrid, vero?

Un bellissimo episodio, nel complesso, che regala molte emozioni e apre nuove scorciatoie per possibili storyline future. L’ho già detto, lo ripeto: ci mancava proprio!

1.07 - Limbo

Interessante

Valutazione Globale

User Rating: 3.65 ( 1 votes)

Katia Kutsenko

Cavaliere della Corte di Netflix, rinomata per binge-watching e rewatch, Katia è la Paladina di Telefilm Central quando si tratta di tessere le lodi di period drama e serie tv fantasy. Le sue uniche droghe sono: la caffeina, Harry Potter e Chris Evans.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button