fbpx
Recensioni Cinema

Sul più bello: la recensione del film di Alice Filippi, disponibile su Amazon Prime Video

La recensione di Sul più bello, film di Alice Filippi presentato ad Alice nella città, sezione indipendente della Festa di Roma ad ottobre, e arrivato nelle scorse settimana su Amazon prime video, inizia subito con una premessa: il film in questione è un dramedy indirizzato ad un pubblico giovane, che strizza l’occhio, anche più di uno, a chi aveva amato i classici del genere, come Tutta colpa delle stelle e Ad un metro da te, ma lo fa in modo intelligente ed ironico conquistando anche chi giovanissimo non lo è più.

Quindi, fidatevi se vi dico che vale veramente la pena guardare questo film anche se avete più di 30 anni.

Marta, il bruco che non diventa farfalla

E’ proprio, la protagonista “un bruco mai divenuto farfalla, come dice lei stessa” a spiegare come stanno le cose è Marta

“avete presente i film americani in cui la protagonista ha una malattia terminale, ma nonostante questo è una strafiga spaziale? Ecco, non è il mio film”.

Marta però è un turbine di buon umore, energia e vitalità anche se appunto la sua vita non è stata proprio semplice: rimasta orfana a 5 anni e con una malattia rara mucoviscidosi, che altro non è che la fibrosi cistica. Una malattia che sembra non  lasciarle scampo, ma alla quale Marta non vuole piegarsi.

Sul più bello però non scade mai troppo nel dramma, resta sapientemente in bilico, ed è qui che si discosta dai film da cui prende le mosse, ma anzi gioca con l’ironia e con la leggerezza della protagonista. 

Marta vive in un mondo a colori che vediamo esplodere nella scenografia e nei colori decisi dei costumi e della fotografia, la cura di questi elementi salta all’occhio subito, sin dalla primissima scena quando Marta si trasferisce nell’appartamento che i genitori le hanno lasciato in eredità, insieme alla sua famiglia acquisita: Jacopo e Federica. 

Sul più bello, recensione del film

Una commedia romantica, mai sdolcinata e scontata

Marta ( interpretata dala talentuosa Ludovica Francesconi) sa che deve vivere il suo tempo a pieno e non vuole certo accontentarsi del primo che passa e soprattutto non aspetta che qualcuno bussi alla sua porta e la conquisti. 

No, Marta  vuole puntare in alto dove pensa di non poter arrivare, vuole il più bello. Così quando vede Arturo Selva (Interpretato dal bello e bravo Giuseppe Maggio), atletico, affascinante e aitante se ne ossessiona.

 In modalità stalker, lo segue ovunque convinta di non essere notata, ma non è affatto così. Arturo se ne accorge e le “concede” una cena. 

In Sul più bello, nulla è come sembra, come non lo è anche il rapporto di Jacopo e Federica, lui gay e lei lesbica, stanno pensando di avere un figlio “alla vecchia maniera” a soli 19, perché anche loro sanno che il tempo della loro “famiglia” è limitato.

Una trama se pur semplice, estremamente coinvolgente, ben ritmata che fa immergere lo spettatore nella storia di Marta, è impossibile non fare il tifo per lei.
Il film tratta anche in maniera veritiera la malattia di cui è affetta Marta, la fibrosi cistica, considerato quindi il valore divulgativo dell’opera ha ricevuto il Patrocinio Scientifico della Fondazione Ricerca Fibrosi Cistica.

Sul più bello, recensione del film

Ludovica Francesconi, conquista tutti!

A sorprendere piacevolmente è anche il cast nel suo complesso. A cominciare da Ludovica Francesconi, che interpreta Marta, al suo esordio in questo ruolo, ammalia con la sua energia.

Il film è tutto sulle sue spalle e lei lo sorregge alla grande, un volto molto espressivo e una recitazione naturale, convincono a pieno. In parte anche il resto del cast, Giuseppe Maggio che qui vediamo in ruolo completamente diverso da quello conosciuto su Baby,  Eleonora Gaggero (Sotto il sole di Riccione) in doppia veste , di attrice nel ruolo di Beatrice, la fidanzata designata per Arturo, e autrice del libro da cui è tratto il film; Josef Gjura e Gaja Masciale, anche loro qui al loro ottimo esordio.

Un film con un respiro internazionale

Il fatto che Sul più bello sia indirizzato ad un pubblico internazionale è chiarissimo sin dalle prime battute del film,.

Un film moderno che gioca con elementi classici del genere con una cura estetica veramente impeccabile: nuvole di tulle, carte da parati dai coloro sgargianti, luci neon colorate, giacche rosa su gonne rosse, un pop di colore che avvolge la vista e permette di entrare esattamente nel mood del film.

 La storia di Marta sembra una favola pop ed è un vero peccato che il film non abbiamo potuto godere del giusto passaggio nelle sale cinematografiche è uscito il 21 ottobre 2020, ma a causa della chiusura del covid è stato solo 4 giorni nelle sale. Dall’8 Gennaio  è disponibile su Amazon Prime video e speriamo che questa piattaforma internazionale permetta di mettere in luce questa bella sorpresa del cinema italiano.

Guarda il trailer di Sul più bello

  • Regia e fotografia
  • Sceneggiatura
  • Recitazione
  • Coinvolgimento emotivo
4.3
Sending
User Review
4 (1 vote)
Comments
To Top