fbpx
Attori, Registi, ecc.

The Danish Girl: Eddie Redmayne parla della nascita del film e della differenza con gli altri ruoli interpretati

the danish girl

The Danish Girl, Tom Hooper, Eddie RedmayneIl sito americano ComingSoon.net ha intervistato l’inglese Eddie Redmayne in occasione dell’uscita negli USA della pellicola The Danish Girl. Firmato da Tom Hooper (Il Discorso del Re, Les Miserables), il film è già in profumo di Oscar, ricevendo elogi soprattutto per l’interpretazione di Redmayne (qui trovate anche la nostra recensione fatta alla presentazione in anteprima alla Mostra del Cinema di Venezia).
La trama racconta la storia, ambientata a Copenhagen nei primi anni ’20, dell’artista danese Gerda Wegener che dipinge un ritratto del marito Einar vestito da donna. Il dipinto raggiunge grande popolarità e Einar inizia a mantenere in modo permanente un’apparenza femminile, mutando il suo nome in Lili Elbe. Spinto da ideali femministi e supportato dalla moglie, Elbe tenta di effettuare il primo intervento per cambio di sesso da uomo a donna. L’intervento avrà grosse ripercussioni sul suo matrimonio e sulla sua identità. “Il processo di preparazione è stato di grande educazione per me e penso che con tutte le discussioni negli ultimi anni riguardo la comunità transgender sia un film di grande importanza” ha commentato l’attore, che veste i panni di Einar/Lili.

The Danish GirlParlando della collaborazione con Lana Wachowski, Redmayne ha raccontato: “Tom Hooper mi ha offerto questo ruolo mentre stavamo girando Les Mis, ma il film non aveva finanziamenti quindi non si sarebbe potuto fare. Quando stavo girando Jupiter Ascending ha raccontato la storia a Lana e lei era affascinata da questi due personaggi e insieme abbiamo affrontato in modo approfondito ogni arco della storia. Lana è una mente brillante e mi ha parlato di Man Into Woman, il libro che fu pubblicato subito dopo la morte di Lili, dicendomi che avrei dovuto iniziare da lì per prepararmi al ruolo. Ho presentato Lana e Tom e il tutto è successo quando il film era ancora ad uno stato embrionale”

“Il sogno di ogni attore è di interpretare persone interessanti e io avevo appena interpretato Stephen Hawking ed ero già al settimo cielo. Il fatto che ho avuto la possibilità di vestire anche i panni di Lili è stata un’immensa fortuna”. Proprio affrontando questo tema, una delle differenze maggiori rispetto a La Teoria del tutto è che se Hawking è ancora vivo e c’è molto materiale video da cui prendere spunto per l’interpretazione, nel caso di The Danish girl non è stato così semplice: “C’era molto materiale a livello storico, molte foto di Lili e Gerda ma anche ritratti di Lili fatti da Gerda. Poi c’era il libro Man into Woman, sebbene non è chiaro se fosse una fonte sicura.
The Danish GirlInoltre il libro di David Ebersoff che è un racconto romanzato della storia vera e pertanto non completamente veritiero. Sono riuscito a documentarmi molto ascoltando le storie dei trans di oggi, sono stati tutti molto generosi nel condividere con me le loro esperienze che mi hanno permesso di educarmi a riguardo. Mentre l’interpretazione l’ho voluta trovare da qualche parte in me, in mezzo a tutte queste informazioni”.

Interpretare un personaggio così importante per la comunità gay e trans ha reso nervoso Redmayne: “la paura del giudizio ti spinge a prepararti al massimo e lavorare sodo. Non so se avrò successo o no, ma la generosità con cui la comunità mi ha aiutato per preparami al ruolo di Lili è stata enorme. Spero solo che il film contribuirà a continuare la conversazione riguardo i problemi legati alla comunità trans”.

L’attore britannico ha fatto molti complimenti alla sua costar Alicia Vikander e ha sottolineato come l’empatia con il pubblico sia qualcosa di essenziale per un attore. “Cerco di non giudicare il personaggio che interpreto e allo stesso tempo voglio assicurarmi che sia umano. Gli esseri umani sono creature complicate”

Rispondendo invece alle domande riguardanti Animali fantastici: dove trovarli, il premio Oscar ha raccontato di aver incontrato J.K. Rowling: “La sua immaginazione è strabiliante, è come un’enciclopedia del suo mondo. Le ho fatto ottocento domande, era la mia ricerca. Anche David Yates è fantastico”. Il film è in lavorazione in questi mesi e verrà concluso a marzo del 2016. Mentre The Danish Girl è previsto in uscita in Italia per il 18 febbraio del 2016

Comments
To Top