Serie Tv

Terminologia per addetti ai lavori

Vi siete trovati davanti a termini stranieri all’apparenza incomprensibili? Ecco un mini dizionario sui termini che potete trovare più frequentemente in rete quando leggete articoli o recensioni dedicate al mondo delle serie televisive.

A
Act/Atto: porzione di episodio che viene trasmessa durante due interruzioni pubblicitarie.

B
Bare-Bones Pilot: un tipo particolare di episodio pilota che viene girato con l’intenzione di non essere mai mostrato al pubblico (avvenne per esempio per Buffy). Questo tipo di pilot viene inoltre effettuato con un budget limitato e una quasi completa assenza di effetti speciali poichè il suo intento unico è quello di coinvolgere un network per mettere a disposizione un budget superiore per la creazione di un pilot vero e proprio.
Backstage: area relativa al dietro le quinte. Riprendere la vita nel backstage serve per immortalare il duro lavoro che la crew e lo staff effettua ogni giorno per portare a termine le riprese dei vari episodi. Spesso il backstage viene incluso come contenuto speciale nei cofanetti dvd.
Beat: indica il momento in cui il personaggio deve fare una breve pausa, fermarsi un attimo per pensare. Questo termine viene indicato nello script e scelto dal regista.
Bibble/Bibbia: termine con cui si identifica il Writers’ and Directors’ Guide ovvero il progetto di una serie tv nel suo stadio primitivo non ancora approvato e realizzato ma presentato alla produzione. A volte la bibbia contiene anche la sceneggiatura dell’episodio pilota.
Blooper: papera, errore di recitazione durante le riprese. Il blooper avviene sempre sul set.

C
Call Sheet: schema realizzato dagli studios per segnalare, nei giorni di ripresa, tutte le persone che lavorano sul set.
Caso di Puntata: vedesi Linea Verticale.
Cliffhanger: il finale di un episodio di una serie che interrompe l’azione in un momento culminante, rimandando la vera e propria conclusione all’episodio successivo. Spesso il cliffhanger viene utilizzato per l’ultimo episodio di ogni stagione in modo da mantenere alto l’interesse del pubblico durante la pausa estiva.
Continuity/Continuità: coerenza nello sviluppo della trama che unisce le varie puntate di una serie tv.
Crossover: un momento in cui due o più personaggi appartenenti a telefilm diversi si incontrano in un episodio. I crossover non sono però così comuni perchè necessitano l’accordo di diverse persone. Per questo motivo sono possibili praticamente solo nel caso in cui i due telefilm appartengano allo stesso network se non addirittura allo stesso autore. I crossover sono soluzioni tipiche per ricollegare il telefilm originale a un suo spin-off (come è accaduto più volte tra Buffy e Angel).

D
Dramedy: serial che possono essere contemporaneamente definiti sitcom e drama.

E
Effetti Speciali/Special Effects: speciali effetti creati al computer per simulare azioni, eventi ed ambientazioni.
Episodio Pilota: vedesi Pilot

F
Fan Art: disegni realizzati dai fans e dedicati ai personaggi o alle serie televisive.
Fan Fiction: storie scritte dai fan basate su personaggi e ambientazioni dei telefilm (vedesi anche Slash). Fan Sub: servizio realizzato dai fans e destinato ad altri fans. Consiste nel sottotitolare privatamente i telefilm che non sono ancora stati tradotti nella propria lingua e distribuirli in rete affinché la serie venga conosciuta e apprezzata.
Fanzine: pubblicazione amatoriale di tipo giornalistico realizzata da fans non appartenti al mondo del giornalismo. La fanzine è detta anche e-zine. FX: vedesi Effetti Speciali/Special Effects.

G
: Ghost Writer: autore di soggetti o sceneggiature che agisce per conto di qualcuno. Il Ghost Writer lavora nell’ombra, viene pagato ma non firma il suo lavoro.
Guest Star: attore/attrice che non appartenente al cast fisso della serie ma appare in uno o più episodi della stessa.

H
Hiatus: interruzione o sospensione nel ciclo di produzione e trasmissione dei telefilm.

L
: Laugh Track: risate pre-registrate che vengono inserite nelle sitcom per sottolineare le battute.
Linea Orizzontale: la trama o storia principale che si sviluppa durante la stagione. Viene denominata anche Running Plot.
Linea Verticale: al contrario della linea orizzontale, quella verticale indica la trama che si evolve in una sola puntata. Viene denominata anche Caso di Puntata.
Location: luogo scelto dalla produzione per girare gli esterni.

