fbpx
Good Wife (The)

The Good Wife – 4.01 I Fought the Law

La premiere di The Good Wife era una delle cose che più attendevo di vedere.
Il cliffhanger della terza stagione era stato veramente bello e aveva sollevato vari quesiti, l’attesa era salita poi grazie anche al casting della quarta stagione svolto in estate.
I produttori si sono dati da fare per trovare un attore che interpretasse il marito di Kalinda e dopo varie congetture – TvGuide aveva ventilato la possibilità che fosse Idris Elba il prescelto- la scelta è ricaduta su Marc Warren attore inglese. Sin dalle prime scene capiamo che la storyline di Klainda sarà centrale e forse una delle più approfondite per buona parte della stagione.
Il marito di Kalinda la rivuole a casa. Dopo aver mandato uno scagnozzo a cercare di recuperarla, Nick compare alla Lockhart & Gardner come nuovo cliente dello studio, il rapporto tra i due è inquinante e violento, Kalinda è tutt’altro che una povera donna in difesa è sempre stato un personaggio se pur misterioso molto forte, vederla nel ruolo di donna maltrattata fa uno strano effetto.
Il rapporto è molto realistico per come narrato in queste prime scene.

Per il resto Alicia è impegnata a tirare fuori dai guai il figlio che viene fermato per sospetto possesso di stupefacenti ma accusato di oltraggio al pubblico ufficiale per aver registrato la perquisizione del poliziotto. Alicia cerca di usare i suoi agganci -ma non il nome del marito che scomoderà solo alla fine creando un piccolo incidente tra contee -per risolvere la questione e far uscire il figlio indenne dalla vicenda, è però Zach a salvare la situazione con la pubblicazione di un video su YouTube in cui si dimostra che molti arresti del poliziotto Robb si basano su perquisizioni illegali.

Parallelamente Diane e Will devono vedersela con il fallimento dello studio.
Così come l’America e l’Europa se la vedono con una crisi economica che non sembra arrestarsi, anche lo studio è in debito di 60 milioni di dollari. Il giudice pone l’azienda sotto la cura di un fiduciario, Clarke Hayden, che annuncia dopo qualche colloquio che dovrà tagliare il 30 % del personale. Nonostante i problemi Will e Diane brindano alla fine della sospensione di Will dalla pratica legale pronti a combattere per salvare lo studio da questo periodo difficile.

L’episodio è un po’ sottotono rispetto a come siamo stati abituati con The Good Wife, la parte più interessante è l’arrivo del marito di Kalinda e il rapporto dei due, grazie anche all’eccellente recitazione di Marc Warren e Archie Panjabi, entrambi anglosassoni e con molta chemistry.
Per il resto, Alicia è distratta dalle vicende del figlio e sappiamo che le storyline che coinvolgono i figli di Alicia sono sempre deboli se non proprio fastidiose, non è chiaro se per la scelta dei due attori che li interpretano o per come sono sceneggiate rispetto alle vicende degli ‘adulti’.

 

Varie ed eventuali:

• Cary Agos è tornato! Si spera però che non sia usato così marginalmente come in questo episodio, sarebbe un vero peccato.
• La nuova giornalista interpretata da Kristin Chenoweth vuole intervistare Will riguardo la campagna di Peter! Si prevedono problemi all’orizzonte
• Matthew Perry è impegnato con la sua nuova serie Go On e quindi non potrà partecipare com’era nei piani degli sceneggiatori in questa stagione, in questo episodio ritorna brevemente nel suo ruolo di candidato repubblicano Mike Kresteva.

L’episodio è dedicato a Tony Scott, fratello di Ridley, morto suicida quest’anno.

Comments
To Top