fbpx
Recensioni Serie Tv

The Flash: Recensione dell’episodio 1.01 – City of Heroes

Dopo la fortunata esperienza di Arrow, la CW decise, molto tempo fa, di raddoppiare la proposta tratta dall’universo DC Comics, inserendo alcune prime vicende di Barry Allen, colui che diventerà Flash, nella già lanciata serie tv incentrata su Oliver Queen, la Freccia Verde. E i risultati per la CW si sono visti: come ormai tutti sappiamo questa premiere è stato lo show più visto del canale “cenerentola” della tv broadcast americana da anni a questa parte (dalla premiere di The Vampire Diaries).

flash 101gIl legame con la serie che ha visto i suoi primi vagiti qui viene riproposto in due modi: Barry incontra Oliver su un tetto di Starling City, gli racconta cosa è successo (cosa che noi vediamo prima di questo momento) e si fa dare qualche consiglio dall’amico e compagno supereroe. Inoltre, il titolo di questa premiere City of Heroes ricalca palesemente il titolo del primo episodio della seconda stagione di Arrow, anche in quel caso concentrata su una “rinascita”, un cambio di mentalità del protagonista e una nuova missione da compiere. Il legame tra le due serie è stretto e pur agendo in due “scenari” distinti, possiamo aspettarci contaminazioni reciproche.

Questo The Flash rende moderna la storia di Barry Allen, che esordì nel mondo DC Comics nel lontano 1956. The Flash in realtà è ancora più vecchio: il primo ad indossarne i panni fu Jay Garrick, nel lontanissimo 1940, in quello che la DC comics giustificò poi come un universo parallelo, ma Allen fu da allora il vero Flash. Oltre al nome, diverse caratteristiche vengono riprese, in modo aggiornato: la sua passione per la scienza, il far parte delle forze di polizia, la sua amicizia con Iris West e il momento di trasformazione dovuto ad un fulmine che rompe diversi composti chimici (anche se nell’originale sicuramente non c’erano discorsi legati ad acceleratori di particelle). Quello che noi possiamo dire, sicuramente, è che oltre ad essere molto vicino al Flash dei fumetti, questa versione e questo protagonista sono decisamente azzeccati.

L’interpretazione di Gustin riesce a rendere giustizia ad un ragazzo entusiasta, ma fragile che si trasforma in difensore della Città perché, come direbbe un altro supereroe, da gradi poteri derivano grandi responsabilità.

flash 101hHo trovato inoltre moltissimi riferimenti che hanno sicuramente il timbro “nerd approved” che prendono spunto da diversi elementi della cultura fumettistica e televisiva, come da X-men, con il Dottor Wells che è un emulo del Professor Xavier, con la sua carrozzina (anche se poi scopriremo ben altro), da Misfits con un città dove le mutazioni sono state tante per via di un temporale e per ora non è dato sapere quante (anche se Misfits è poi un’altra cosa), un omaggio a Sherlock con le deduzioni “a vista” sullo schermo. Insomma, la serie si qualifica come “siamo nerd e ne siamo fieri” (Cisco è il primo della lista, ovviamente).

Ecco, quello che mi ha colpito di questo pilot, giusto per restare in tema, è la velocità. Abbiamo già una squadra, bella pronta, l’identità di Barry è già nota anche al poliziotto padre di Iris e anche un po’ suo padre putativo, abbiamo già un costume, cattivi a profusione creati dalla tempesta che daranno, almeno nella prima parte di questa stagione, tanti buoni spunti di trama verticale col cattivo di settimana (tutto sta a vedere se vorranno dedicarci tanto tempo e spazio alla parte procedurale), un bel mistero già confezionato, anzi, visto che ci siamo pure due o tre. Abbondanza insomma.

flash 101fEh, sì, perché non si fa economia di misteri in questa serie: oltre all’ovvio mistero del motivo di chi o cosa abbia trasformato Allen e tutti gli altri in quello che sono (energia che viene da altri universi ma non si sa dove e cosa è un concetto che non può essere lasciato lì così) abbiamo quello che “deve” per forza essere il background di ogni supereroe/vendicatore che si rispetti; un inspiegabile omiciodio/morte legata ad un membro della famiglia e visto che c’eravamo buttiamoci dentro un padre ingiustamente accusato. C’era un altro Flash che correva come un pazzo attorno alla madre di Barry? Perché? e soprattutto, se è stata l’esplosione dell’acceleratore di particelle a creare tutto, come faceva ad esserci questo Flash nel passato?

E visto che di tempo parliamo, eccoci ad aggiungere un bel Dottor Wells che camminando tranquillamente si va a leggere un giornale proveniente dal futuro in una stanzetta segreta. Sarà troppa roba? Forse no se gestita intelligentemente e se servirà a smorzare l’inevitabile trama verticale del caso di settimana.

flash 101cCaso della settimana che è stato introdotto anche in questa premiere, come accennavamo prima, e che viene gestito, per forza di cose, in modo abbastanza rapido e senza troppo sforzo, vista la mole di materiale di cui si doveva parlare, e tenendolo come più funzionale alla trasformazione di Allen e allo scoprire una parte di trama orizzontale che non fine a se stesso.

Soffermandoci un attimo sul cast, a parte il già citato Gustin, la squadra che circonda il nuovo eroe sembra già ben amalgamata, con personalità diverse e complementari, anche se al momento sono per forza di cose solo abbozzate. Manca sicuramente un carattere forte come Felicity di Arrow, ma quello è difficilmente replicabile, a mio avviso.

Tutto sommato una buona introduzione, considerando anche che era la ripresa di alcune cose viste mesi prima, che ha molto materiale su cui lavorare e che ora dovrà dosare bene le sue trame orizzontali e verticali per mantenere alto il livello di interesse che è stato massiccio in questo inizio. Dovremo sicuramente attendere per vedere la storia strutturarsi bene. In un universo che necessità di una “mitologia” e con molti personaggi da tratteggiare meglio sicuramente ci vorrà pazienza, sempre che Flash non sia veloce anche in questo.

Per informazioni, news, foto e ogni aggiornamento su The Flash vi consigliamo di seguire la pagina The Flash Italia

1.01 - City of Heroes

Rapido

Valutazione globale

User Rating: 4.46 ( 3 votes)

Articoli correlati

Back to top button