fbpx
Recensioni Serie Tv

The Carrie Diaries: Recensione dell’episodio 1.03 – Read Before Use

“Read before use” è senza dubbio un titolo che fa riflettere. Alle volte siamo cosi eccitati da ciò che di nuovo abbiamo che non facciamo attenzione a come preservarlo, o addirittura a cosa esso realmente rappresenti per noi. È tutta una questione di etichette, tutti ne abbiamo una, come afferma Carrie in questa puntata, ma sarebbe uno sbaglio soffermarsi ad esse e non andare oltre l’apparenza delle cose.

The-Carrie-Diaries-1x03-3Carrie continua a dividere le sue giornate fra la vita scolastica e New York, ma il suo avvicinamento a Sebastian sempre più osteggiato dal padre giunge ad una rottura quando la nostra protagonista scopre che il ragazzo ha cambiato scuola dopo aver avuto una storia con l’insegnante d’arte. Ma è Sebastian a lasciare Carrie e non il contrario, forse perché la ragazza non ha considerato che la sua etichetta era “fragile” e tutti in fondo vogliamo una seconda possibilità, liberandoci dagli errori del passato. Tutti vogliamo ricominciare anche se non sempre è facile o addirittura possibile, fatto sta che in questa puntata anche Tom si lascia convincere dalle novità e con un amico si reca in un bar per single senza riuscire però a lasciarsi andare. La storyline del lutto famigliare dei Bradshaw è ogni volta più toccante e apprezzo il modo in cui è trattata.

Dopo la rottura con Walt, Maggie viene invece etichettata “melodrammatica” dalle sue amiche. Dovrà fare i conti con i vecchi ricordi della sua relazione e inaspettatamente fare coppia con Dorrit alla ricerca di un criceto. Quest’ultima potrà mai conquistarsi l’etichetta di “responsabile”? Credo che dovremmo ancora aspettare prima di liberarci dei suoi tormenti adolescenziali. The-Carrie-Diaries-1x03-2Posso comprendere la morte della madre, ma il personaggio della sorella di Carrie risulta a mio parere il meno riuscito e senza ombra di dubbio il più antipatico finora.

Mouse decide di dare una seconda possibilità a Greg ed insieme a Carrie e Larissa partecipa ad una serata a New York sulla Performance Art. Questa è la parte più interessante di tutta la puntata, se c’è una cosa che amo in questo telefilm sono i continui rimandi artistici, letterari, musicali e stilistici dei favolosi anni ottanta. Nessun rimando alla Gossip Girl su Facebook, ne cellulari, ne pc, ne Twitter. Solo modi di comunicare molto più personali e diretti per un’epoca in cui siamo sinceri probabilmente si viveva molto meglio.

The-Carrie-Diaries-1x03-4Alla mostra Carrie capisce riconosce la sua forza, il suo potere, la sua maturità in situazioni inaspettate e Mouse ottiene finalmente la tanto etichetta voluta ovvero quella di “ragazza”. Unica nota negativa è l’assenza di Walt, la sua condizione e il tentativo di accettare la sua omosessualità sarebbero stati fondamentali in una puntata che mira a riconoscere gli aspetti del nostro essere e l’andare oltre l’apparenza delle cose, liberandosi da pregiudizi.

FraM

Cresciuto, sin da bambino, a pane e serie televisive americane, amo recensire e conoscere orizzonti seriali sempre nuovi e stimolanti. Allevato con Beverly Hills 90210 e Melrose Place mantengo sempre una forte predilezione per i teen-drama, ma non disdegno il fantasy e il mystery.

Articoli correlati