100 (The)

The 100: Cos’è successo nel season finale? Parla Jason Rothenberg

the 100 cover

La quarta stagione di The 100 ci ha appena salutati quando a parlare dello sconvolgente finale è il produttore esecutivo Jason Rothenberg. Cosa abbiamo visto negli ultimi 5 minuti della puntata e cosa ci aspetta nella prossima stagione?

Il finale della quarta stagione e il Praimfaya

the 100

Attenzione Spoiler, ti consigliamo di non proseguire se non hai visto la 4×13 della serie tv The 100.

In Priamfaya Octavia e un gruppo di Grounders, incluso il 13esimo clan trova riparo in un bunker che si trova sotto Polis. Chiudono le porte mentre  Clarke, Raven, Bellamy, Monty, Harper, Murphy, Emori, e Echo sono ancora sull’isola di Becca. Clarke mette a punto un piano per tornare nello spazio e pare andare tutto bene, ma Claekw deve sacrificare sé stessa per permettere ai suoi amici di partire.

O almeno così pensa finché non realizza di essere sopravvissuta grazie al nightblood. Lo scopriamo a 5 minuti dalla fine quando la serie porta avanti le lancette di 6 anni e 7 giorni. La nostra Clarke non è sola, infatti con lei c’è una bambina, Madi, una nightblood di cui non conosciamo la provenienza.

La puntata si conclude con l’arrivo di una nave dallo spazio che, stando al nome sulla fiancata e a quanto trovato da Abby e Raven nei diari di Becca, dovrebbe essere della compagnia che spediva prigionieri a lavorare nello spazio sulle colonie.

LEGGI ANCHE: The 100: la recensione della quarta (catastrofica) stagione.

Le dichiarazioni di Jason Rothenberg

the 100 octavia

EW ha intervistato il produttore esecutivo della serie tv, l’amato-odiato Jason Rothenberg, per scoprire i suoi piani sulla quinta stagione.

[Clarke] in passato è sempre stata costretta a prendere queste orribili decisioni riguardo a chi dovesse sarcrificarsi. E in questa storia, questa scelta era di sacrificare sé stessa per i suoi amici così che loro potessero continuare. In quel momento non sapeva che ce l’avrebbe fatta. Non sapeva che il nightblood l’avrebbe salvata. Per questo dice “la mia battaglia è finita”.

Anche Bellamy ha dovuto prendere una decisione difficile, con quella che lui credeva fosse un grande sacrificio.

È molto simile alla scelta che ha dovuto prendere Clarke nel finale della stagione 1 quando ha dovuto scegliere se chiudere la porta [della navicella] a Bellamy e Finn, che erano fuori a combattere i Grounders. Qui Bellamy ha deciso di lasciare indietro Clarke e di chiudere la porta, letteralmente. Quello che ha fatto, è stato giusto secondo ciò che Clarke stava dicendo: “Devi usare la tua testa.” In questo caso lui sacrifica lei.

The 100 4x03

Ma parliamo di cose serie, ovvero della relazione tra Clarke e Bellamy.

È la più importante relazione dello show in termini di questi due leader che lavorano insieme e capiscono come sopravvivere insieme. La forza di uno è la debolezza dell’altra e viceversa.

Il finale si concentrava su Clarke e sul suo sacrificio: credeva che sarebbe morta a causa della premonizione di Abby e prova a dire a questo ragazzo, “Dovrai capire come farlo da solo. Dovrai usare la tua testa e il tuo cuore, non solo il cuore”. Bellamy è sempre stato molto emotivo e impulsivo. Reagisce in modo emotivo alle cose, che è importante a volte, ma è anche [importante usare la testa]. E alla fine è quello che fa in questo episodio.

Sì, ma come andrà avanti questa relazione? Mi dispiace dire che anche questa volta nessuna conferma sulla nostra ship preferita di The 100.

Prima di tutto, Bellamy e Clarke sono sempre stati al centro di questo show. È sempre stata la storia – ad alcuni livelli – della relazione che Clarke ha con Bellamy. E che sopravvivano o no dipende da quanto bene questi due esseri umani lavorano insieme – in senso romantico e non. Cerco di non prendere una posizione. Penso sia come il test di Rorschach: qualsiasi interpretazione è giusta, non esiste giusto o sbagliato. Finché non ci impegniamo sulla questione, tu sei libero di interpretarlo come vuoi.

LEGGI ANCHE: The 100: la pagella dei personaggi della quarta stagione.

Cosa ci aspetta nella stagione 5?

Jason Rothenberg passa a parlare del salto temporale di sei anni e una settimana.

Il tempo in cui ci ritroviamo è molto drammatico. Hanno passato 6 anni sottoterra costretti a capire come sopravvivere. Capiscono che sono bloccati là sotto come ci dice Clarke alla fine della stagione. Quella è una storia che vogliamo vedere. Quando vedremo Octavia all’inizio della stagione 5 è un grande momento WTF, e indagheremo su come lei sia arrivata a quel punto, quindi ci saranno dei flash back e racconteremo alcune storie all’interno del bunker così come sull’anello.

Secondo lo showrunner vedremo cosa è successo nello spazio: come sono sopravvissuti Bellamy, Raven e Monty. Il produttore assicura che rimarremo molto sorpresi da quello che vedremo lassù.

the 100 madi

Un altro punto interrogativo è l’identità di Madi che troviamo insieme a Clarke nel finale di stagione.

Le vibrazioni madre-figlia che vedi in quella scena sono reali. Non è la sua madre biologica, penso sia ovvio che la ragazza sia troppo grande per esserlo. Ma lei è una nightblood. Clarke era sola finché non ha trovato Madi.

Quando le troviamo insieme nell’episodio, loro sono già insieme da un numero di anni e fanno affidamento una sull’altra, sopravvivono insieme. Quello è un legame incredibilmente potente, e sarà una relazione importante per Clarke nella stagione 5.

Jason Rothenberg ci dice che Clarke avrà un nuovo modo di fare adesso che si sente responsabile in modo materno verso Madi. “Penso che sarà grandioso vedere come Clarke sia cambiata. Lei e Abby avranno un nuovo livello di comprensione una verso l’altra grazie a questo. È un nuovo territorio per Clarke“.

The 100: da Skaikru a Grounders

Una navicella piena di persone dalle intenzioni poco buone si sta dirigendo verso la Terra.

Sarà sicuramente un tema [della quinta stagione]. Mi piace perché è un cerchio completo. I 100 quando vengono giù, sono prigionieri. Loro erano i prigionieri che venivano sulla Terra che pensavano fosse inabitabile. E hanno capito che loro non erano sol. Adesso quei prigionieri stanno scendendo e noi racconteremo la loro storia su quanto sappiano riguardo a quello che stanno per affrontare sulla Terra.

Un cambio di prospettiva: Clarke è la Grounder e loro sono i 100, solo che hanno altri tipi di criminali.

La quinta stagione di The 100 andrà in onda in autunno, sei pronto a una avventura?

Fonte: EW

Comments
To Top