fbpx
Recensioni Serie Tv

Teen Wolf – 2.09 Party Guessed

Il promo a fine episodio 2.08mi aveva incuriosito un bel po’, soprattutto tra le tante scene che si vedono saltava all’occhio: Jackson e Allison che si baciavano, Allison incappucciata stile Assassin’s Creed con arco incorporato e più una serie di altre scene interessanti. Niente paura però, nessuno sconvolgimento WTF nella trama; i nostri, quasi tutti, erano strafatti di V. No, scusate, quello è un altro telefilm, di strozzalupo ovvio!

Ma cerchiamo, per quanto possibile di andare per ordine, perché 2.09 Party Guessed è un episodio veramente molto ben fatto che alza ancora un po’ di più il livello generale della stagione, già ottima.

Lydia compie gli anni e come ogni anno sta organizzando la sua festa in pompa magna, peccato che quest’anno, complice le sue stranezze dovute dal morso di Peter, non è più la più popolare della scuola bensì una sfigatella. Gli americani a tutti questi discorsi sulla popolarità ci tengono molto, si formalizzano diciamo, se una  ragazza ha uno stress post-traumatico a causa di un’aggressione efferata non po’ più essere popolare, su via mi pare ovvio, no? (LOL)
Alla sua festa si presentano solo Stiles, Scott e Allison, grazie all’intervento di quest’ultimo, però la festa si rianima velocemente. In poco però, complice lo strazzalupo, tutti si ritrovano strafatti e con allucinazioni che rivelano le paure più profonde: Scott vede Allison e Jackson/ Kanima baciarsi, Stiles il padre ubriaco che lo incolpa dei suoi mali, Allison vede se stessa in versione cacciatrice cercare di uccidere Scott e infine Jackson i propri genitori naturali, senza volto.

Lydia lascia la festa e si dirige da Derek, abbastanza impegnato a tenere a bada il suo pack. Questa notte, infatti, c’è la luna piena, la trasformazione è più violenta delle altre volte, Isaac è l’unico a riuscirci a controllare perché coglie prima gli insegnamenti di Derek, trova un’ancora alla quale appigliarsi. Per Derek è la rabbia, per Scott è Allison, per Isaac è suo padre.
Lydia, stordisce Derek, e non si sa com’è, lo trascina fino a casa Hall, mettendolo a contatto con il cadavere di Peter, complice la luna, quest’ultimo si risveglia riprendendosi il rango di Alpha. Derek ora è di nuovo un beta, niente occhi rossi e ruggiti minacciosi. Peccato!
Mentre avviene tutto, ciò, troviamo il tempo anche di scoprire l’identità del master del Kanima.
Matt non è solo uno dei tanti psicopatici, stalker di turno, no! Matt è il master di Jackson. Certo, poi mi spiegheranno come mai nell’episodio precedente, Matt mostra timore nei riguardi di Jackson, essendo il suo master dovrebbe poterlo comandare a suo piacere ma tant’è.
Devo dire che il colpo di scena è notevole, almeno per me. Certo, Matt appariva un personaggio strano, ambiguo, quando cerca di attirare Allison in casa, dopo che questa ha visto le foto da maniaco nella sua macchina fotografica, è veramente inquietante, ma non pensavo potesse essere lui il master. Un punto in più per la sorpresa.
Quindi è morto in qualche modo?
Perché uccidere tutti i ragazzi di 24 anni in classe insieme? Faceva anche lui parte della classe forse? Mi vengono in mente diversi b-Movie in cui durante un’iniziazione/ festa/ scherzo muore il più sfortunato, che in qualche forma torna anni dopo a uccidere tutti i presenti. Vedremo.

l’episodio è importante anche per un altro motivo: la morte di Victoria Argent.
Dopo il graffio (io non ho chiaro se sia un graffio o un morso) di Derek, deve morire. Il momento in cui decide di uccidersi in camera di Allison perché quest’ultima non le ha prestato attenzione quando lei voleva parlarle è abbastanza commovente, unito al fatto che il marito, Chris, la deve aiutare a togliersi la vita.
Una nota a parte per la recitazione di Crystal Reed, sia quando scopre la morte della madre che quando sfida se stessa, durante l’allucinazione da strozzalupo, ma in generale in tutto l’episodio. E’ sicuramente la più brava del cast.
Come dicevo nell’introduzione, l’episodio è molto bello, realizzato anche molto bene anche sotto l’aspetto tecnico. L’intro ad esempio, degno dei miglior film thriller/horror, in cui Peter mostra le possibili versioni della sua festa di compleanno. Rischiando di ripetermi, affermo quello detto tre episodi fa, Teen Wolf non ha nulla da invidiare, sebbene delle ingenuità e un po’ di scene trash gratuite, a serie più popolari dello stesso genere.

Maura Pistello

Fondatore/ Admin Serie tv dipendente, accanita lettrice, amante del cinema e dell'arte

Articoli correlati