fbpx
Recensioni

Supernatural – 8.01 We need to talk about Kevin

Sono tornati i fratelli Winchester e penso che non poteva esserci inizio migliore di questo. Il crescendo epico ha rasentato l’impossibile con la scorsa stagione, con i leviatani e una frettolosa chiusura. Ma il ritorno dal purgatorio e la possibilità di chiudere per sempre “i cancelli dell’inferno” (Hellmouth anybody?), questo sì che un obiettivo degno da chiusura di una serie che è passata attraverso mostri, demoni, inferno, angeli e paradiso e un nuovo Dio. In effetti più in alto di così, dove vuoi andare?

Come Buffy è finita proprio al momento migliore, Supernatural si prepara a raccontare un arco narrativo che potrebbe essere l’ultimo. La storia “fratello, sei morto, mi manchi” cominciava ad essere ripetitiva e infatti l’incipit è del tutto diverso questa volta. Dean torna, sembra che sappia cosa sta facendo. E ha portato con sé un vampiro di nome Benny. E pare che abbiano fatto dei piani, parlato a lungo di cosa fare. E che siano legati. Un bel mistero così subito dall’inizio. Mi piace.

Certo… In realtà, di per sé, l’episodio non è un capolavoro. Non ci sono scene di assoluta tensione, non ci sono eclatanti scene d’azione da ricordare, non ci sono battute che resteranno per sempre nella nostra memoria (anche se “you’re the one who uses too much teeth, right?” mi ha fatto ridere un bel po’). Ma per il resto, le lievi scaramucce tra fratelli, l’immancabile hamburger, il racconto di Kevin su Crowley, Crowley stesso. More of the same.

Nonostante questo, l’episodio si avvicina ad essere perfetto per la sua funzione. Il ritorno di Dean dal purgatorio non è ne infernale né paradisiaco, come è giusto che sia. E Kevin, il profeta del Signore, il nuovo compagno di sventura dei due fratelli. Cosa porterà? Riusciranno realmente a chiudere le porte dell’inferno per sempre? Salvare in qualche modo la terra dai demoni una volta per tutte? Riparare ai casini combinati in passato? E l’amico vampiro che Dean ha riportato indietro? Che cosa nasconde? E Cass? Cass è morto. O forse no, perché Dean ha visto abbastanza… ma cosa?

Non è facile per me scrivere questa recensione, perché in effetti non penso ci sia molto da dire se non questo: Supernatural è tornato e ha ritracciato la strada su cui i Winchester continueranno a far girare la loro Impala. Un nuovo obiettivo epico che potrebbe essere la degna chiusura di una serie grandiosa.

Abbiamo tanto da sperare: un bel ritorno on the road, con nuove storie e un formato che in parte torna episodico. Un bel reprise di tutta la mitologia vista fin d’ora. Qualche sorpresa sul purgatorio. Davvero, si appresta ad essere una grandissima stagione.

Comments
To Top