fbpx
Carrie Diaries (The)

The Carrie Diaries: Recensione dell’episodio 1.04 – Fright Night

The Carrie Diaries ha un grande pregio: per essere un teen drama e visti certi prodotto in giro, dopo la visione delle prime quattro puntate possiamo dire che è stato realizzato come un prodotto curato. Il serial è riuscito a rendere alla perfezione l’atmosfera degli anni 80, ma soprattutto a caratterizzare i personaggi in maniera ottima rappresentando, tra l’altro, gli adulti come tali, invece che come macchiette trash (vedi Gossip Girl). Per ora non abbiamo assistito a trovate originali, ma quello che si è visto è sicuramente un ottimo prodotto e curato nella scrittura come nella recitazione.

The Carrie Diaries 104aLa puntata di Halloween (fa molto strano vedere una puntata di Halloween fuori stagione) si apre con Carrie che cerca di evitare in tutti i modi Sebastian. Ho trovato molto carino vederla cercare di nascondersi con ogni mezzo e regalarci, nel mentre, uno dei suoi momenti di riflessione.

La situazione più terrificante di quando vai alle superiori: quando vieni lasciata. E’ un posto cosi’ piccolo, non puoi evitare nessuno. E’ ironico. Il momento della tua vita in cui non sei in grado di gestire le tue emozioni e’ lo stesso di quando sei bloccata per otto ore al giorno con i veri responsabili di queste tue emozioni. Era come se stessi vivendo in un film dell’orrore fatto apposta per me… “Il risveglio del ragazzo che mi aveva spezzato il cuore.” E, a quanto pare, lo stavano proiettando ovunque.

Carrie si trova a dover affrontare il suo break-up e per farlo decide di andare con Walt (gradito ritorno) alla festa di Larissa a New York.

Durante la festa facciamo la conoscenza di Bennet, che attira subito le attenzioni di Carrie, ma scopriremo che lui è interessato ad altro.  Nonostante Carrie faccia di tutto per passare del tempo con il prince Charming, ahimè, si dovrà occupare di una Larissa sotto effetto di ectasy e non solo. Grazie alla situazione creatasi con l’uso delle droghe, riusciamo a comprendere di più il suo personaggio soprattutto nel momento in cui le due si confrontano sul tema “Nessun uomo e’ un’Isola, intero in se stesso. Ogni uomo e’ un pezzo del Continente, una parte della Terra.”.

Carrie ammette che si deve sempre preoccupare delle amiche e della sorella e che invidia la vita di Larissa, lei, invece, ci mostra la sua fragilità, il come essere straordinarie richieda un prezzo: osservare le altre persone, essere al passo con tutto e non essere inferiore a loro. Alla fine per quanto sia attorniata da tante gente il personaggio di Larissa è fragile e solo; questo viene reso benissimo, a mio parere, nella scena in cui mentre si strucca, e metaforicamente si toglie la maschera, riesce a far trapelare la sua solitudine e infelicità.

The Carrie Diaries 104cIn questa puntata si continua il discorso iniziato nella 1.02: la sessualità di Walt e la difficoltà ad ammetterla. Durante la festa Walt verrà baciato da Bennet, e reagirà come ci si aspetta da un giovane adolescente confuso su se stesso: mentire e scappare. Infatti, dopo aver detto a Bennett di essere fidanzato e eterosessuale, si da alla fuga, durante la quale assiste ad una scena comune di omofobia: due ragazzi che prendono di mira una coppia gay. Nonostante Walt difenda i giovani, una volta tornato a casa, corre da Maggie e decide di rimettersi con lei e, soprattutto, di fare l’amore per la prima volta con lei.

Forse vedere la scena in cui i gay non sono accettati è troppo per lui e preferisce vivere una bugia piuttosto che far parte di questo mondo, come egli stesso ammette a Carrie, e ammette, ovviamente senza rivelare la sua confusione sessuale, anche la sua paura di non riuscire a reggere tutto questo. Vedremo fino a quando riuscirà a farlo soprattutto se dovesse tornare Bennett.

Mouse e Maggie, nel frattempo, partecipano alla festa di Sebastian e, come dice Maggie, lo fanno per Carrie e per vedere cosa stia succedendo. Durante la festa Mouse sfiderà a pac-man Sebastian e avranno modo di parlarsi e di farsi una canna; Mouse in versione High era molto divertente, anche il dialogo tra loro due è stato d’aiuto per farci comprendere al meglio i due personaggi, per non dipingere Sebastian come il solito bello tenebroso che se ne frega degli altri, e per mostrarci le pressioni che ha Mouse da parte della famiglia.

The Carrie Diaries 104d

La riflessione con cui Carrie chiude la puntata racchiude al meglio tutti i 42 minuti dell’episodio:

Halloween e’ una festa in cui ci mascheriamo e indossiamo diverse versioni di noi stessi… La principessa, il demone, l’uccello che vola libero. E’ divertente non essere “noi”…e non dover affrontare la realtà, come siamo veramente e ciò  che ci spaventa…Come l’essere vulnerabili… O cosa davvero vogliamo per noi stessi.

Bella puntata, merita 4 stelline; spero che il prodotto rimanga come minimo a questo livello.

Best moments:

  • Il padre Tom propone a Dorrit di fare la foto insieme a Carrie e Walt perché sono tutti in costume e lei ribatte che si veste sempre cosi, la faccia del padre è priceless.
  • Tom in versione Chewbacca
  • L’introduzione di Bennet

Comments
To Top