fbpx
0Altre serie tv

The Leftovers: Damon Lindelof in ansia per il suo ritorno in TV

Damon Lindelof è stato intervistato da The Hollywood Reporter in merito al suo tanto atteso ritorno sul piccolo schermo con la nuova serie targata HBO, The Leftovers.

Quale è la tua più grande preoccupazione nel tornare in TV?
C’è una certa ansia su come il pubblico reagirà allo show. Non sono mai stato uno di quegli scrittori che non si interessa del giudizio delle persone.

damon-lindelofQuando hai deciso che fosse il momento giusto per ritornare?
L’unico modo è non pensare. Quando ho letto una recensione del libro scritta da Stephen King su The New York Times, ne sono rimasto affascinato. Ho sempre detto che se fossi tornato in tv dopo Lost, lo avrei fatto su una tv via cavo a pagamento. Quando ho sentito che la HBO aveva ordinato The Leftovers, ho pensato che le stelle si fossero allineate.

Quando hai iniziato Lost nel 2002, eri in lutto per la morte di tuo padre David. A che punto sei ora?
Quando Lost si è concluso, ero sul finire dei 30 anni e pensavo “ho realizzato il mio più grande sogno – e ora?” La domanda “è ora?” corrisponde tematicamente ad un sacco di concetti in The Leftovers, a come la gente cerca di andare avanti dopo il grande evento. Le persone mi chiedono “Non sei preoccupato che questa serie superi Lost?” No, no lo sono, perchè non ho bisogno di superare Lost. Quel che è fatto è fatto. Probabilmente sarà la prima parola accanto al mio nome nel mio necrologio ed è un gran cosa.

DamonLindelof_1Gran parte del tuo lavoro gira intorno alla fede. Quali sono le tue opinioni su come si sia evoluta la fede da Lost?
Più invecchio e più esperienze faccio, più divento spirituale. Quando mi sentivo ansioso o avevo paura o mi sentivo solo, la mia inclinazione quando ero più giovane era concludere che fossi veramente solo. Ora che sono vecchio, non mi sento così. Mio padre è morto e ho incontrato mia moglie pochi mesi dopo, quindi penso che quello possa essere stato l’inizio del cambiamento.

Hai detto che la serie non risponderà alla domanda su dove siano finite le persone scomparse. Dopo Lost, era un requisito necessario per te?
Starei vivendo nell’ansia e nel panico se avessimo promesso “Vi sveleremo un grande intricato segreto e quello che vedrete vi manderà fuori di testa.” Sono sollevato di non dovermi preoccupare di questa cosa. Il libro non affronta la risoluzione del caso  e questo diventa molto chiaro nella narrazione. Questa è una di quelle cose che ho apprezzato di più. Il pilot dice in molti modi “Non sappiamo nulla. Abbiamo messo a lavoro i nostri migliori scienziati su questo e loro non sanno nulla – ed è ora di andare avanti con le nostre vite.” Come ci riusciranno diventerà la trama più interessante da tessere.

Eri un utente molto attivo su Twitter ma hai chiuso l’account ad Ottobre. Sarei tentato a vedere sul social le reazioni alla premiere?
Credo che quello è il posto peggiore per vedere le reazioni allo show. La maggior parte delle persone va su Twitter per colpire negativamente e poi dice “Quanto è stato impressionante?”

Per restare sempre aggiornati su The Leftovers con foto, news, interviste e curiosità, vi consigliamo di passare per The Leftovers Italia

Comments
To Top