Good Wife (The)

The Good Wife: Recensione dell’episodio 7.10 – KSR

the good wife

Sembra l’idea perfetta, anzi, necessaria, quella di ritornare indietro, a stagioni fa e di riaffondare le mani nel cuore di questo telefilm per dargli la giusta vitalità, proprio ora che sta mostrando qualche segno dell’età. Proprio ora che forse con The Good Wife stiamo arrivando alla fine.

Non so bene perché i promo definissero questo episodio come quello di svolta, quello che avrebbe cambiato tutto. Certo, la scena finale è potente e inaspettata, ma non è una bomba atomica. O forse sì? E’ questa l’ultima goccia che fa traboccare il vaso? Quella che cambia il corso della corrente? Il finalissimo calcio in culo ad Alicia per farle aprire gli occhi? Non è il colpo di scena che mi aspettavo, ma forse era quello di cui avevo bisogno. Ed è prova della qualità di un telefilm, l’essere in grado tirare fuori una telefonata che concludeva la prima stagione per darti un bel pugno nello stomaco tanto da farti the good wifeancora esclamare “NOOOO” rivolta al tuo schermo. Quando la telecamera si è avvicinata al volto di Eli, al momento della confessione, anche io non ho potuto fare a meno di avvicinarmi allo schermo “e ora cosa?”. Will fa ancora male, fa male a noi, figuriamoci ad Alicia.
La scena è bellissima, condivisa da due personaggi stanchi e vulnerabili. Eli e Alicia hanno fatto tanta strada insieme, costruito muri, mondi, quasi mai d’accordo, sempre a trattare, ribattere, rilanciare. Eppure ancora dopo tanta strada e progressi, si ritrovano a terra. L’emozione è tanta e sarebbe difficile chiedere di più a degli attori così straordinari. Una scena minimalista che ha la potenza di una cannonata in faccia.

Ma cosa è successo ad entrambi per portarli a quegli ultimi fatali minuti? Niente di straordinario, è successa la vita. Ogni volta che pensi di poterla controllare ti manda a gambe all’aria, solo perché è questo che la vita fa. E si può essere come Lucca, che non si aspetta nulla e non pretende nulla e si può essere come Alicia che pensa di averne viste abbastanza, di essere uscita dal fango e dai compromessi per aver raggiunto una certa apparente pace dei sensi (o più una generale insensibilità?) o come Eli che si concede per una volta di non essere il solito se stesso e finisce al tappeto nel peggiore dei modi.

Tutto l’episodio, anche se inevitabilmente un po’ fratturato come ormai ci ha abituato questa stagione, si tiene in bilico su una corda, sull’attesa di uno sgambetto che potrebbe arrivare da un momento all’altro. Fanno un bello sgambetto a Cary i nuovi, insopportabili, novellini dello studio che, nonostante tutti i suoi tentativi, lo abbandonano nel momento peggiore, ridendogli in faccia. Che stanchezza, Cary. Aver lottato per cambiare le cose all’interno dello studio e trovarsi doppiathe good wifemente punito per questo. Che soddisfi o no, la quota Cary&Diane di questo episodio vince su tutto anche solo per quello splendido dammi un cinque! che i due si scambiano in corridoio e la faccia da polli degli stronzetti traditori. Che anche per Cary e Diane la misura sia davvero colma e sia arrivato il momento di un vero cambiamento? Monica mi piace, l’ho detto fin da subito. Teniamola!

Il caso di Alicia e Lucca questa settimana è sia interessante che funzionale. Interessante perchè come sempre riesce a tenerci in sospeso, presentandoci prima l’accusato come un essere ignobile da cancellare dalla faccia della terra, per poi tornare indietro, argomentando una difesa convincente che rimette tutto in dubbio. Questo telefilm riesce ancora ad affascinarmi da questo punto di vista, quando tra difese accorate e le rabbiose accuse si ritorna alla legge che è lontana da indiganzioni e giudizi strettamente morali e se presa nuda è cruda resta uno strumento forse non sempre infallibile, ma logico. Ci sono prove sufficienti per condannare il chirurgo morbosamente fantasioso? Semplicemente no. Il resto è tutta filosofia. Ma anche non lo è perchè il giudice è in torto oppure no nel rinnegare il voto della giuria? Aveva ragione prima, nel contrastare strenuamente Alicia o aveva ragione poi, nel darle assolutamente ragione? Non la sapremo mai e neanche Alicia lo saprà. Lei che per una volta non ci aveva messo mano, che per una volta non si era compromessa e aveva fatto di tutto per fare le cose per bene. Ci aveva pensato Eli a scombussolarle tutto ancora una volta. E per che cosa? Per qualche complicato calcolo, per qualche intricata tattica. Per quel fango in cui ormai Alicia cammina da anni e che le si attacca addosso ovunque si muova, volente o nolente, e che la sera si toglie di dosso bevendo forse un po’ troppo. Il suo agire o il suo non agire non hanno fatto che complicare le cose ancora una volta.

Saluta Jason, che parte accettando un lavoro più pagato e che rifiuta le complicazioni e se ne va per due mesi, grazie ai maneggi di Rutthe good wifeh e al gesto sconsiderato di Courtney, a cui in fondo di Alicia non importa nulla, perchè lei ha il lavoro in testa e il resto chissene frega. Okay, lo ammetto, forse fa un po’ ridere vedere Eli che ascolta e riascolta un messaggio sulla segreteria telefonica come una scolaretta. Ma fa anche sorridere nel modo giusto, perchè raramente abbiamo visto Eli in questo stato e ci è piaciuto vederlo mollare un po’ la presa ed essere semplicemente contento. Ma Courtney forse gli assomiglia un po’ troppo e semplicemente per lei non era il momento giusto per mandare al diavolo tutto. Bad timing. E’ tutto merito degli attori se questo rapido intermezzo amoroso funziona lo stesso, anche se si è svolto in così breve tempo e riesce ad essere il motore della rivelazione finale che sembra cadere un po’ come un fulmine a ciel sereno.

Anche per Eli la misura è forse un po’ troppo colma. E’ in uno stato di masochismo pronunciato e va ad espiare le sue colpe da Alicia; ma lei beve ed è stufa delle scuse ed è al punto in cui forse non le frega più niente di niete. E gliela tira fuori ad Eli un po’ di cattiveria, un’insensato impulso di fare del male e farsi del male. E così la verità esce tutta. Ed è vero, è passato un sacco di tempo da quella telefonata ed è impossibile dire cosa sarebbe successo se Alicia l’avesse ascoltata, ma resta una possibilità sottratta, una scelta negata. L’ennesima. E allora speriamo che Alicia questa volta, con quello sguardo assassino, le cose le voglia cambiare realmente.

Per restare sempre aggiornati su The Good Wife, con foto, news, interviste e curiosità, vi consigliamo di passare per The Good Wife Italia e ricordatevi di mettere like alla nostra pagina Facebook per tutte le novità su tv e cinema.

7.10 – KSR
  • Tosto
Sending
User Review
0 (0 votes)
Comments
To Top