Good Wife (The)

The Good Wife: Recensione 7.18 – Unmanned

The-Good-Wife

Unmanned è senza dubbio quello che con una metafora culinaria, per rimanere in tema pasquale, possiamo definire un piatto ricco. Finalmente accadono cose importanti che aspettavamo da qualche tempo, vengono messi in scena twist narrativi che hanno il compito di tirare le fila della trama orizzontale, quella imbastita lungo le sette stagioni e non solo in questa corrente.

The-Good-WifeOltre ai ritorni graditi (Anna Camp nel ruolo di avvocato ci sarebbe piaciuta con un ruolo fisso sin dalla sua comparsa!) e agli addii un po’ repentini e tristi, succede quello per cui noi fedeli fans di The Good Wife abbiamo pazientemente aspettato da sempre: Alicia chiede il divorzio a Peter.
Finalmente vediamo la luce in fondo al tunnel, anche se dovremo attendere il prossimo episodio per capire se i tentativi di Peter avranno un peso sulle tempistiche del divorzio. La goccia che ha fatto traboccare il vaso per Alicia è stata l’ingerenza di Peter. Entrato nell’appartamento dell’ex moglie ha avuto l’ardire di fare “la pipì agli angoli“, marcando un territorio già da molto tempo non più suo, lo stesso uomo che ha cornificato Alicia quando ha voluto e che l’ha resa una donna debole e fragile per lunghi momenti della sua vita. Ora lo stesso uomo si permette di ritenersi offeso dalla relazione che la moglie “gli sbatte” in faccia.
Se gli sceneggiatori di The Good Wife, avevano intenzione di costruire il personaggio più odioso della storia dei mariti del piccolo schermo, beh senza dubbio ci sono riusciti. Peter non ci fa pena né tanto meno ci dispiace per i suoi guai giudiziari, anzi io tifo per il procuratore e spero che lo sbatta dentro.

The-Good-WifeAlicia sottolinea che la decisione del divorzio non riguarda la sua relazione con Jason, ma è ovvio come proprio l’avvicinamento con l’investigatore privato l’abbia portata a riguardare la sua vita e a scegliere di compiere delle scelte da troppo rimandate.
Se guardiamo indietro vediamo, anche noi spettatori, un personaggio cambiato, evoluto e cresciuto. Una donna indipendente che sceglie di voltare finalmente pagina. Alla luce di questo cammino s’inseriscono bene anche le relazioni in parte platoniche che Alicia ha avuto dopo Will. Facevano parte di una presa di coscienza che aveva bisogno dei giusti tempi di sviluppo.
Dal punto di vista puramente tecnico, il casting di Jeffrey Dean Morgan è stato azzeccassimo, la sua chimica con la Margulies è palpabile, si vede che si trovano bene a lavorare insieme e ovviamente quando accade questo, anche gli sceneggiatori scrivono i copioni tenendo presente la chemistry naturale degli attori. Le loro scene sono sempre fluide, naturali tanto da ricordare le scene migliori tra la Marguiles e Josh Charles, feeling che non si era instaurato invece con Matthew Goode.
In Unmanned vediamo anche il procedere della “guerra” tra Cary, David Lee e Diane. Chi ne esce apparentemente sconfitto è Cary, il quale decide di lasciare lo studio e con esso quel mondo arrivista, stressante e cattivo, in cui la persona che hai fatto riassumere ti silura con il sorriso. Cary se ne va perché non sopporta la guerra e perché detesta anche solo l’idea di trasformarsi nel padre, un uomo arrivista e senza scrupoli, qual è David Lee ad esempio.
The Good WifeNon sappiamo se lo studio al femminile come sogna Diane si realizzerà, sappiamo solo che il vincitore in tutta questa corsa alla poltrona migliore è Cary che sceglie altri lidi.
Le trame satelliti ad Alicia in questa stagione hanno fatto un po’ acqua da tutte le parti, bisogna dirlo, e anche questa scelta di Cary sarebbe stata più comprensibile se accompagnata a uno sviluppo più sensato del suo personaggio. È chiaro che per qualche ragione a me oscura (solo ragioni narrative?) si è scelto di mettere Cary in terzo piano e promuovere Lucca quasi a co-protagonista.
Da questo punto di vista sarebbe stato gradito una maggiore coerenza e rispetto per i fans storici della serie.

Ci stiamo avviando alla fine dei giochi e ora si percepisce, io mi aspetto ancora fuochi d’artificio e colpi di scena da qui alla fine.

Per restare sempre aggiornati su The Good Wife, con foto, news, interviste e curiosità, vi consigliamo di passare per The Good Wife Italia e ricordatevi di mettere like alla nostra pagina Facebook per tutte le novità su tv e cinema.

7.18 - Unmanned
  • Peter, ciao!
Sending
User Review
4.33 (6 votes)
Comments
To Top