Good Wife (The)

The Good Wife: Recensione dell’episodio 6.16 – Red Meat

The Good Wife_616-5Ancora una volta gli sceneggiatori di The Good Wife affrontano con coraggio e originalità il cambiamento. La voglia di rinnovare sempre la narrazione e di non riposare sui successi ottenuti è il vero motore di questa serie, l’abbiamo visto i vari snodi passati quando eventi a volte anche molto drammatici hanno messo un punto sulle storyline permettendo alla serie di acquistare un nuovo respiro e ritmo. L’episodio 6.16 rappresenta la nuova svolta. Ebbene sì, perché Alicia contro ogni pronostico iniziale ha vinto le elezioni ed è il nuovo procuratore distrettuale. Fino all’ultimo quei buontemponi dei King ci hanno ingannato facendoci credere che l’intervento vigliacco di Peter, che ai microfoni di un importante canale televisivo aveva dato la moglie per vincitrice, avrebbe frenato l’affluenza alle urne invece, no!
Ora si apre un nuovo capitolo, in cui vedremo Alicia rappresentare lo stato, l’accusa e ovviamente scontrarsi con i suoi ex colleghi. Una scelta come dicevo in apertura coraggiosa e intelligente e soprattutto appassionante anche per lo spettatore perché ci mostrerà anche i casi da un’altra prospettiva.

The Good Wife_616-6Red Meat mostra la concitazione per le ultime ore della campagna di Alicia, con un Elfman ancora visibilmente imbarazzato per la notte passata con Alicia e Peter banalmente invidioso dei successi della moglie. In questo siparietto fatto di telefonate a personaggi di spicco per spingere l’affluenza alle urne negli ultimi importanti minuti s’inserisce Finn, reinserito nelle vesti di “amicone”.
The-Good-Wife_616-7In chiusura di episodio, appresa la notizia della vittoria di Alicia e nel pieno di festeggiamenti, Elfman che si è preso una bella cotta per Alicia, decide di accettare un lavoro che lo porterà lontano. Ho trovato estremamente illuminante e descrittivo questo momento, ci mostra come il personaggio di Alicia viene visto dall’esterno; quel momento in cui il sorriso dal volto di Jonny sparisce e decide di voltare pagine. La decisione, infatti, avviene quando arriva Peter. Alla vista della coppia/scoppiata, Elfman, a mio avviso, fa la stessa considerazione che era stata fatta da Will: “Questi due non divorzieranno mai”. Lo sappiamo, due politici americani non divorziano; abbiamo visto anche in questo frangente come le due carriere politiche siano profondamente intrecciate e anche se formalmente lo sono, credo che una separazione legale tra i due non avverrà mai. (Vorrei essere smentita dai King, eh!)

Io spero, però che Steven Pasquale resti/torni perché a me gli scambi con Juliana Marguilles piacevano molto, due attori molto bravi con molta intesa recitativa.
The-Good-Wife_616-2Purtroppo questa è la croce di The Good Wife: scritturare attori di successo molto impegnati. Pasquale è un attore di Broadway di spicco, con una carriera teatrale in continua ascesa nonché un produttore, insomma un nuovo attore very busy che i King sembrano preferire. Per la serie “meglio poco e bene che tanto e male”.

Non dimentichiamoci anche che nell’era dei social network gli sceneggiatori effettuano focus group all’ordine del giorno e testano la loro sceneggiatura sugli spettatori costantemente e, ahimè. il teamFinn sembra vincere a mani basse. Ma anche Matthew Goode è parecchio impegnato, quindi voglio proprio vedere cosa s’inventeranno. E’ certo che mettere due “pretendenti” dopo la morte di Will è stato intelligente e lungimirante, scegliere di far infatuare Alicia di qualcuno immediatamente sarebbe stato frettoloso e poco rispettoso nei riguardi della coppia storica dello show.

The-Good-Wife-6X16Una buona fetta di Red Meat è dedicata, però a Diane ed è sicuramente la fetta vincente dell’episodio. Ho trovato la sua storyline veramente esilarerete; quando a Christine Baranski viene data una sceneggiatura di questo tipo non c’è n’è per nessuno. Le battute al vetriolo sulla classe politica dei repubblicani rimarranno nella memoria dello show.

Ah e poi c’è Kalinda che con il mio sconcerto totale continua la sua serie nella serie, Archie Panjabi non ne può più di essere parcheggiata nella cucina di Bishop a non fare nulla. Trovo a dir poco vergognoso questo trattamento a un’attrice che avrebbe meritato una sceneggiatura più robusta in grado di metterla in luce nel modo migliore. Invece l’attrice che ha fatto guadagnare il primo Emmy allo show sta lì con due battute a episodio:” Dylan andiamo” “Sir mi seguono” STOP. Il Buio! Panjabi ma a chi hai pestato i piedi?

The-Good-Wife_616-6 Esclusa, quindi questa storyline, Red Meat è un episodio che oserei definire perfetto, ben bilanciato tra parte ritmate, comiche ed emotive. C’è tutta The Good Wife in questo episodio e c’è nuova linfa per una serie che nuovamente sceglie di rinnovarsi.

Per restare sempre aggiornati su The Good Wife, con foto, news, interviste e curiosità, vi consigliamo di passare per The Good Wife Italia

Comments
To Top