fbpx
News Serie TVSerie Tv

The Leftovers: Damon Lindelof di nuovo al lavoro sulla nuova stagione

Damon Lindelof è tornato al lavoro sul drama della HBO e sembra proprio che abbia grandi progetti per la nuova stagione. Al suo fianco di nuovo Tom Perrotta, il cui romanzo ha ispirato la serie.

Lindelof è stato intervistato da TVLine e ha rilevato alcuni interessanti dettagli su quello che vedremo nel 2015 – tra cui il ritorno inaspettato di un personaggio. L’autore ha inoltre parlato di come il processo di scrittura è cambiato senza la guida del romanzo di Perrotta e di quanto sarà improbabile per gli spettatori ricevere molte risposte agli interrogativi che la prima stagione ha posto.

TVLINE | Quanto tempo passerà tra la prima e seconda stagione?
Del tempo passerà, naturalmente. Potrebbe essere tra cinque secondi a cinque anni. Non credo che ci sposteremo a ritroso nel tempo – cosa che ho fatto in passato, ma non questa volta.

TVLINE | Tutti i personaggi principali alla fine della prima stagione si sono trovati in posti interessanti e forse inaspettati. Ritorneranno tutti i membri del cast?
Stiamo ancora discutendo di questo. Lo show può muoversi in direzioni inaspettate, e stiamo vagliando un certo numero di idee diverse. Ma sono assolutamente convinto che la saga di questa famiglia (i Garvey) è qualcosa che ci interessa molto.

leftovers108_2TVLINE | Nell’incubo di Kevin, Patti gli dice che sarebbero stati “compagni di viaggio”. Possiamo aspettarci di vedere di nuovo Ann Dowd?
Cerchiamo di affrontare questi show come scrittori. Vorrei vedere di nuovo Ann Dowd, e il suo personaggio ha avuto un impatto immenso e potente sulla prima stagione. Penso che lei abbia ancora qualcosa da dire. Quindi mi limiterò a lasciare le cose come stanno.

TVLINE | Si sta allontanando dal romanzo di Tom Perrotta per questa stagione, giusto?Stiamo ancora utilizzando Tom Perrotta come guida. É molto impegnato attivamente nel processo creativo dello show. Ma abbiamo praticamente utilizzato tutto quello che ha scritto nel romanzo  nella prima stagione, quindi non c’è purtroppo niente più da rubare.

TVLINE | Com’è stato muoversi avanti con la storia senza la guida del romanzo?
Quando abbiamo lavorato alla prima stagione, non sapevamo se ce ne sarebbe stata una seconda.
La prima stagione è stata molto concentrata su un solo posto, ma l’idea dello show si presta ad una visuale più grande, più ampia. Anche se è in ultima analisi una storia concentrata sui personaggi,in questa stagione stiamo cercando di esplorare le nostre premesse di una visione su larga scala.

the_leftovers_mimi_justin_a_pTVLINE | Hai già detto che questo non è uno show sulle risposte. Sarà così anche  per la nuova stagione?
É molto liberatorio essere finalmente al lavoro su uno spettacolo che non promette risposte. The Leftovers– ed è per questo che amo il libro di Tom così tanto – parla di come si vive in un mondo misterioso, un mondo  che noi tutti conosciamo. Non sappiamo cosa succede dopo la morte. Alcune persone decidono, “Questo è ciò che la mia vita dovrebbe essere, questo è ciò che accade quando morirò. Io credo in Dio o non credo in Dio “. Ma nessuno sa con certezza nulla. Questo show abbraccia davvero questa idea. In Lost vi dovevamo delle risposte e voi avevate di conseguenza il diritto di pretenderle. Ma in The Leftovers non garantiamo nulla. Se siete alla ricerca di risposte, The Americans è uno grande show. Vi consiglio di guardarlo.

Per restare sempre aggiornati su The Leftovers con foto, news, interviste e curiosità, vi consigliamo di passare per The Leftovers Italia

Valentina Marino

Scrivo da quando ne ho memoria. Nel mio mondo sono appena tornata dall’Isola, lavoro come copy alla Sterling Cooper Draper Price e stasera ceno a casa dei White. Ho una sorellastra che si chiama Diane Evans.

Articoli correlati

1 commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pulsante per tornare all'inizio