Handmaid's Tale (the)

The Handmaid’s Tale stagione 2: tutto quello che sappiamo

libri distopici

Quando il pubblico ha visto per l’ultima volta la Offred di Elisabeth Moss – aka June – in The Handmaid’s Tale, la donna veniva portata via dalla casa del Comandante nel retro di un furgone; il suo futuro era incerto mentre era costretta ad interrogarsi se potesse fidarsi o no di Nick (Max Minghella). Intanto Moira (Samira Wiley) era riuscita a fuggire in Canada e le ancelle si erano rifiutate di punire Janine (Madeline Brewer) per aver tentato il suicidio.

In vista della seconda stagione di The Handmaid’s Tale in partenza il 25 aprile su Hulu, ecco tutto quello che per ora sappiamo su quanto accadrà.

Una seconda stagione più lunga

Mentre la prima stagione di The Handmaid’s Tale conta solo 10 episodi, la seconda stagione sarà composta da 13 episodi. Inoltre, la storia si espanderà oltre il materiale del libro, non solo quindi nel presente di Gilead e nei suoi confini, ma anche in alcune aree circostanti (incluse le colonie e il Canada) e anche anche in nuovi flashback che spiegheranno quali eventi hanno portato alla creazione di Gilead. Lo showrunner Bruce Miller ha detto a Variety in una recente visita “la fine del libro è così frustrante; quel finale ti lascia in sospeso”, ha detto. “Qui sciogliamo le cose e la storia continua. Quindi sarà molto soddisfacente… per tutti questi anni hai pensato ‘Sì ma cosa succede dopo?’ E ora potremo esplorare alcune di quelle strade non battute.”.

The Handmaid’s Tale 2

The Handmaid’s Tale stagione 2

Offred è incinta

Offred scopre di essere incinta del figlio di Nick alla fine della prima stagione, e “così tanto di questa stagione parla della maternità”, ha rivelato Moss durante il panel della Television Critics Association a gennaio. “Abbiamo parlato molto della nascita imminente del bambino che sta crescendo dentro di lei come di una bomba a orologeria; le complicazioni sono davvero meravigliose da esplorare. Avrà il bambino, ma le sarà portato via. Poiché non potrà essere madre. Questo rende il dramma “fantastico”.”

La storia si espanderà anche alle colonie

Le Colonie sono state frequentemente nominate nella prima stagione, ma non le abbiamo mai viste davvero. Si tratta di un’area radioattiva di Gilead dove vengono inviati i condannati per vari crimini, noti come Unpeople. Nel trailer della seconda stagione, vediamo le Colonie per la prima volta, popolate da un mare di persone in stracci grigi che spala rifiuti. “Sono descritte nel libro come un deserto tossico dove la gente sta ripulendo le scorie radioattive… ma in realtà lo scenario è bellissimo. Vedi questi campi di grano in questa grande distesa di terra. Ma poi ti avvicini e ti rendi conto che nella terra qualcosa ribolle”, ha spiegato Brewer durante il panel al PaleyFest a marzo.

Quattro nuovi ingressi nel cast di The-Handmaid’s Tale

Marisa Tomei, Bradley Whitford, Clea DuVall e Cherry Jones si sono uniti allo show, con Tomei che apparirà nel secondo episodio ed è in qualche modo legata alle Colonie. Whitford interpreterà il comandante di Emily (Alexis Bledel), Jones interpreterà la madre di June, mentre i dettagli sul personaggio di DuVall non sono stati ancora rilasciati.

Emily e Janine si trovano nelle colonie

Ofglen, il cui vero nome è Emily, è stata punita per la sua relazione romantica con una donna e dopo essere stata assegnata a un nuovo comandante ha tentato di scappare rubando una macchina prima di essere catturata. Janine, conosciuta come Ofwarren, era l’orgoglio di Gilead dopo aver dato alla luce un bambino per il suo comandante, ma è stata punita poco dopo per aver tentato di suicidarsi. Entrambe si ritrovano nelle Colonie per la seconda stagione a causa dei loro crimini.

The Handmaid’s Tale 2

Moira e Luke vivono insieme in Canada

Dopo essere fuggita da Gilead a piedi alla fine della prima stagione, Moira vive in Canada, soprannominata “Little America”, insieme al marito di June, Luke, come membri della resistenza. O-T Fagbenle, che interpreta Luke, ha detto al Paley Fest, “Luke e Moira vivono insieme ora, cercando di trovare un terreno comune. Hanno attraversato due eventi traumatici separati, e in qualche modo sono una famiglia – sono quasi fratello e sorella. Ma allo stesso tempo, è difficile per loro comunicare ciò che stanno vivendo emotivamente. “Nel trailer della seconda stagione li vediamo protestare, avendo assunto il ruolo di attivisti.

Serena è molto arrabbiata

Dopo che Offred scompare con il figlio promesso, Serena Joy (Yvonne Strahovski) è fuori di sè dalla rabbia nella seconda stagione. “Per Serena questa è la prima volta che le cose vanno per il verso sbagliato, e penso che si senta un po’ persa,” Strahovski ha detto a PaleyFest. “L’unica cosa che vuole è quel neonato – questo è il suo più grande meccanismo di sopravvivenza in un mondo in cui viene messa alla prova e non ha voce. Quindi, il sapere di aver perso quella possibilità, la fa sentire come se i muri della prigione si stessero chiudendo intorno a lei.” Il trailer offre anche un’occhiata a Serena che assume un ruolo di attivista pro-Gilead, dichiarando che” il futuro dell’umanità dipende da ciò che facciamo oggi!”

LEGGI ANCHE: Le nuove immagini della seconda stagione

La nuova stagione di The-Handmaid’s Tale esplora la questione del terrorismo

La stagione 2 alzerà il livello di violenza, afferma Miller, aggiungendo che i nuovi episodi ritrarranno azioni di  terrorismo e descriveranno un paese in transizione. “Abbiamo molto materiale legato a Mayday e gli altri gruppi ribelli che stanno combattendo. E poi ci sono anche le persone in Canada che stanno lottando per migliorare le cose. Com’è vivere in un posto dove c’è instabilità e come si presenta quell’instabilità? E per il Comandante, cosa significa avere il comando improvvisamente, passando dall’inesperienza a un grande ruolo di leadership? Gli americani possono sicuramente relazionarsi con tutto questo.” ha detto Miller.
La seconda stagione di The Handmaid’s Tale ha inizio il 25 aprile su Hulu.
Comments
To Top