fbpx
Flash (The)

The Flash: Recensione dell’episodio 1.21 – Grodd Lives

Fosse stata una qualsiasi altra serie, il fatto di aver spezzato il ritmo dell’azione che riguardava il rapimento di Reverse Flash ai danni del povero Eddie per dare spazio ad un improbabile caso della settimana, m’avrebbe mandato su tutte le furie. E invece quando succede in The Flash, viene tutto orchestrato così magistralmente che non ti accorgi nemmeno che ti stanno facendo vedere una storia solo per rimandare lo svolgimento di quella principale. The Flash 1.21 grodd lives 1Categorie come “caso della settimana” non sono neanche lontanamente applicabili, almeno in questa fase finale, a questo telefilm. Il doc Wells non resta nell’ombra solo per chiacchierare amabilmente col suo ospite consanguineo, ma sguinzaglia il terribile Grodd per riuscire in tutta sicurezza a creare una chiave che lo porterà a breve (leggi: negli ultimi due episodi in arrivo della stagione) ad aprire un varco temporale verso casa. Che poi, sbaglio o il rifugio in cui si trova nella scena finale più che ad una navicella spazio-temporale assomiglia a una delle tante zone sotterranee degli Star Labs? Se così fosse, è l’ultimo luogo in cui Cisco e Cait andrebbero a cercare!

A mio modo di vedere, la battaglia contro Grodd è una delle sfide meglio costruite tra quelle finora viste in The Flash, con due pecche clamorose però proprio nel finale. Un metagorilla con poteri psichici che permettono di controllare la mente dei propri avversari e con poteri fisici tali da poter bloccare un pugno lanciato a velocità supersoniche e da distanze chilometriche, direi che non è il classico nemico da poter sconfiggere con la solita intuizione geniale. La paura stessa che ispira con la sua sola presenza (rappresentata magistralmente da Jesse L. Martin) arriva non solo ai tre moschettieri che si avventurano nelle fogne di Central City ma anche a tutti quelli che a casa stanno comodamente seduti sul proprio divano. Barry mostra ancora una volta un coraggio straordinario nell’affrontarlo a colpi di pugni nonostante l’evidente inferiorità fisica e mentale: il modo in cui la sua mente è completamente soggiogata dal mostro lo rende inoffensivo (oltre a farlo soffrire) come forse mai finora. The Flash 1.21 grodd lives groddMa è qui che ci sono i due punti oscuri. Il primo è assolutamente opinabile e mi rendo conto che può essere piaciuto invece a tante persone: la voce della propria amata forse è l’unica cosa che è capace di penetrare davvero nel fondo dell’anima di una persona e di risvegliarla dal controllo di qualsiasi forza oscura. Ecco allora che Barry “con la sola forza dell’amore” spezza l’incantesimo ed è pronto per fare la sua mossa geniale che lo porterà alla vittoria. Tutto molto toccante ed emozionante, ma è un po’ banale. Chiariamo: l’episodio resta lo stesso pazzesco, ma se si fosse trovato un modo un tantino diverso per risolvere questa situazione sarebbe stato ancora meglio, dato che è un qualcosa di visto e rivisto. Secondo punto: la mossa geniale di Barry. Ora, io non so molto di roba fisica e quando mi metto a fare calcoli inizia a scendere anche una goccia di sudore dalla fronte, però se tu super gorilla riesci a resistere ad un pugno supersonico come quello che ti scaglia contro Flash (mica Usain Bolt) partendo da più di cinque miglia di distanza, perché allora un treno ti spazza via come se fossi un’innocua mosca? Mi sono perso qualcosa? Ricordo che in passato in questo stesso telefilm queste cose non venivano risolte così alla buona. Insomma, spero che quando Grodd tornerà in azione contro Flash riesca a sfruttare meglio tutto il potenziale devastante che ha a disposizione.

Dulcis in fundo ecco che Iris, specializzatasi in entrate a sorpresa, finalmente scopre tutta la verità su quello che riteneva il suo migliore amico. Non sono mai stato un fan di questa ragazza che ha tanti fili collegati male in testa e a cui piace tanto parlare a caso, quindi non sono la persona più adatta per commentare il lungo flusso di parole cThe Flash 1.21 grodd lives irishe è uscito dalla sua bocca questa settimana. Mi rendo conto però che addirittura l’intero episodio può essere valutato in maniera diversa se si cambia la prospettiva principale da Grodd a Iris. E’ il suo episodio, in questo senso: una stagione intera passata un gradino dietro agli altri, ecco che ora riesce perfettamente ad integrarsi con l’intero Team Flash e a dare una mano allo stesso Barry. Le conseguenze di tutto quello che ha scoperto adesso sui suoi sentimenti e su quelli di Barry verranno a galla nei prossimi due episodi, quando bisognerà anche capire il vero ruolo in tutta questa faccenda di Eddie, che mi sembra fin troppo strapazzato e messo da parte come se non avesse voce in capitolo in nulla.

Per informazioni, news, foto e ogni aggiornamento su The Flash vi consigliamo di seguire la pagina The Flash Italia, You can inspire people.ϟ ARROW & the FLASH ϟ

Comments
To Top