fbpx
Originals (The)

The Originals: Recensione dell’episodio 1.15 – Le Grand Guignol

Sapete quale credo sia uno dei maggiori punti di forza di “The Originals”? Senza dubbio i magnifici Flashback che ci riportano nel cuore degli anni venti. Le Grand GuignolMa non gli anni venti europei, dove si vivevano periodi buoi, dove spadroneggiavano il dopoguerra e la nascita di regimi totalitari. No. Mi riferisco a quelli americani,  o meglio ancora, a quelli di New Orleans, dove gli abitanti della città si dilettavano con balli, feste e liquori, sulla scia travolgente del ritmo jazz! E quando “Le Grand Guignol” apre la scena proiettandoci in quella realtà, ritmata, vivace, in un locale vecchio stile, con musicisti esperti e ballerini scatenati, non posso che aspettarmi il massimo da questo episodio! E, mi verrebbe da dire “ovviamente”, la serie non mi delude.  Anche questa settimana lo show si rivela un grande successo. La trama continua a svilupparsi con energia e chiarezza, dimostrando l’invidiabile fantasia degli autori e l’eccellente abilità artistica degli attori. Ai nostri Originals capita davvero di tutto. Ogni settimana i protagonisti sono messi a dura prova, regalandoci momenti di intimità come quello tra Hayley ed Elijah, momenti di paura come quello di Klaus con il padre, o momenti di rabbia e dolore come quello tra Klaus e Rebekah. Sotto questo punto di vista, la serie va premiata. Ogni episodio è caratterizzato da una grande compattezza e completezza. Nulla è lasciato al caso. Ogni stato d’animo dei protagonisti viene affrontato con minuzia, impedendoci di sottovalutare qualsiasi loro reazione. Inoltre, andrebbe ricordato che i vampiri amplificano le loro emozioni. “The Originals” non ignora certo il dettaglio!

Ma passiamo all’episodio di questa settimana. Come preannunciato, l’ira funesta del pelide Klaus non tarda a manifestarsi. TO 115 hCiò che non mi aspettavo è stata la lunga spiegazione che l’ibrido dà a Cami, avendo premura di sottolineare i trascorsi legami famigliari. Questo aspetto, ai miei occhi, appare una mossa sagace. Klaus non ci viene descritto come un mostruoso vendicatore senza scrupoli. Non è un abominio. Al contrario, ci viene presentato come un fratello tradito, ferito, da chi più di tutti può scalfire la corazza: i suoi fratelli. Ripercorrendo le vicende del 1919, Klaus illustra come dopo aver concesso il suo benestare a Rebekah e Marcel, questi abbiano invocato il ritorno del padre, la causa scatenate della loro partenza dalla città. Sono soddisfatta del modo in cui è stata sviluppata la storia, inoltre, ho apprezzato il parallelismo artistico con il teatro: Klaus che fa riferimento alle sue vicende personali, Mikael che inscena la fine di tutte le persone care al figlio, per finire con la distruzione del teatro di New Orleans. Questi vampiri sono colti e romantici, non ce lo scordiamo!

TO 115 gA brillare poco questa settimana, è Rebekah. In fin dei conti la vampira cerca di fuggire dall’ira del fratello, il che la mette in una condizione un po’ “antipatica”. Per chi seguisse anche “The Vampire Diaries” è impossibile non pensare a Katherine condannata per secoli a scappare da Klaus. Povere vampirine! Questa settimana ho trovato più interessante il ruolo di Rebekah nel flashback piuttosto che quello ai tempi nostri. Certo, sono sicura che il bello debba ancora venire, ora che i tre Originals sono  imprigionati nello stesso cimitero senza via di scampo! Cosa accadrà? Sono molto curiosa di scoprirlo. Non dimentichiamoci, inoltre che Rebekah e Marcel sono riusciti a riportare in vita Davina!

Il ruolo più difficoltoso è ancora una volta quello di Elijah. Il povero, sensibile Elijah, si trova sempre più invischiato in losche questioni. Al centro dei due fuochi, appare il custode del focolare domestico, con tanta passione, ma poco successo. Prima, si trova a interporsi tra il padre ed Klaus, poi, tra i fratelli, per non dimenticare che “a tempo perso” si è occupato anche di Celeste! Le Grand GuignolAh! Quasi dimenticavo, sulla sua coscienza grava anche la scelta d liberare i lupi dalla loro maledizione! Questo personaggio non viene sfruttato, viene stra-sfruttato!

È impossibile non affezionarsi alla sua figura. Le sue intenzioni sono le più nobili, i suoi modi eleganti, i suoi stratagemmi efficaci!

Che dire, questi Originals sono grandiosi!

Per vedere sempre prima gli episodi di The Originals, seguite la pagina facebook di Angels & Demons – Italian Subtitles

Comments
To Top