fbpx
Attori, Registi, ecc.

The Handmaid’s Tale: cast e troupe svelano dettagli sulla seconda stagione

Il cast e la troupe di The Handmaid’s Tale – Il Racconto dell’Ancella sono stati oggi ospiti al PaleyFest che si è tenuto al Dolby Theater di Los Angeles. Hanno parlato della seconda stagione della serie, in uscita su Hulu il 25 Aprile.

Presenti all’evento, oltre al creatore di The Handmaid’s Tale Bruce Miller e al produttore esecutivo Warren Littlefield, erano alcuni membri del cast: Yvonne Strahovski, Max Minghella, Amanda Brugel, Madeline Brewer, Samira Wiley and O-T Fagbenle.

Nella seconda stagione della serie tratta dal libro omonimo di Margaret Atwood (che è anche autrice di un altro romanzo trasposto sul piccolo schermo, Alias Grace), avremo a che fare con la gravidanza di Difred/June (Elizabeth Moss). La ragazza lotterà con tutte le sue forze per liberarsi dalla schiavitù in cui è costretta a vivere nel distopico mondo di Gilead. Come ricordiamo, i contenuti della seconda stagione sono del tutto originali, dal momento che il romanzo della Atwood si è esaurito con la prima.

LEGGI ANCHE: Ecco il teaser trailer della seconda stagione

Durante il PaleyFest, Miller e Littlefield hanno immediatamente cominciato a parlare dei temi che saranno affrontati nei nuovi episodi. “Penso che una delle tematiche principali sarà quella di “Gilead è dentro di te” ha detto Littlefield. “L’altra è quella della maternità. All’inizio vediamo Difred in attesa di un bambino. Tutte le sue mosse durante la stagione quindi gireranno attorno a questo bambino e al suo futuro.”

The Handmaid’s Tale

Una buona parte dei nuovi episodi di The Handmaid’s Tale sarà anche dedicata a esplorare di più del mondo di Gilead. “C’è molto che non abbiamo ancora visto di Gilead” ha infatti precisato Miller. “Abbiamo semplicemente preso elementi appena accennati nel romanzo della Atwood e li abbiamo sviluppati semplicemente seguendo la nostra curiosità.”

Parte di questa esplorazione consisterà anche nel capire come siamo passati dall’America a Gilead, un tema che non è stato affrontato nella prima stagione. “Parte della nostra ambizione per questo secondo anno, è proprio quella di mostrare il momento di passaggio dall’America a Gilead. Ci aiuterà a capire meglio i personaggi e il mondo in cui vivono.”

LEGGI ANCHE: Dal 26 aprile la seconda stagione in esclusiva su TIMVISION

Uno degli elementi che saranno approfonditi nella seconda stagione di The Handmaid’s Tale è quello delle Colonie, i luoghi in cui vengono esiliati i dissidenti. “Le Colonie sono orribili” ha detto Miller. “Sono un’estrapolazione di come le donne siano viste “usa e getta” dalla società.” Sia Janine (Madeine Brewer) che Diglen (Alexis Bledel) sperimenteranno gli orrori di questi luoghi nei nuovi episodi. “Entrambe troveranno il modo di sopravvivere lì dentro” ha precisato Miller “così come le persone facevano nei campi di concentramento.”

Ci saranno anche parecchie aggiunte al cast per questa nuova stagione. Cherry Jones ad esempio, sarà la madre di June, Bradley Whitford interpreterà un comandante di Gilead e Clea Duval che vedremo interpretare la moglie di Diglen in alcuni flashback sul suo passato.

Miller e Littlefield hanno inoltre precisato che non c’è nulla di scontato in questa nuova stagione e che chiunque potrebbe morire, anche i personaggi più importanti e/o più amati dal pubblico (Game of Thrones docet).

“Bruce e il team non decidono mai di percorrere la strada più ovvia” ha detto Yvonne Strahovski, che interpreta Serena Joy. “Leggere i copioni diventa molto emozionante per noi, non sai mai cosa aspettarti. Penso che se succeda a noi, se siamo così sorpresi di fronte a una scena, l’audience sarà altrettanto sorpreso.”

Ricordiamo che la seconda stagione di The Handmaid’s Tale andrà in onda su Hulu a partire dal 25 Aprile.

Fonte: Deadline

Comments
To Top