fbpx
Recensioni Serie Tv

The Carrie Diaries: Recensione dell’episodio 1.02 – Lie with me

Prima che scoprissi il sesso e prima che andassi in citta’,c’ero solo io… Carrie Carrie Bradshaw.

E’ il 1984. L’anno di Ronald Reagan e delle spalline alla moda. Cerco di capire chi sono con

l’aiuto della mia famiglia, dei miei migliori amici, ed un nuovo ragazzo molto sexy…

La puntata inizia con questo intro che spiega cosa aspettarsi da questa serie, che mette in chiaro la diversità dalla serie madre, ma poi non così tanto, infatti la puntata di oggi ricorda molto l’impostazione di molte puntate di Sex and The City, soprattutto per quanto riguardo il momento in cui Carrie tira le file della puntata dandoci il suo parere sul topic della puntata. The Carrie Diaries 102cNella serie madre scriveva al pc davanti alla finestra, qui scrive un diario sempre davanti ad una finestra. Anche la conclusione della puntata rimanda a molte di Sex and The City in cui ci sono le 4 amiche insieme. Partendo da questo, a me la serie piace e piace molto, avevo un po’ di timore che la seconda puntata fosse un po’ sottotono in confronto al pilot, ma così non è stato. Mi piace molto l’aria che si respira nel telefilm, rivedere gli anni 80 con quei colori esagerati e stravaganti, la colonna sonora, i vestiti particolari, geometrici e con le spalline assurde.

Il topic di questa puntata sono le bugie e quanto sia più facile mentire che dire la verità, ma ad un certo punto, come dice la stessa Carrie, le bugie crescono finché non diventa difficile dire cosa e’ reale e cosa no. E noi possiamo vivere in questo mondo di finzione o affrontare la verità. Questo riguarda soprattutto Walt e Maggie: i due hanno problemi, ma raccontano bugie a se stessi e agli altri in cui minimizzano la situazione, ma alla fine Walt prenderà la decisione giusta, lasciando Maggie, e ammettendo solo una parte della verità, non dicendo la vera ragione della rottura. The Carrie Diaries 102bHo apprezzato molto la scelta degli autori di non tirare troppo per le lunghe i problemi della coppia, e soprattutto la scrittura delicata per parlare della situazione difficile di Walt in cui deve ammettere a se stesso quello che vuole; mi auguro che continui così anche nelle prossime puntate.

Carrie invece deve riuscire a conciliare la punizione, lo stage, Sebastian e la stravagante amica Larissa con il photoshooting; per ora sembra che ci possa riuscire nonostante alcuni piccoli problemi, tra tutti Donna che cerca in tutte le maniere di conquistare Sebastian, anche facendo la carina con Mouse, ma per fortuna la giovane non è per niente tonta! Altro problema è il padre che non vuole che Carrie esca con Sebastian per via di certe cose che sa sulla famiglia; io, devo ammetterlo, sono curiosa al massimo di sapere a cosa si riferisca.

La puntata si conclude nei migliori dei modi con le 4 ragazze e la voce fuori campo di Carrie che ci dice “ Non potevo negare il fatto che avevamo creato i nostri stessi problemi…Rotture, riappacificazioni, amori proibiti…Era difficile continuare a credere nell’esistenza dell’amore. Ma quello che sapevo essere vero… era che eravamo piuttosto fortunate ad averci a vicenda per sostenerci, sempre.”Ecco la futura Carrie quella che abbiamo amato, quella che ama New York le sue amiche e che cerca l’amore.

Serena

sin dalla tenera età davo già idea di quello che sarei diventata da grande: una divoratrice di "storie" e di sapere ed il mio peggiore nemico era la noia! Adoravo e adoro tutte le "storie", e ogni modo in cui potevano essere raccontate dai cartoni alle serie televisive, dai libri fino ai film, ad un opera d'arte.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pulsante per tornare all'inizio