Recensioni

Supernatural – 8.05 Blood brother

Supernatural is back. Più andiamo avanti con l’ottava stagione più pare che lo show stia tornando agli antichi splendori degli esordi: quel giusto mix tra mistero, relazioni interpersonali complicate e fantasia che ci fanno ben sperare in una stagione promettente.

Questa settimana  i fratelli Winchester si separano per un po’ perché Dean riceve una telefonata da Benny, il vampiro fuggito con lui dal purgatorio, il quale si è cacciato nei guai con un gruppo di altri vampiri e chiede un piccolo aiuto a Dean. Ma come fare  a dire che stai andando ad aiutare un amico, che in realtà è un vampiro, a tuo fratello minore con il quale di recente hai avuto più litigi che altro? Soprattutto quando di mestiere fai il cacciatore e simili entità dovresti ucciderle e non aiutarle? Insomma a Dean non rimane altro che dire a Sam che ha delle questioni personali da sistemare e gli ordina di proseguire in sua assenza le ricerche di Kevin, di cui nel frattempo non vi è più alcuna traccia.

La separazione momentanea tra i due fratelli ci permette di scoprire un po’ di retroscena  interessanti sulla storia personale del nuovo amico di Dean.

Benny infatti si è imbattuto nel covo di vampiri perché sta cercando vendetta: vuole uccidere l’anziano vampiro che non solo lo trasformò ma che, poco prima di spedirlo in purgatorio, uccise l’unica donna che lui avesse mai amato: Andrea.  Benny non è un vampiro cattivo,  anzi ,ormai non si nutre nemmeno più di umani. Dean decide di aiutarlo in questa battaglia e i due finiscono per imbattersi nuovamente nel covo di vampiri e Benny scopre che la sua amata Andrea non è morta ma è stata trasformata anche lei. Insomma per farla breve, e non togliervi il gusto di vedere il tutto con i vostri occhi,  Benny riesce ad ottenere la vendetta desiderata ma la sua storia d’amore con Andrea è destinata a finire. Ovviamente  quando Sam viene a sapere che suo fratello ha aiutato quello che lui ha sempre definito “mostri” va su tutte le furie. Decisamente i due avranno molto bisogno di discutere sull’argomento .

Accanto alla vicenda di Dean e Benny troviamo però anche dei flashback sia riferiti al soggiorno in purgatorio di questi ultimi, sia sulla vita di Sam mentre Dean era via. Sul purgatorio non scopriamo nulla di interessante se non che Benny fin da subito è stato contrario al portarsi dietro Castiel, una vera e propria  calamità attira leviatani. Insomma nulla che ci faccia capire che fine abbai fatto il nostro angelo preferito. Su Sam, invece, ci sarebbe solo da stendere un velo pietoso. Non per la sua storyline, ma perché fa decisamente ridere scoprire cosa ha fatto mentre suo fratello faceva il Dante Alighieri nel purgatorio. Sam, infatti, per guadagnarsi da vivere si è dato alle riparazioni: tubi, ventole di aria, luci… nulla di più nulla di meno, ed è stato proprio durante una delle sue riparazioni che il ragazzo è entrato in maggiore contatto con  la sua futura fiamma. Amelia è una ragazza sola che alloggia in un albergo e che ha quanto pare ha perso da poco una persona cara. Su di lei non scopriamo altro ma è chiaro fin da subito come i due ragazzi abbiano legato, entrambi si sentivano soli e entrambi avevano perso qualcuno.

La puntata  merita assolutamente una valutazione positiva sia per la storyline di Benny sia per la piega che sta prendendo la relazione fraterna tra Sam e Dean. Siamo in un certo senso tornati agli esordi: Dean sempre sicuro di voler continuare gli affari di famiglia, Sam, il fratello, invece non vuole questa vita che gli è stata imposta.  Sarà interessante vedere come i Winchester affronteranno questa nuova situazione da capo dopo tutte le vicende e le perdite che hanno subito. Inoltre, c’è da dire che lo show si sta facendo interessante anche per i nuovi personaggi messi in gioco: primo fra tutto Benny il vampiro che mi sembra  un ottimo personaggio che potrebbe  spodestare Castiel dal suo posto d’onore tra i personaggi amati nella serie. è bello vedere Dean alle prese con una nuova amicizia, questa volta non con un angelo ma con un vampiro, il che rende il suo personaggio  sempre così spiritoso, leale e coraggioso, ancora più amabile. Rimangono poi molti misteri ancora da scoprire, ma non c’è alcun fretta a mio parere: meglio scoprire le carte piano piano, così l’attesa di vedere nuove puntate sarà sempre più alta.

Non so voi, ma  quando ho visto la scena in auto tra Dean  che guida e Benny che beve sangue non ho potuto fare a meno di pensare a The Vampire Diaries. Chi di voi non vedrebbe bene Dean e Damon insieme, nella stessa auto, all’avventura? Io ce li vedrei meravigliosamente bene. Speriamo in un futuro facciano una puntata cross- over tra le due serie. Sarebbe stupendo.

Comments
To Top