Good Wife (The)

The Good Wife: Recensione dell’episodio 5.12 – We The Juries

Anche se Cary e Alicia hanno deciso di creare un loro studio lasciando la L/G, noi spettatori abbiamo l’occasione in ogni episodio, dopo il divorzio professionale delle due coppie, di vedere Diane, Will, Alicia e Cary all’opera. Infatti, o i due studi si fanno “dispettucci” a vicenda oppure, come il caso di questa settimana, sono costretti a lavorare insieme complici dei vecchi casi.
Mrs Lamer e la signora Riggs sono accusati di aver trasportato cocaina negli Stati Uniti, Lockhart & Gardner e Florrick/ Agos si trovano a dover difendere entrambi in un processo con due giurie.
A presiedere la corte c’è il giudice Spencer interpretato da Victor Garber che si trova a dover gestire un processo sui generis; oltre alla doppia giuria che si comporta come in un’aula di scuola media con ripicche e denunce d’iniquità causate dalle sedie diverse, c’è anche la rivalità tra Diane, Will, Alicia e Cary a fare da protagonista in tutto il processo.
The Good Wife_512-2Finalmente We The Juries offre anche un po’ di spazio a Kalinda e Cary. La prima cerca di recuperare il rapporto perduto ma viene miseramente fregata da Cary che le fornisce un’informazione sbagliata che sarà lesiva per Lockhart & Gardner. Insomma sempre dispetti sul solito livello di dente per dente, simpatici, carini ma che alla lunga potrebbero stancare. Nonostante ciò, i due sembrano sotterrare l’ascia di guerra e tornare amici. La speranza è che le cose si appianino anche tra Will e Alicia, anche se in questo caso la questione si fa più complicata! Il discorso è che gli sceneggiatori con la scelta di dividere i due studi e creare scompiglio hanno chiaramente voluto rimescolare le carte tra i due, la coppia è arrivata, infatti, a un bivio. Non sono convinta che la scelta sia stata quella giusta, ma aspetto di essere smentita dagli eventi futuri. Per ora, la scissione, non ha fatto altro che mettere Alicia in una luce molto diversa da quella precedente. Certo, è sempre stata una perfettina con la sindrome di prima della classe ora, però è proprio odiosa.

A occupare tutta la nostra attenzione, però, in questo episodio è il video giunto a Eli, che denuncia il furto da parte di un dipendente di Peter dell’urna elettorale contenente 30.000 voti a favore di Peter. Marylin, smessi i panni della macchietta ha finalmente un ruolo: deve, infatti, portare avanti l’indagine per garantire l’estraneità dell’amministrazione di Peter, inchiesta che consegnerà poi nelle mani dei federali.
The Good Wife_512-4A mettere i bastoni tra le ruote a Peter è proprio Will, che aveva cercato di avvisarlo della truffa dei voti subito dopo le elezioni. Will ha molte ragioni per farla pagare a Peter, una ci viene ricordata in questo scambio di battute al vetriolo. Peter non smette mai di ricordare a Will di aver tentato di “rubagli la moglie”, dimostrando a mio avviso che infimo uomo è non attribuendo nessuna capacità di autodeterminazioni alla consorte. Ma sappiamo che per lui le donne sono oggetti, come le prostitute che frequentava prima ( ??) dello scandalo che l’ha colpito e che apre la serie stessa.
La motivazione per cui Will decide di “ricattare” Peter è di aver fatto pagare a Diane, negandogli la promozione a cuasa delle decisioni lavorative della moglie.

Che dire, non userà metodi onesti e ed eleganti, ma senza dubbio: viva Will tutta la vita!!
The Good Wife_512-3Proprio per questo sviluppo di una trama orizzontale che presumibilmente sarà portata avanti per un arco di episodi lungo, We The Juries appare più serio e drammatico dell’episodio scorso, ben scritto e come al solito recitato in modo impeccabile: mi viene in mente tra tutti i momenti riusciti meglio, proprio il faccia a faccia tra Alicia e Peter. Juliana Marguiles rende il suo personaggio autentico donandogli mille sfumature diverse, portando lo spettatore a provare sentimenti sempre diversi e anche contrastanti nei suoi riguardi.

Considerazioni generali:

-The Good Wife è stato scelto da Bruce Springsteen, per lanciare il suo album inserendo delle canzoni inedite in questo episodio.

Melissa George finalmente ha l’occasione di far vedere che brava attrice è a suo agio sia nel ruolo comico sia in quello più serio e drammatico

Comments
To Top