fbpx
100 (The)

The 100: Recensione dell’episodio 3.12 – Demons

the 100

the 100_4È capitato raramente in The 100 di assistere a un filler, ad un episodio cioè riempitivo, perché generalmente la trama di questa serie corre veloce, a volte anche troppo, quasi da non permettere una metabolizzazione degli avvenimenti. In Demons, invece, assistiamo in un certo senso a un episodio riempitivo, apparentemente per lo meno, visto che la trama di Emerson vendicativo che terrorizza i nostri teenager cresciuti nella vecchia Arkadia è un inframmezzo per far maturare la storyline della city of life.

La regia di questo episodio gioca un po’ con lo stile dei b movie, in modo devo dire intelligente, offrendoci uno stile leggermente diverso da quello a cui siamo abitati, con luce intermittente, primi piani ravvicinati in pieno stile film horror e riprese al buio. Un modo per dare movimento a una trama di per sé abbastanza inutile, se non per rimarcare come l’utilizzo dell’A.I. su persone senza sangue nero sia altamente nocivo. Clarke, infatti, riesce a mettere KO Emerson, innestandogli il chip di Lexa, causando la morte violenta e molto splatter dell’uomo.
In tutto ciò, non ci hanno fatto mancare l’ennesima morte. A rimetterci la pelle è il buon Sinclar nel suo ultimo tentativo di salvare la vita all’amata Raven.
Inizia a essere un po’ stancante questa tendenza a uccidere personaggi per il gusto di stupire. the 100Il rapporto padre/figlia, instaurato con Raven, che sembrava avrebbero approfondito prima o poi, si tronca così senza senso a mio avviso.
Un altro momento importante dell’episodio è senza dubbio l’elaborazione del lutto di Octavia, la quale finalmente può piangere sul corpo del suo amato Lincoln e cercare così di processare la perdita che l’ha colpita.
The 100 riesce sempre, nonostante la velocità delle trame, a far empatizzare gli spettatori con i personaggi e le loro storie e questo è un pregio importante della sceneggiatura, sicuramente non perfetta ma molto emozionante, in tutti i sensi.

La storyline della city of Life e Jaha s’incrocia a questo punto con quella ambientata a Polis e qui, secondo me, arriva il bello. Murphy ritrova la sua Emori, con la quale si confida non sapendo che anche lei è ormai vittima di ALIE.
Vittima è anche Ontari, ormai scalzata di fatto dal trono, dove siede invece l’intelligenza artificiale, ormai con un potere tale da influenzare le azioni e la vita di tutta la popolazione.
L’episodio, come dicevo, appare più che altro di transizione, con l’intenzione degli sceneggiatori di prendere un po’ di tempo prima del finale.
the 100_3I nostri si dividono: Bellamy e Clarke (e le shipper saranno felici) partono alla ricerca di Luna, unica salvezza per tutte le tribù dei grounded mentre gli altri, capitanati da Raven restano ad Arkadia, pronti, non appena Luna sarà eletta comandante, ad accedere al sistema di ALIE per sconfiggerla.
Sembra che tutte le storyline siano pronte ad aprirsi definitivamente per regalarci un bel finale scoppiettante e anche quelle dei personaggi sembrano, dopo aver compiuto un’evoluzione anche difficile come ad esempio quella di Bellamy, tornate alle origini. Come faceva notare anche Katia nella scorsa recensione, veder lavorare i ragazzi insieme nel precedente e in questo episodio ha riportato il tenore generale alle origini della serie, quando i nostri 100 erano appena arrivati sulla terra.

Per informazioni, news, foto e ogni aggiornamento su The 100 vi consigliamo di seguire la pagina The 100 Italia e ricordatevi di mettere like alla nostra pagina Facebook per tutte le novità su tv e cinema.

3.12 - Demons
  • Fillerino
Sending
User Review
3.33 (3 votes)
Comments
To Top