Da recuperare

The Originals: 5 motivi per recuperare la serie

Mancano  pochi giorni alla Convention Love&Blood ItaCon 3D di The Vampire Diaries e The Originals, organizzata per il terzo anno consecutivo dalla Fantasy Events, dove saranno presenti attori di ambedue gli show targati CW. Quest’occasione, che vedrà in rappresentanza della serie più giovane, Claire Holt e Daniel Gillies (sostituto dell’ultima ora di Phoebe Tonkin), ci da l’opportunità di fare un bel ripasso sulle vicende della famiglia Mikaelson per trovarci preparati all’incontro!

Eccovi i 5 motivi per cui vale la pena di recuperare le prime due stagioni di The Originals.

1 – In fondo (molto in fondo) è un family drama:

Definirlo un family drama vi pare uno sproposito? Nella vostra mente pensate al family drama di Brothers & Sisters e simili? Beh, in fondo, non sono così diversi: al centro abbiamo la storia di una famiglia disfunzionale americana, fatta di fratelli e sorelle (di cui uno nato fuori dal matrimonio) che il più delle volte sono in disaccordo (per usare un eufemismo) ma che darebbero la vita (di qualcun altro) per salvare quella del proprio congiunto. Le cene in famiglia possono finire in liti furiose, quando addirittura con il rapimento e la tortura dei fratelli dissidenti, ma dopo tanti anni (meglio decenni) restano uno al fianco dell’altro… Always and Forever.

Parlare di vampiri, addirittura quelli Originari, associa il drama al genere fantasy, ma presto vi renderete conto che la questione sete di sangue è relegata in un secondo piano; in primo piano, invece, vi sono i drammi familiari dei tre Mikaelson, adesso quattro con la scoperta della sorella creduta morta, che combattono contro i rancori e le diffidenze che si portano dietro da millenni, frutto del danno causato da un padre violento e da una madre ossessionata dal desiderio di cambiare la loro natura (credendo così di porre fine ai mali creati dai figli, senza rendersi conto di essere stata proprio lei, privandoli del suo incondizionato amore, la causa di quel male). Gli ingredienti del family drama ci sono tutti; certo gli elementi fantasy rendono possibili riunioni di famiglia allargate anche ai morti, che fanno brevi apparizioni per perorare le loro diaboliche cause, per redimersi, o per fare entrambe le cose, ma che finiscono comunque per ritornare da dove sono venuti, per mano del solito Klaus. Non sarebbe un family drama al 100% se non ci fosse pure un figlio frutto dell’incontro di una notte con una donna di cui non frega nulla…. Nessun problema, c’è anche questo!

tumblr_ngaxxzI9P61s1yofzo2_500

2 – Il Klaus accent:

Già questo dato dovrebbe convincere il mondo femminile a seguire il telefilm. Il motivo? Semplice: l’interpretete del vampiro originario, oltre ad avere le fattezze (niente male) di Joseph Morgan, ha anche il suo accento! L’attore 34enne è infatti di origine inglese e sin dalla sua prima apparizione in The Vampire Diaries, ha affascinato tutti con la sua cadenza fonica, spesso ricordata anche in sua assenza. Ecco perché suona così sexy ogni volta che Klaus chiama qualcuno ‘Sweetheart’… E tutte cadiamo ai suoi piedi come pere cotte!

keep-calm-and-love-klaus-accent

3 – La rinascita di New Orleans:

The Originals è ambientato a New Orleans, principale città della Lousiana e capitale del jazz. Il nucleo storico della città è rappresentato dal quartiere francese, dove si trovano bar e ristoranti in cui si suona il jazz; ma la città deve la sua fama anche alla ricca eredità culturale, che la rendono meta di turisti per le sue pittoresche e suggestive celebrazioni festive. Sin dal pilot, che venne girato a Bourbon street, abbiamo potuto ammirare e conoscere l’ambientazione del quartiere francese oltre alle zone paludose del bayou. Questa scelta geografica ha segnato una interessante svolta nel mondo geografico telefilmico, che da sempre affolla New York e Los Angeles; e merita tutta la nostra attenzione, per scoprire il fascino di una città ricca di storia (oltre che di usanze mistiche, fatte di rituali sacrificali e quant’altro… è pur sempre un serial fantasy), che mostra molti riferimenti storici (come la piaga della schiavitù). Un’occasione da non perdere!

The-Originals-season1

4 – LOVE:

Non esiste un telefilm che si rispetti che non abbia al suo interno delle love story. E’ così anche per The Originals dove, tra la missione per prendersi il dominio della città e quella di sopravvivere alle furie omicide dei nemici di turno, tutti i protagonisti vivono i loro amori tormentati: da quello ancora non consumato tra Klaus e Camille, a quello impossibile tra Hayley ed Elijah, sino a quello tragico tra Aiden e Josh (coppia gay che affronta e supera l’ostacolo di appartenere a due fazioni nemiche… una rivisitazione in chiave moderna e matura di Romeo & Giulietta). Tutte storie differenti tra loro ma allo stesso tempo molto coinvolgenti e struggenti!

tumblr_no8eoyNV6p1u4g11xo3_250

5 – Il protagonista è un cattivone:

Da dott. House in poi è stato sdoganato il modello del protagonista come antieroe, con Klaus si è fatto un ulteriore passo in avanti perché è un antieroe che non vuole redimersi (con buona pace del fratello Elijah che non demorde) e che non perde occasione per tagliare teste, mettere a riposo i fratelli quando lo contrastano o vendicarsi ferocemente di loro quando intralciano i suoi piani… Insomma definirlo cattivo è quasi un complimento. Non deve quindi sorprenderci lo stuolo di nemici che col tempo tenteranno vanamente di ucciderlo, riuscendo però talvolta a metterlo KO. Soluzione quest’ultima solo temporanea che serve a far comprendere agli altri l’importanza di avere Klaus in squadra e a dare una buona ragione all’Ibrido, una volta tornato in sé, di scatenare la sua ira funesta sugli antagonisti, non preoccupandosi neppure degli effetti collaterali. Ciò non significa, ovviamente, che Klaus sia un cattivo senza raziocinio, diciamo piuttosto che la sua bussola morale non punta nella stessa direzione di quella dei fratelli. Ben presto il personaggio ci appare più complesso e tormentato di quanto sembri; ne è una prova la paternità: prima rifiutata in toto, poi divenuta la sua unica Speranza di una possibile felicità nella sua vita.. E noi non possiamo che parteggiare per lui!

tumblr_npfkocSF1n1u2em8ro1_500

Comments
To Top