fbpx
Recensioni

Suits: Recensione dell’episodio 6.07 – Shake the Trees

suits

Suits regala un episodio interessante, ma non eccelso.

Si incomincia finalmente a vedere una luce in fondo a quel tunnel senza uscita che la sesta stagione di Suits prometteva di essere. Sia chiaro, è una luce ancora esigua e dal voltaggio basso, eppure è un cambiamento, per quanto piccolo, che fa ben sperare. Un episodio, questo, che ci mostra finalmente una mano diversa, una che non si arena sul discorso ormai ridondante di Mike, del suo ruolo di informatore e dell’accordo di Sean Cahill, ma che fa un passo avanti, uno che forse bisognava fare già qualche episodio fa ma, come si dice? Meglio tardi che mai? In questo caso è assolutamente cosi!

suitsContinuando a viaggiare su due binari paralleli, Mike e Harvey lavorano mirando ad uno stesso obiettivo ma, per mancanza di comunicazione o di fiducia, finiscono inavvertitamente per darsi la zappa sui piedi a vicenda, anche se ancora non lo sanno.  Mike, chiedendo aiuto a Donna, chiama in prigione la moglie di Kevin (come funzionino le prigioni in America non l’abbiamo ancora capito ma, per ora, sembrano degli alberghi di lusso, che dite?) e cerca di metterla con le spalle al muro e, per estensione, di fare lo stesso con Kevin. Purtroppo quello che ancora non sa è che, dall’altra parte, un informatore si è fatto avanti e, neanche a dirlo, l’accordo che Sean e Harvey avevano così minuziosamente programmato, brindando ad ogni possibile occasione per non farci dimenticare che erano in combutta tra di loro, è saltato. Niente più occhiolini, niente più scotch, è arrivato il momento in cui l’unica certezza di Harvey, quella di tirare fuori Mike in anticipo, viene meno.

Non lasciatevi ingannare neppure per un secondo: c’è una ragione per cui Cahill ha tolto quell’accordo dal tavolo e, ne siamo certi, non manca molto perché venga a galla la verità su questo cambio di direzione improvvisa. Di certo Harvey non tarderà a farsi sentire in tribunale, con la causa ancora in corso, e questo può solo significare che, ora che lui e Cahill non sono più amici per la pelle, gli sgambetti non mancheranno, proprio come non mancherà quella forza e ironia che tanto ci hanno fatto innamorare di Harvey Specter fin dall’inizio.

suitsCerto è che ora i tempi stringono. Mike, fiducioso in Harvey, ma deciso ad aiutarlo in ogni modo possibile, si è appena giocato l’amicizia di Kevin con la sceneggiata messa in piedi con la moglie. I suoi nemici all’interno delle strette, strettissime mura della prigione non fanno che crescere e viene da domandarsi se la sua condizione in prigione non sia sul punto di peggiorare più che mai. Perso l’amico che aveva trovato in Kevin, e con Gallo che continua a fiatargli sul collo, è impossibile non domandarsi per quanto possa ancora resistere nella prigione-albergo. Di certo non molto.

Per la prima volta dopo tanti episodi un altro personaggio sembra tornare a brillare e questa volta parlo di Donna. Ridotta a poco più che una fatiscente trasparenza di ciò che è sempre stata, a nessuno piaceva una Donna relegata ad organizzare appuntamenti per Louis o a comprargli casa. Finalmente la vediamo tornare nel suo ruolo di ‘bad-ass’ quando affronta il nemico numero uno di Louis, Stu Buzzini (si, nemmeno io ricordavo si chiamasse così!), e non solo ottiene ciò di cui aveva bisogno, ma lo costringe persino a scusarsi con Louis. Come dire: bentornata Donna, ci eri mancata!

suitsDi chi faremmo volentieri a meno, purtroppo, è Rachel, che continua ad avere una fetta sempre più ampia di attenzione a causa del suo impegno nel salvare un carcerato nel braccio della morte, soprattutto ora che una data per la sua esecuzione è stata fissata. Non so di chi sia stata la brillante idea di dare tutta questa attenzione al personaggio di Rachel ma, ovviamente, in assenza di Mike sulla scena legale, era inevitabile, se non altro per mantenere la parvenza di ‘legal drama’ della serie. Ecco perché è sospetto tutto questo focus su di lei.

Una scena in particolare potrebbe confermare qualche sospetto sulla prematura dipartita di Rachel, a cui tutti questi riflettori puntati sulla sua persona potrebbero far pensare. E se lo sfogo del padre della ragazza (presumibilmente) uccisa dal suo assistito fosse un campanello d’allarme? E se gli autori stessero cercando di dirci qualcosa, come per esempio che Rachel è in pericolo? Potrebbe essere una teoria complottista, la mia, ma penso che tutti abbiano avuto anche solo un attimo di esitazione, soprattutto considerato lo sfogo appassionato dell’uomo al suo arrivo nello studio.

suitsCome accennavo prima, un episodio decisamente più interessante dei precedenti che, tuttavia, manca ancora di regalarci lo stesso trasporto e lo stesso dinamismo a cui ci siamo abituati in questi anni. Continuiamo a dirlo – ma come potremmo fare altrimenti? – che la scelta della prigione è stata parecchio negativa e non ci resta che sperare in qualche colpo di scena che giustifichi tutto questo monotono itinere.

P.S. Donna ha citato una relazione che è finita e di cui non sapevamo nulla. A cosa vuole portarci questa rivelazione, senza dubbio non buttata lì per caso? L’ex di Donna avrà qualche ruolo da giocare in qualcuna delle storyline o era semplicemente un cartellone gigante con scritto ‘sono single’ indirizzato a-chi-sappiamo-noi? Ai posteri l’ardua sentenza!

Oh e non dimenticate che Louis è in una relazione aperta, ora. Chissà come andrà a finire!

Per informazioni, news, foto e ogni aggiornamento su Suits, vi consigliamo di seguire la pagina Suits Italia e ricordatevi di mettere like alla nostra pagina Facebook per tutte le novità su tv e cinema.

6.07 - Shake the Trees
  • Migliorato
Sending
User Review
3 (1 vote)
Comments
To Top