fbpx
Recensioni Serie Tv

Teen Wolf – 2.07 Restraint

Jeff Davis ci ha abituato con Teen Wolf, già dalla prima stagione, a libere citazioni di film horror per teenager, gli intro degli episodi sono spesso ad altissima tensione e ricordano appunto film Horror, B-Movie se preferite, questo dell’episodio 2.07 Restraint  non è da meno. Una donna incinta con suo marito vengono aggrediti dal Kanima, l’uomo viene ucciso ma la donna invece risparmiata quando il Kanima si accorge che è incinta.

Non sappiamo chi sono e come sono inseriti nella trama, ma il ritmo della scena e l’atmosfera sono veramente perfetti per lo scopo ultimo di ogni horror: far paura!

L’episodio in questione è ricco di rivelazioni andiamo con ordine.

Kanima/Jackson

Il Kanima è un lupo mannaro che non si è potuto trasformare perché bloccato in quello stadio a causa di una motivazione, nel caso di Jackson secondo Scott, Stiles e Alison si tratta dei genitori adottivi, morti proprio il giorno in cui lui nasceva.

Durante tutto l’episodio Jackson ha dei comportamenti strani: immagina (cioè spero se lo immagini, perché altrimenti è un pochettino WTF e trash!) di mangiare un serpente e che questo poi gli esca dall’occhio, aggredisce Allison, andata da lui per capire se lui è consapevole di essere il Kanima e devo dire che fa un po’ tenerezza alla fine dei conti.

Jackson è un bulletto con le tasche piene di soldi e con una grande complesso d’inferiorità che cerca di colmare primeggiando in tutto, di fatto, è solo perché sfrutta gli altri per i suoi scopi, è indicativo che si sia incarnato in una figura mitologica che cerca un master da cui essere comandata.

Il master

Beh qui c’è proprio da riflettere, gli indizi sono diversi.

Se fino allo scorso episodio ero convinta si trattasse del perfido nonno Argent, in questo episodio ho iniziato a sospettare del professore di chimica, che ci tengo a precisare era il mio sospettato anche nel plot della prima stagione

La macchina con la citazione di Einstein appartiene a lui, ed è sempre lui che blocca Jackson durante la rissa e lui a corrergli dietro quando durante la detenzione si sente male. Certo potrebbe essere solo un professore zelante ma la citazione sul cofano della macchina mi ha insospettito.
Il master è anche colui che entra nella stanza dell’ospedale e uccide la donna dell’intro dell’episodio? O c’è una terza persona?

Derek e il suo inutile pack.

Ora, dico io:
Derek sei figo, intelligente e figo e figo (LOL) ma perché sei andato in giro a mordere e trasformare gente inutile con zero carisma?

L’unica che si salva, non l’avrei detto, è Erica, sebbene il personaggio sia veramente scritto troppo sopra le righe a cominciare dall’abbigliamento, il trucco e i capelli, è l’unica che sembra in questo episodio fare un po’ pace con il cervello, quando aiuta Stiles e Scott a capire qualcosa sul passato di Jackson e quando dice a Stiles che era innamorata di lui.

per il resto, Isaac sembra uno psicopatico mentre Boyd proprio non pervenuto, ma perché  trasformarlo se non fa nulla? Si poteva fare decisamente più per caratterizzare tutti questi nuovi personaggi

Scott accetta alla fine dell’episodio di combattere Jackson con parte del pack di Derek ma alle sue condizioni: Jackson sarà risparmiato.

In tutto ciò, Scott ha tempo di rifare il test di chimica per evitare di perdere l’anno (LOL, mette tutte B alle domande finali!) Scott è lo studente più svogliato e incapace della storia delle serie tv.

Il tempo non manca alla madre del nostro lupetto teenager per creare qualche incidente diplomatico con la famiglia Argent e in particolare con quell’essere inquietante della madre di Allison. Le va a riferire i suoi dubbi, sul fatto che i loro due figli forse escono insieme ancora.

Povero Scott, io sarei morta di paura solo a vedere quella donna di ghiaccio temperare la matita fino a consumarla tutta.

Veniamo alla storyline più strana e inquietante: Lydia e Peter Hall

Lydia si ritrova a vagare a piedi nudi nel bosco fino a casa Hall, non però la casa diroccata, ma la sua versione del passato, lì incontra il ragazzo che la corteggia in modo insistente da un paio di episodi.

Bene scopriamo che il ragazzo non esiste, o meglio altri non è che da giovane.

Ok, è vero il ragazzo era molto strano, uscito fuori dal nulla sembrava un po’psycho però certo non avrei mai pensato fosse Peter Hall da giovane. Tramite il potere che ha su Lydia dopo il morso, controlla la sua mente e come anche le spiega, la vuole usare come piano B.
La lascia nelle rovine di casa Hall con in mano il fiore blu “strozza lupo”. E possibile che voglia vendicarsi del suo unico nipote vivo?

L’episodio rialza il livello che nelle due puntate precedenti era un po’ sceso, Stiles ha smesso di voler morti tutti e si è dato una calmata per fortuna, perché mi stava dando sui nervi, la storia si fa molto interessante e c’è tanta carne al fuoco da analizzare. Devo ammetterlo io avevo dei pregiudizi rispetto a questa serie, non volevo iniziare a vederla, pensavo fosse uno stupido e inutile Teen, mi sono ritrovata a ricredermi ampiamente, la cosa che mi ha sorpreso di più è oltre alla sceneggiatura, che a parte qualche ingenuità è ben strutturata e ritmata (fa tranquillamente concorrenza ad altre serie sovrannaturali ben più note!) è la regia e la fotografia. C’è chiaramente un uso del budget intelligente, ci sono delle scene, soprattutto quelle di tensione girate veramente benissimo, se siete capitati qui per caso a leggere questa recensione, ma non avete ancora deciso di recuperare Teen Wolf, io vi consiglio di farlo.

 

Maura Pistello

Fondatore/ Admin Giornalista pubblicista Serie tv dipendente, accanita lettrice, amante del cinema e dell'arte

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio