fbpx
Recensioni

Suits: Recensione dell’episodio 5.10 – Faith

Ricordati di non disonorare la famiglia.

                                                     Don Vito Corleone

Punto cardine degli affari, elemento intoccabile e causa di guerre e morti era proprio la famiglia la preoccupazione più importante del famoso Padrino italiano. E il parallelismo non poteva essere più azzeccato visto che quest’ultima e straziante puntata di Suits prima della consueta pausa invernale si basa sul rapporto conflittuale del passato di Harvey e Mike con i loro familiari.

48ba25a85488a14067119dd10b072099Non brillante e nemmeno unica era sembrata fino a questo momento questa quinta stagione di Suits che ci aveva srotolato pallide scene di disaccordo tra Louis e Harvey e sdolcinate e troppo volte ripetute scene d’amore tra una sempre più insopportabile Rachel e Mike. Quello però che mi è sempre piaciuto di Suits è il saper tessere questi fili invisibili tra i protagonisti dello studio, unendoli in un clima di famiglia che supera le inutili scazzottate in ufficio o i tiri mancini volti a ferire la carriera dell’altro. E proprio con questa puntata questi fili fanno la loro comparsa, unendo tutti i protagonisti in un nucleo compatto per non crollare all’attacco di Hardman.

Questo infido personaggio aveva ricevuto una sonora batosta due anni fa ma, sapevamo bene che il suo ritorno era previsto. Ciò che non sapevamo era quanta determinazione ci avrebbe messo per riprendersi il trono dello studio e soprattutto in che modo. Nella scorsa puntata il burattino Jack Soloff l’aveva introdotto ai soci dello studio, annunciandolo come un profeta di ricchezza e successo. Personalmente mi dispiace come la figura di Jack sia dovuta passare dalla parte del male; di sicuro non era entrato nelle nostre simpatie già dai primi attacchi ad Harvey ma non mi aspettavo che potesse diventare una mina così potente in grado di far crollare tutto lo studio. Hardman però sembra aver fatto bene i compiti ed inizia a minare i maggiori clienti dei soci anziani dello studio, obbligandoli a schierarsi dalla sua parte, facendo crollare il dominio di Jessica.

Ma il trio di soci fondatori è addirittura disposto a ricorrere a sostanze stupefacenti per arginare il problema Hardman e si lancia a testa bassa in questa lotta contro il tempo, per trovare una soluzione prima della votazione della sfiducia di Jessica. Ma quando Harvey capisce che dietro la mente perfetta di Hardman si cela il braccio sul portafoglio di Forstman e quando l’azienda della sorella di Louis viene messa nel mirino di Hardman, per i nostri due avvocati arriva il momento di arrendersi. La rabbia di Louis sgorga in lacrime quando va ad annunciare a Jessica di non poterla sostenere, preferendo salvare l’attività di sua sorella.

In questa puntata ogni protagonista dello studio si trova davanti ad un bivio; la prima a decidere quale strada 300x168xSuits-5x10-3-300x168.jpg.pagespeed.ic.9RxyilrDUaprendere è stata Jessica, che attraverso un flashback ci mostra la sua scelta, scegliendo la sua carriera invece di un amore che sembrava essere già ben costruito. Louis sceglie in lacrime la sua strada imboccando il percorso per difendere la sua famiglia. non concedendo nemmeno un secondo al dubbio della sua scelta. Il bivio di Harvey è il più complesso e profondo tra i soci fondatori, così radicato nel suo passato che serve l’aiuto della psicologa Agard per far scegliere all’avvocato la sua strada, sconvolgendo il finale di stagione più dell’arresto di Mike. Harvey decide di sacrificare la sua carriera nello studio per un bene più grande, per quella persona che l’ha forgiato e l’ha sostenuto anche quando a casa sua le cose non stavano andando bene. Harvey si dimette per Jessica, per quel clima di famiglia e quella fiducia che i suoi genitori non gli avevano mai dato. Harvey si dimette perché sa che è la cosa giusta da fare, perché, per una volta, non vuole più scappare dal suo passato ma guardare al futuro. I flashback sul divorzio dei genitori di Harvey e sull’inizio del suo chiudere il suo cuore a riccio era un tassello fondamentale per capire i problemi che sta attraversando l’avvocato che dall’inizio della puntata veniva preso a scazzottate dai suoi sentimenti.

Ma se da una parte la puntata è ben costruita, perfetta e con un mezzo “lieto fine”, dall’altra purtroppo si cade nel 300x168xSuits-5x10-2-300x168.jpg.pagespeed.ic.WuYFP5ehG7commerciale e sul troppo programmato. La parte che riguarda Mike e i continui litigi con Rachel a parer mio è veleno per il telefilm, che sembrava aver già superato questi momenti mielosi e queste litigate per cose futili. Ma la suocera di Mike sembra aver messo la pulce al giovane finto avvocato che vuole prendersi un giorno sabbatico nel bel mezzo della distruzione e dell’attacco più letale dello studio. E il matrimonio è la condanna della fine della sua carriera in un modo diverso da quello che ci aspettavano. La figura di Padre Walker (che per la cronaca non è invecchiato di un giorno nei flashblack) ha sempre incoraggiato il ragazzo lasciato orfano e anche questa volta gli regala un consiglio prezioso, mostrandogli come sua nonna l’abbia sempre sostenuto anche quando sapeva che aveva abbandonato la fede. La scena della libreria con tanto di targhetta con il nome della nonna di Mike ci fa tremare un po’ le labbra per la sua dolcezza e connessione alla morte dei suoi genitori, e questo sembra far decidere anche Mike sulla strada da prendere in quel bivio dove l’amore e la sua finta carriera sono le due scelte.

Ma proprio quando l’avvocato sembra aver finito il corridoio che lo porta a Rachel e alla fine della sua carriera ecco spuntare due poliziotti che lo arrestano per frode. E ora la domanda che ci sorge spontanea è: chi ha fatto il doppio gioco? Questo finale di mezza stagione è stato di sicuro il migliore sinora visto; le dimissioni di Harvey sono state la sorpresa più grande mentre l’arresto di Mike quel colpo di scena che ci aspettavamo da anni e che serve per far continuare la serie. La puntata è stata 540f3b92e1238d5cda814dff90ec8031gestita in maniera perfetta nella lotta contro Hardman, andando a toccare i sentimenti di ognuno dei soci fondatori e mettendoli per una volta veramente alle strette. Sappiamo benissimo però che Hardman non avrà mollato la presa e attendiamo con ansia il momento in cui Louis riuscirà a prendersi la vendetta così tanto bramata.

Con lo studio indebolito dalle dimissioni di Mike e Harvey, riuscirà la Pearson Spector Litt a tenere alto il suo nome senza i suoi due maggiori alfieri? Si prospetta un inverno freddo e al gelo per Mike che si vedrà costretto a passare la pausa invernale in prigione in attesa del proseguo del telefilm. E mentre Harvey inizierà il suo viaggio per rattoppare il suo rapporto con i genitori e mentre Rachel consumerà come consueto quintali di fazzoletti, riusciremmo noi a capire chi tra Trevor, Padre Walker e Claire è il colpevole dell’arresto di Mike?

Mandiamo curriculum a Jessica e stiamo tuned!

Per informazioni, news, foto e ogni aggiornamento su Suits vi consigliamo di seguire la pagina Suits Italia e ricordatevi di mettere like alla nostra pagina Facebook per tutte le novità su tv e cinema

5.10 - Faith
  • The right way
Sending
User Review
4.33 (3 votes)
Comments
To Top