fbpx
News Serie TVSerie Tv

Supernatural 11: Ecco cosa dobbiamo aspettarci dalla prossima stagione

La maggior parte dei fan di Supernatural concordano nel ritenere che l’arco narrativo di maggior spessore dell’intera serie si sia concluso con la fine della quinta stagione. Lucifero che torna nel suo luogo d’appartenenza e Dio che potrebbe o non potrebbe essere apparso (Chuck oppure la luce divina che fa rinsavire Sam?) chiusero alla grande quella che nei piani originali del creatore della serie, Eric Kripke, doveva essere l’ultima stagione. E invece il prossimo 7 ottobre Supernatural tornerà nel suo undicesimo anno di vita, e probabilmente, ci sarà un ritorno a quell’atmosfera biblica che tanto ha caratterizzato le prime stagioni.

Il prossimo nemico da abbattere sarà l’Oscurità (The Darkness) che, abbiamo appreso nel finale della decima, è una entità pre-biblica combattuta da Dio stesso prima della creazione del mondo. Già durante l’ultimo episodio, a questa rivelazione, a qualche spettatore era balenata in testa la possibilità che quindi l’unica entità in grado di contrastarla e di aiutare i fratelli Winchester sia proprio il Creatore stesso, o qualche altra creatura con un potere immenso.

Finalmente, a mesi di distanza, Jared Padalecki è uscito allo scoperto con queste parole: ‘Credo proprio che l’Oscurità dia la possibilità ad alcuni personaggi, come Dio o Lucifero, di poter apparire. Torneremo ad un tipo di atmosfera più biblica, e diremo la nostra su tutte quelle storie che non sono entrate nella Bibbia o non sono approfondite’.

Sembrerebbe quindi giunto il momento di far apparire questo personaggio di cui finora si è solo accennato vagamente o si è cercato invano: Dio. Eric Kripke disse, quando era ancora showrunner, che far apparire Dio sarebbe stato sbagliato anche perchè non si sarebbe riusciti a gestire un personaggio che può fare qualsiasi cosa. È per questo allora, che si è rimasti sul vago riguardo alla vera identità di Chuck oppure su quella luce divina risolutiva nel finale della quinta stagione. Nel dimenticatoio andò a finire anche la ricerca di Castiel, che aveva persino un ciondolo capace di condurlo fino a Dio. Eppure adesso potrebbe essere il momento per riaprire quelle strade abbandonate e sbalordire i fan che si aspettano ancora qualcosa da quell’arco narrativo biblico. Certo si tratta di una lama a doppio taglio: se davvero si vuole portare in scena un personaggio di quella portata, bisognerà farlo con idee ottime e geniali, altrimenti si rischia di cadere nell’assurdo e nel ridicolo. Insomma, il ritorno alle atmosfere originali non può che giovare ad una serie che dopo dieci stagioni deve necessariamente continuare a reinventarsi ma sfruttando i suoi punti di forza storici, come comunque ha cercato di fare finora (non sempre riuscendoci).

Padalecki, inoltre, apre anche ad una possibile alleanza con Metatron: ‘Dato che sappiamo che Dio ha uno scriba, potremmo invitarlo ad unirsi a noi’. Di certo, la conoscenza che possiede Metatron, gli consentirà di sopravvivere ancora in un mondo che sta per affrontare una nuova apocalisse.

LEGGI ANCHE: Jensen Ackles: 10 cose che non sapete sul protagonista di Supernatural

Mario Altrui

Web Content Editor per Telefilm Central dal lontano 2014. Scrivo pareri soggettivi richiesti da nessuno sulle mie serie televisive preferite.

Articoli correlati