fbpx
Attori, Registi, ecc.

TCA 2015: il futuro di Sherlock e della BBC

Durante il panel dedicato a Sherlock degli ultimi Television Critics Association (TCA), lo sceneggiatore e produttore Steven Moffat avrebbe detto la sua riguardo i tagli pubblici al budget previsti per la BBC. Lo showrunner avrebbe definito l’azione ‘un atto di vandalismo della peggior specie’. Continua, davanti alla platea piena di critici, affermando che quel che sta succedendo è oltraggioso, terribile e assolutamente sbagliato: ‘mi fa vacillare non poco pensare che il governo che abbiamo eletto abbia pensato che il nostro problema più grande sia la programmazione televisiva del paese. Chi mai potrebbe pensarlo?’

Il governo Inglese aveva infatti considerato l’idea di ridurre il budget per l’emittente televisiva e radiofonica più importante del paese, accarezzando anche l’idea di renderla privata.

stevenmoffatPer lo sceneggiatore questo rende il futuro della BBC meno chiaro e potrebbe anche voler significare che tutto quel che verrà prodotto in futuro potrebbe essere qualitativamente ‘meno buono’.

Tuttavia il panel non è stato dedicato solamente ad aspre critiche nei confronti del proprio governo, ma si è anche parlato dell’attesissimo episodio speciale di Sherlock.

Rimanendo volutamente sul vago, Moffat ha nuovamente parlato dell’ambientazione dello speciale: ‘Perché possiamo! […] Abbiamo controllato i libri, e abbiamo deciso che avevamo sbagliato. […] Non ci siamo mai preoccupati molto di spiegare perché avevamo deciso di ambientare la serie nella Londra moderna, quindi perché dovremmo spiegare ora il motivo per cui abbiamo deciso di ambientarla nell’Inghilterra Vittoriana, che poi è l’ambientazione che dovrebbe avere a prescindere? È un errore che abbiamo corretto solo dopo molto tempo [ride]. E poi le storie di fantasmi funzionano bene solo in epoca Vittoriana.’

sherlockspecial1Parlando del protagonista, interpretato da Benedict Cumberbatch, lo sceneggiatore ha ironizzato aggiungendo: ‘Sarà molto meno impertinente, molto più educato. Si comporterà molto più come un gentiluomo vittoriano e non come un rude uomo posh. E la versione vittoriana di Watson sarà un po’ più… verticale.’

La nuova ambientazione però non avrà un lungo futuro e Moffat scherza di nuovo parlando di un’ambientazione del ‘prossimo secolo’; riprendendo però toni più seri, sebbene per poco, ha poi aggiunto che la serie effettivamente tornerà ma lo farà nei panni abituali ‘a meno che non impazzisca e decida di ambientare tutto nel 1940, costringendo i protagonisti a combattere contro Hitler.’

I fan hanno ancora ben poco su questo speciale, previsto per Natale 2015 (sebbene Moffat non abbia voluto confermare) e hanno ancora meno sulla prossima stagione, le cui riprese sono previste per il 2016.

Comments
To Top