M
: Making of: complesso di riprese o documentario realizzato per mostrare come viene ideato e prodotto un telefilm. Spesso inserito come contenuto speciale nei cofanetti DVD, il Making of comprende informazioni sugli effetti speciali e sulle questioni inerenti alle fasi di pre e post produzione.

O
OST: Original Sound Tracks, colonna sonora ufficiale (vedesi anche Score e Soundtrack).

P
Pilota: vedesi Pilot
Pilot: in italiano viene tradotto con episodio pilota e consiste nel primo episodio di una serie che viene dapprima sottoposto al network e, nel caso venga accettato, trasmesso per il pubblico. Spesso il pilot ha una durata maggiore rispetto ai normali episodi e questo lo porta ad essere poi suddiviso in due parti che verranno trasmesse separatamente al pubblico o comunque assieme in una serata dedicata solo al telefilm (come avvenne nel caso di Lost) –> vedi anche Bare-Bones Pilot
Product Placement: tipologia di pubblicità indiretta che fa sì che, durante l’episodio, vengono inquadrate delle marche e visualizzate per un certo periodo.
Production Unit/Unità di Produzione: il team di tecnici incaricato di girare le scene. Normalmente vi sono almeno due unità di produzione che si diversificano il lavoro (ad esempio c’è chi è addetto ai primi piani e chi alle riprese “normali”).
Prop: vedesi Property
Property: oggetto di scena che può essere rimosso senza l’aiuto di particolari attrezzi.

R
Reader: consulente esterno ingaggiato per valutare se un’opera letteraria è adatta (o meno) ad essere trasportata come sceneggiatura.
Running Plot: vedesi Linea Orizzontale.

S
Score: colonna sonora (vedesi anche OST).
Screening: proiezione in anteprima di un episodio pilota per testare le reazioni del pubblico verso il nuovo prodotto.
Script: sceneggiatura, copione.
Script Supervisor: la persona che, a fine giornata, deve tenere traccia di quali riprese (vedesi take) vengono stampati in positivo dal regista e quali no.
Season Finale: puntata conclusiva di una stagione.
Season Premiere: puntata d’apertura di una stagione.
Slash: fan fiction incentrate su relazioni sentimentali eo sessuali.
Soundtrack: vedesi Score oppure OST.
Spin-Off: telefilm che hanno per protagonisti uno o più personaggi resi famosi da un telefilm precedente (come per esempio Joey e Friends) oppure che affrontano le stesse tematiche in un ambinete diverso (C.S.I. : Crime Scene Investigation e C.S.I.: Miami e C.S.I.: New York). In questo ultimo caso i protagonisti del nuovo spin-off vengono introdotti al pubblico con un episodio di crossover.
Spoiler: indicazione che annuncia l’arrivo di informazioni riguardanti episodi ancora inediti.
Story Editor: supervisore delle sceneggiature di un telefilm che si occupa anche di gestire lo sviluppo delle trame durandone la Continuity.
Studios: studi e teatri di posa in cui vengono allestiti i set per girare le scene relative agli interni.
Subplot: trama secondaria di un episodio che può intrecciarsi con la storia principale oppure essere indipendente.
Sweeps: periodi dell’anno (novembre, febbraio, maggio e giugno) in cui vengono stabilite le tariffe per gli spot pubblicitari in base ai dati di ascolto. Le varie serie tv, per evitare il loro cancellamento, fanno di tutto per rendere gli episodi che verranno trasmessi in quel periodo i più interessanti possibili per guadagnarsi il maggior numero di telespettatori. Per questo motivo gli espisodi del periodo degli sweep terminano generalmente con un cliffhanger lasciando la storia in sospeso per il periodo di pausa che generalmente segue gli sweeps.
Syndication: accordo di fornitura a livello commerciale volto alla regolamentazione della distribuzione del prodotto televisivo. Le emittenti che sottoscrivono questo accordo si ripromettono di trasmettere il prodotto entro un determinato periodo di tempo rispettando le clausole del contratto. L’accordo prevede spesso anche eventuali diritti sulle repliche.

T
Tag: scena autoconclusiva o frammento di chiusura di un episodio.
Take: nel gergo tecnico denomina la ripresa di una scena. A fine giornata spetta al regista decidere quale take stampare e quale archiviare.
Teaser: breve frammento che precede i titoli di testa e che viene usato per creare curiosità e attesa verso l’episodio che sta per iniziare.
Trailer: spot pubblicitario o breve anteprima per creare interesse verso il nuovo episodio o la serie prossimamente sui piccoli schermi.
Treatment: prima stesura di un episodio che non ha ancora raggiunto la forma di uno script.

U
Unreleased Sexual Tension (URST): tensione sessuale trattenuta ovvero l’attrazione irrisolta che esiste tra i protagonisti delle serie.

Comments
To Top