fbpx
Following (The)

The Following: da questa sera in prima visione tv su Sky e Mediaset premium

A pochi giorni di distanza dal debutto trionfale avvenuto in USA (oltre 10 milioni per l‘episodio pilota), arriva in Italia un vero e proprio evento televisivo in 15 episodi, che vanta una scrittura di altissimo livello, una tensione narrativa da togliere il fiato, immagini scioccanti e ottimi interpreti.

Un mix di altissima qualità, un prodotto prestigioso, ideale per un pubblico esigente e attento come quello di una pay tv. The Following (a questo link potete leggere la recensione del pilot), serie ideata da Kevin Williamson, già produttore di Dawson’s Creek,The Vampire Diaries e della saga di Scream, ha già creato grande interesse intorno a sé: il caso da risolvere è estremamente inquietante, il terreno di gioco  decisamente tecnologico, il protagonista, l’agente Ryan Hardy, è l’indimenticabile Kevin Bacon. Un’altra grande star del cinema sedotta da un interessante progetto per il piccolo schermo, come già è accaduto – con eccellenti esiti – ad Alec Baldwin (30 Rock) Glenn Close  (Damages), Tim Roth (Lie To me), James Woods (Shark) solo per citarne alcuni

The Following 101aLA CACCIA AL “SOCIAL KILLER”

Secondo l’FBI ci sono circa 300 serial killer attivi negli Stati Uniti, cosa accadrebbe se questi assassini trovassero un modo sicuro di comunicare l’uno con l’altro? Con l’ingresso del mondo social nella realtà di tutti i giorni, la caccia agli assassini cambia radicalmente, siamo di fronte ad un “social  killer” l’ultima frontiera del giallo in tv, un filone che oltreoceano è già una realtà.

In The Following Kevin Bacon è il tormentato agente Hardy, ex profiler dell’FBI sulle tracce di un pericoloso serial killer fuggito di prigione dove lo stesso Hardy lo aveva confinato e pronto a seminare morte e terrore.  L’agente si renderà presto conto che il killer è un “Twitter addict” e ha dato vita ad un vero e proprio seguito (‘following’) di emulatori, sfruttando la tecnologia e i social network. Inizia così un lunghissimo e appassionante gioco psicologico. Nel cast anche James Purefoy (Rome) è il serial killer Joe Carroll, appassionato dei romanzi di Poe; Maggie Grace (Lost) nel ruolo delladottoressa Sarah Fuller e Shawn Ashmore è l’agente Mike Weston

LA COPERTURA IN TV

Si tratta della prima volta che Sky e Mediaset Premium trasmettono “in contemporanea” una serie inedita: i diritti, originariamente in mano alla pay-tv del Biscione giacché distribuiti da Warner, sarebbero stati «espressamente richiesti» da Sky a Mediaset Premium, che li ha ceduti nell’ambito di un accordo ben più ampio inaugurato in estate con i diritti calcistici di Champions ed Europa League.

Nonostante la cessione dei diritti completi della serie, Premium manterrà un leggero vantaggio: già oggi, 4 febbraio, infatti in occasione della messa in onda del primo attesissimo episodio, Premium Crime lo trasmetterà alle 21.10, mentre Sky Uno (h. 22.40) e Sky Cinema 1 (h. 23.15) lo programmano in seconda serata, oltre che su Sky On Demand.

mediaset-premiumSempre oggi, Premium Crime trasmetterà anche il secondo episodio in lingua originale con i sottotitoli in italiano, a soli 7 giorni di distanza dalla messa in onda americana. E così si procederà anche nelle settimane successive, a partire da lunedì 11 febbraio, quando si potranno seguire, in sequenza, il secondo episodio doppiato e il terzo in lingua originale.

Lo stesso “format” si avrà (a regime) anche su Sky, ma la programmazione qui è di casa il martedì: dopo l’anteprima di questa sera, martedì 12 febbraio saranno riproposti i primi due episodi doppiati, mentre dal 19 febbraio si avrà anche qui un episodio doppiato e il nuovissimo in versione originale, tutto su Sky Uno (e successivamente anche su Sky On Demand). Ma Sky per tutta la serie potrà vantarsi dell’esclusiva dell’Alta Definizione, in modalità lineare, assente invece sul digitale terrestre.

L’alta definizione di Premium è limitata invece a Premium Play: ogni martedì infatti sarà possibile seguire l’episodio doppiato trasmesso la sera prima su tutti i device connessi abilitati, e anche in HD per quelli collegati alla tv (vale a dire i decoder bollino gold, XBox 360 e le nuove Smart Tv Samsung).

Fonte: Comunicato stampa

Comments
To Top