fbpx
Recensioni Serie TvSerie Tv

The Fosters: Recensione dell’episodio 1.11 – The honeymoon

Dopo 5 mesi di pausa ecco che ritorna The Fosters, con altri dieci episodi che compongono la seconda metà di questa prima stagione. Negli ultimi sviluppi del decimo episodio, avevamo lasciato Callie che dopo aver baciato il fratello adottivo, Brandon, decide di scappare con l’ex fidanzato,Wyatt, pensando che la sua famiglia sarebbe decisamente stata meglio senza di lei e che nessuno la sarebbe mai andata a cercare.

Questo undicesimo episodio in linea con i colpi di scena del precedente, purtroppo, si focalizza quasi interamente sulla fuga di Callie. Uso “purtroppo” perché ritengo che Callie sia l’elemento debole di questo telefilm, le capacità interpretative di Maia Mitchell, sono molto limitate e la parte della sedicenne schiva, problematica, che non riesce a essere felice, non le riesce per niente bene! Ha una sola espressione per qualsiasi tipo di emozione negativa e tutto un episodio incentrato sul dramma della sua fuga (dove quindi di emozioni positive ce ne sono molto poche) risulta davvero troppo fastidioso! Per fortuna bilanciano almeno gli altri attori che non dico siano dei fenomeni ma per lo meno sono in grado di recitare e sono convincenti nei loro ruoli, soprattutto la parte adulta della famiglia, ovvero le due mamme, Lena e Stef e l’ex marito di quest’ultima; direi che le scene delle due mamma che girano in macchina alla ricerca di Callie o il divertente siparietto dell’ex marito che si ritrova ad occuparsi degli altri quattro ragazzi rimasti a casa e si barcamena tra colazione, pranzo e ritardi scolastici, sono decisamente le scene più credibili e piacevoli dell’episodio.

Interessante anche il “triangolo” tra Mariana, Jesus e la fidanzata di quest’ultimo, nonché migliore amica della prima, Lexie. Lei The.Fosters.S01E11avvisata all’ultimo dai genitori che non tornerà più negli Stati Uniti, non ha il coraggio di dirlo ai due gemelli e per la prima volta vediamo Mariana mettere da parte l’invidia e la gelosia verso il fratello e concedere un bel momento ai due fidanzatini per lasciarli dirsi addio.
Torniamo però su quello che non funziona di questo episodio, ovvero, come già anticipato, la fuga di Callie. Va bene che non possiamo pretendere troppo da un telefilm dell’ABC Family, che probabilmente come target di pubblico ha ragazze dai 12 ai 20 anni, però la costruzione e messa in atto del piano di fuga è davvero grottesca e fa acqua da tutte le parti. Partiamo dal fatto che Callie scappa da casa con l’idea di non farvi mai più ritorno, andare nell’Indiana con Wyatt, trovarsi un lavoro, una casa, farsi una nuova vita, si porta via tutti gli inutili capi di abbigliamento che ha in casa, e cosa tralascia? I documenti e il cellulare…. Entrambi elementi che in neanche una giornata, faranno miseramente fallire i suoi sogni di una gloriosa fuga verso l’Indiana.

Appena la famiglia scopre che è fuggita, prende il suo telefono e chiama Wyatt che per il bene della sua ex innamorata confessa, senza ritegno alcuno, in che Motel si trovano. Giusto il tempo per trascorrere la notte abbracciati e i due fuggitivi, la mattina, hanno già le mamme alle calcagna pronte a riprendersi Callie. Però… non può essere tutto così semplice, perché se la fuga finisse qui, Callie avrebbe fatto troppe poche stupidaggini e la solo idea che non si comporti da idiota non è lontanamente accettabile; per cui Callie, avvistate le mamme dalla finestra della stanza, decide che l’idea giusta è salire sul primo camion diretto verso il nowhere.
Arrivata non si sa in che sconosciuto paese californiano prova a cercare lavoro nella prima tavola calda che vede, ma ovviamente questo geniale tentativo fallisce quando il proprietario del bar le fa notare che senza documenti, senza telefono, e senza una casa, non ti assumono neanche se sei tu a pagare loro.

Sfumati i sogni di gloria, Callie decide di gironzolare su un autobus fino a notte fonda, farsi due chiacchiere con una prostituta e telefonare nella prigione federale in cui pensa sia rinchiuso il padre, dove i poliziotti la avvisano che il padre è uscito di galera da più di anno.

FOSTERS_SEASON_1_EPISODE_11Anche la scelta finale a veramente dell’assurdo, lei che è scappata di casa perché innamorate del fratello adottivo, e spaventata dalle possibili complicazioni (ovvero essere scoperti e che le madri mandino via lei e Jude), piuttosto che tornare a casa e pensare ad una soluzione tipo nascondere il loro amore o fingere che il bacio non ci sia mai stato, crede sia meglio farsi arrestare, cosicché in galera sia forzatamente lontana dai Fosters e non crei più problemi. Entra in un negozio e provoca il cassiere rubando del cibo, e costringendo il cassiere a chiamare la polizia. Capisco il fatto che debbano occupare altri dieci episodi e quindi debbano creare un po’ di problemi che potranno trattare ed eviscerare nelle prossime puntate, ma questo episodio non fila proprio, scelte innaturali, incomprensibili, che rendono difficile riuscire ad apprezzare la puntata.

1.11 The honeymoon

grottesca

valutazione globale

User Rating: Be the first one !

Valentina Lendspines

"Satia te sanguine, quem sitisti cuiusque insatiabilis semper fuisti"

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button