fbpx
News Serie TV

The Last Tycoon e Z – The Beginning of Everything: Amazon cancella le serie tv

Il fascino di Hollywood, di Zelda Fitgerald e di The Last Tycoon non hanno fatto colpo. 

La serie tv con Matt Boomer, ambientata nell’età d’oro del cinema americano, infatti, dopo una stagione che definire “tiepida” è poco, è stata ufficialmente cancellata da Amazon. La piattaforma aveva deciso di produrre la serie tv dopo aver attentamente esaminato il pilot. Già all’epoca avevo espresso i miei dubbi su una potenziale serie tv. Dopo averla vista, invece, ero certa che una seconda stagione sarebbe stata improbabile. 

La cancellazione arriva a pochi giorni di distanza dall’annuncio che anche Z – The Beginning of Everything, incentrata sulla vita di Zelda Fitgerald, non sarebbe tornata per una seconda stagione. La serie tv aveva raccontato in maniera libera e forse troppo piatta le vicende della moglie di Scott F. Fitzgerald, autore di The Last Tycoon. Una scelta saggia, considerati i 7 milioni investiti nella pre-produzione della serie tv su Zelda.

Due serie tv “belle e dannate” che non sono state sviluppate a dovere

christina ricci
Credits: Amazon

Alla base delle due cancellazioni – che non sono le prime di Amazon a stroncare una serie tv dopo la prima stagione – c’è probabilmente un fattore economico e di share. Malgrado nè Amazon nè Hulu nè Netflix rilascino i dati relativi agli spettatori, è evidente che le serie tv non hanno avuto un seguito considerevole. 

LEGGI ANCHE: I sogni infranti dell’età d’oro di Hollywood. Recensione della serie tv con Matt Boomer e Lily Collins

In parte la colpa è anche di un ritmo troppo lento, che sia The Last Tycoon sia Z – The Beginning of Everything avevano in comune. A discapito di una storia scattante e movimentata, la serie tv su Zelda Fitzegarld, una delle figure più interessanti dei “roaring ’20s”, è stata piatta e banale. Lo sforzo nei costumi e nelle scenografie era evidente – i sovracitati 7 milioni – ma la sceneggiatura e la fotografia erano di un imbarazzo universale. 

Lo stesso si può dire di The Last Tycoon. La serie tv che narrava le vicende del produttore cinematografico Monroe Stahr (Matt Boomer) ha trovato il ritmo giusto soltanto nei due episodi finali. Un pò poco e un pò troppo tardi, considerata la stagione complessiva e la storia, che poteva evolversi molto prima e con maggiore ardore. 

Un’anno pieno di sorprese nel toto-cancellazioni

Se da un lato la cancellazione di The Last Tycoon non è una sorpresa, non si può dire lo stesso di Zelda. La serie tv con protagonista Christina Ricci, infatti, era stata rinnovata solo un mese fa. E’ la seconda volta che un canale decide di tornare sui propri passi dopo una cancellazione. E’ capitato anche con la serie tv Vinyl e la HBO qualche mese fa. 

Considerato anche il rinnovo a sorpresa di Timeless dopo la sua cancellazione, possiamo tranquillamente dire che ormai nessuno è al sicuro. Le cancellazioni – proprio come i rinnovi – che prima erano nero su bianco alla fine della stagione televisiva ormai non sono che indicazioni generali in continuo cambiamento. Con questo diciamo definitivamente addio a The Last Tycoon e a Z – The Beginning of Everything e andiamo avanti. 

Fonte: TheHollywoodReporter

Katia Kutsenko

Cavaliere della Corte di Netflix e Disney+, campionessa di binge-watching da weekend, è la Paladina di Telefilm Central, protettrice di Period Drama e Fantasy. Forgiata dal fuoco della MCU, sogna ancora un remake come si deve di Relic Hunter.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button