fbpx
Recensioni

Suits: Recensione episodio 6.09 – The Hand that Feed You

Suits

Il fantacalcio è un gioco che consiste nel gestire giocatori del campionato di calcio in corso schierando ogni domenica la propriahqdefault-1 squadra che vince o perde a seconda degli esiti del weekend calcistico vero. Il gioco nasce in Italia sull’ispirazione di una prassi simile negli USA che però si riferiva al baseball, ma indipendentemente dalle sue origini è caratterizzato per mischiare la fantasia di credersi proprietario di una squadra di calcio e la realtà del campionato stesso che accompagna inesorabilmente la vita di tutti (volenti o nolenti). Ed è forse in questo rapporto strano con gli eventi che si racchiude il suo fascino ma, volendo tornare al territorio che ci compete, cosa succederebbe se questa peculiarità del fantacalcio si applicasse alle serie tv? Cosa verrebbe fuori da una serie che prende elementi della vita vissuta dallo sceneggiatore, ideatore o regista e ne facesse un gioco di fantasia? Resta innegabile che ogni prodotto televisivo prenda spunto dalla realtà, così come ogni opera d’arte, ma quando questa realtà è un mondo comune a una generalità di persone allora la serie in questione, solitamente ha successo. Se invece la serie non è altro che il modo del suo ideatore di divertirsi con dei personaggi di sua fantasia, allora abbiamo la sesta stagione di Suits.

nup_174613_0298_595_mini-logo-tv-white-galleryScrivere una serie che arriva alla sesta stagione ben solida, con pochi personaggi ma ben strutturati è raro ed ancora più raro è non rendersi conto di aver scritto dieci episodi che mandano alle ortiche il tutto. La stagione in corso non è capace di niente: non emoziona, non fa sorridere, non intrattiene e non appare più credibile. E se fino a un paio di episodi fa questo poteva essere limitato ai personaggi divenuti caricature di se stessi ad ora la nebbia del declino ha invaso ogni aspetto della narrazione. Partendo dal caso principale di Mike: non solo la sua uscita era più scontata del pandoro a Natale, ma la totale facilità con cui tutto ciò avviene è comica. La giustizia americana è un grande pentolone di ingiustizie e invidie personali e chi ha visto “Making a Murderer” lo sa, ma da qui a rappresentare una prigione federale come un lindo ospedale in cui i carcerati possono girovagare senza sorveglianza, maneggiare coltelli, cellulari e telecamere non pare serio e lo stesso si può dire del tipo di accordo stilato per Mike. Più facile uscire di prigione che nascondere per cinque anni di non essere un avvocato. Dove invece l’aspetto prettamente legale è credibile è il caso pro bono di Rachel, ma in questa situazione non risulta approfondito e non riesce a coinvolgere perché non sappiamo nulla di quest’uomo, non ci è stato dato il modo di poter soffrire per lui e quindi quell’abbraccio finale con la figlia, non riesce nell’intento di creare il crescendo di emozioni necessario per il finale di stagione.

Ve lo ricordate quell’ “I love you Donna” dello scorso anno? Ecco a prescindere dalla ship che non è importante, il pubblico meritaSuits scene come quelle ed uno sceneggiatore come Korsh, così capace dovrebbe saperlo e riconoscere di aver completamente gestito male la fine del filo rosso che legava gli episodi fin dal principio: la scoperta del segreto di Mike. Non ha voluto optare per il flashforward perché a suo dire era troppo facile, ma a quanto pare gestire il presente lo è di più ed alla luce di questo non sarebbe stato più intrigante iniziare la stagione con Mike direttamente fuori di prigione e già avvocato, scoprendo lentamente episodio dopo episodio come ci erano riusciti?

La sesta stagione nella sua prima metà è brutta, noiosa e completamente dimenticabile ed è, ad avviso di scrive, impossibile ipotizzare un evento del finale di stagione così maestoso da risollevare le sorti della serie.

Alla prossima settimana!

Good Luck!

Angolo della vipera:

  • Donna please basta torna in te!
  • Louis non ci interessa la tua vita sentimentale
  • Abbiamo due uomini misteriosi citati e ancora mai apparsi: il compagno dell’architetto e il nuovo ex di Donna, che siano la stessa persona?
  • Ma qualcuno se lo ricorda che lo studio non ha clienti?
  • A quanto è data la perdita del processo? E la conseguente fuga di Rachel?

Per informazioni, news, foto e ogni aggiornamento su Suits, vi consigliamo di seguire la pagina Suits Italia e ricordatevi di mettere like alla nostra pagina Facebook per tutte le novità su tv e cinema.

6.09 - The Hand that Feed You
  • Fanta-serie
Sending
User Review
3 (1 vote)
Comments
To Top