fbpx
Good Wife (The)

The Good Wife: Recensione dell’episodio 5.05 – Hitting the fan

Tradimenti e ripicche

Eccoci qui. Ci sono voluti 4 splendidi episodi per arrivare alla preventivata esplosione atomica. Ed io vi giuro che ho dovuto farmi parecchio coraggio prima di riuscire a premere il tastino play e assistere alle conseguenze della fuga (del tradimento?) di Alicia.

Quanto era stata assurdamente perfetta la scena con cui si era concluso lo scorso episodio?  Una regia stupenda a sottolineare il completo sbigottimento di Diane davanti alla verità dei fatti. Il suo lento, quasi barcollante, incedere attraverso un corridoio fattosi improvvisamente lunghissimo, l’incrociarsi di sguardi con Will e l’immediata comprensione sul suo volto, la certezza che qualcosa stesse per andare terribilmente storto.

L’episodio inizia con la stessa scena, ma questa volta non siamo con Diane (somma, stupenda, meravigliosa, vero cuore della serie) ma con Will, incapace di distogliere lo sguardo dall’inesorabile avvicinarsi dell’impensabile.

E’ come se ricevesse un pugno allo stomaco, un calcio negli stinchi e una botta di qualche tonnellata sulla testa, tutti insieme. Boccheggia. Per qualche istante non riesce neanche ad elaborare un pensiero e io ho improvvisamente paura che si infilerà sotto la scrivania per piangere. Solo un poco. Il cuore di Will si rompe in tanti pezzettini piccoli piccoli e quasi possiamo sentirne il rumore.

Will è un uomo semplice. La sua vita si divide tra la sua grandissima dedizione al lavoro e una manciata di persone che ammira, rispetta e ama. Solo qualche mese fa lo abbiamo visto combattere per non perdere il lavoro, poi lottare con le unghie e coThe_Good_Wife_505-02n i denti per non far fallire lo studio e proprio in questi primi episodi, venire a patti con il tradimento di Diane. In tutto il trambusto aveva avuto un solo punto fermo: Alicia. Dopo aver compiuto mille avanti e indietro con lei, ultimamente era sembrato arrivare ad una sorta di serena rassegnazione, come se si fosse accontentato di lavorare gomito a gomito con lei e di godere della sua semplice presenza. Aveva fatto progetti, aveva immaginato di poter proseguire più forte di prima con Alicia al suo fianco al posto di Diane. All’apparire della verità il suo shock è totale, accecante.

La sua marcia verso lo studio di Alicia mi fa tremare. L’ apparente calma iniziale è più spaventosa delle urla. La perplessità sul volto di Alicia e poi l’esplosione. Alzi la mano chi non ha creduto che avrebbe stritolato quel povero telefono.

La rottura è sanguinosa e dolorosa ma in un attimo si trasforma in una corsa frenetica agli armamenti e il resto dell’episodio è adrenalinico. Schermaglie, scontri, cambi di fronte continui e non c’è quasi tempo, per noi spettatori e per gli stessi personaggi, di poter assorbire appieno il colpo. E’ proprio per questo che le poche scene più silenziose e intime hanno ancora più forza e carica emotiva. Quella in cui Alicia in ascensore, finalmente sola, scoppia a piangere è perfetta e ci riavvicina un poco a lei.

In verità diventa difficile prendere una parte o l’altra quando i colpi bassi si susseguono da entrambi i fronti. Credevo che l’evento mi avrebbe messo decisamente contro Alicia ma in verità sto seduta sul muretto, troppo curiosa di vedere a cosa porterà tutto questo.

Su una cosa non ho dubbi, Peter deve andare a farsi friggere. Più andiamo avanti e più la mia insofferenza nei suoi confronti aumenta. Vanno bene gli scontri tra galli con Will, i due ne hanno tante da dirsi e rinfacciarsi. Accetto quasi anche la sua interferenza per aiutare Alicia ad accaparrarsi Gross, scorretta ma umana. Ma il suo cambio di rotta su Diane e sulla sua nomina, quello no, quello non glielo posso perdonare. Soprattutto quando, in tutto questo casino di proporzioni epiche, Diane continua ad essere il faro nella nebbia. Delusa ma non vendicativa. Decisa ma sempre corretta. Che sia questo il metodo trovato dagli sceneggiatori per tenerla ancora al centro della scena? Come biasimarli.The_Good_Wife_505-03

Altra cosa che continua a lasciarmi perplessa è il rapporto Peter e Alicia. Non vediamo mai molte scene tra i due (Noth costa) ma i King sembrano riproporci ossessivamente sempre lo stesso schema. I loro intercorsi amorosi nascono e si svolgono sempre allo stesso modo: brevi, frenetici e quasi sempre innescati da momenti di esaltazione improvvisa. Non ve ne sono di altro tipo. E io non capisco se sia semplicemente una delle fantasie preferite dei King o un messaggio di qualche tipo che cercano di ribadirci ancora e ancora senza però arrivare mai al nocciolo della questione.

L’episodio si conclude con un parallelismo. Da una parte Alicia, Cary e i loro colleghi bambocci che brindano al loro successo in un’atmosfera di gioia e esultanza luminosa, dall’altra Will e Kalinda (che in questo episodio ha guadagno 100.000 punti!) nella penombra dell’ufficio ad affogare nel whiskey il dolore di un tradimento condiviso. Il loro rapporto particolare si rafforza ancora di più in questi frangenti in cui Kalinda è rimasta l’unica di cui Will si possa davvero fidare. E quando Will annuncia che conquisterà il mondo e brucerà chiunque si metterà sulla sua strada sono brividi veri.

Difficile immaginare ora a cosa porteranno questi sconvolgimenti così drastici. Io so solo che scoprirlo sarà un vero piacere considerati i livelli stellari raggiunti dai primi episodi di questa stagione. The Good Wife è il telefilm migliore in onda in questo momento? Secondo me poco ci manca.

Comments
To Top