fbpx
Recensioni

Suits: Recensione dell’Episodio 5.08 – Mea Culpa

Corsi e ricorsi storici. Almeno una volta nella vostra carriera scolastica avrete senz’altro sentito questa espressione, che sta ad indicare come determinati eventi tendano a ripetersi, con il passare del tempo e, anche se in maniera diversa, è come se ci ritrovassimo a guardare sempre lo stesso scenario, in momenti differenti. La qualità Suits non la perde nemmeno dopo cinque stagioni ma, come in ogni telefilm, anche qui ci sono i corsi e ricorsi storici che, fondamentalmente, si focalizzano su tre punti: il segreto di Mike, la faida tra Louis ed Harvey e, ultimo ma non meno importante, qualcuno che tenta di minare il potere di Jessica e, perché no, distruggere una volta per tutte la Pearson-Specter-Litt/Chiunque-abbia-abbastanza-palle-da-dire-apertamente-che-Mike-non-ha-una-laurea. In questo episodio vediamo proprio questo ciclo, ancora una volta in primo piano, ancora una volta centrale.

Mike, malgrado la reticenza iniziale di Jessica, diventa partner. Questo lo porta ad avere il suo primo caso e solo una sorte molto (ma davvero molto molto) avversa fa in modo che dall’altra parte ci sia proprio Claire (interpretata dalla dolce metà di Patrick J. Adams, Troian Bellisario), che sa che il ragazzo non è andato a nessuna scuola di legge e dunque non potrebbe essere un avvocato. Per quanto minore e fulmineo, il personaggio di Claire sconvolge notevolmente le acque che, diciamoci la verità, sembravano fin troppo calme. Mike va in panico, tutto si riduce al non far sapere a Claire che si tratta davvero di lui, che è lui il partner con cui deve avere a che fare, e quindi passa la patata bollente a Rachel. Poverina, sarà anche la figlia di Robert Zane ma l’avvocato non lo sa proprio fare: prima è tosta e bad ass e poi le basta mezzo secondo per rivelare a Claire che è la fidanzata di Mike e lo sta proteggendo. Insomma, tesoro: sveglia! Sei nel mondo della legge, bluffare è quello che ti fa portare a casa lo stipendio. Anche Mike ci arriva a capire che Rachel ha mentito quando lo rassicura, affermando che Claire non ha scoperto nulla, e quindi affronta la sua vecchia fiamma. Ora, Troian Bellisario è una bellezza per gli occhi e quindi la sua sola presenza risolleva notevolmente suits_508_6l’episodio e, per una volta, la  non è fine a se stessa. Claire infatti da a Mike un consiglio, uno che effettivamente è talmente logico che viene da chiedersi come mai non ci avesse pensato nessuno prima: lui è un fuorilegge, potrebbe letteralmente andare in galera, e sposare Rachel la rende una complice e getta le basi anche della sua di rovina. La soluzione? Se li ami, lasciali andare. Sapevamo che sarebbe arrivato un intoppo, qualcosa per sconvolgere l’idilliaco sogno di Rachel e Mike e della loro storia d’amore: che sia proprio questo?

Anche il caso affrontato e che introduce Claire è studiato discretamente bene, poiché per una volta non segue un filo retto ma balza in continuazione, facendo prima credere che tutto vada a meraviglia e quindi gettando tutto all’aria alla fine. Non spesso capita ma, ogni tanto, a Korsh piace ricordarci che, al di là dei drammi personali, Suits resta ancora un legal drama, sotto sotto.

Ma quello che davvero rende questo episodio una meraviglia da guardare è Harvey Specter, lasciatemelo dire. Ancora una volta spinto in una faida con Louis ormai deciso a fargli causa, Harvey fa una cosa – come la definisce lui stesso, in un certo senso – ‘umana’: confessa a Louis tutto, dal motivo che l’ha spinto a picchiarlo alla terapia agli attacchi di panico. Lo fa con il cuore in mano, le lacrime agli occhi e un maglioncino che gli sta addosso come l’armatura a Marte, quindi è naturale che Louis non creda ad una sola parola ma, anzi, pianifichi di usare il tutto contro di lui. Perché è vero che Louis Litt non è un idiota ma è anche vero che sa essere vendicativo, certe volte, e bastardo come pochi. Il suo piano va in frantumi, ovviamente, ma non prima che Harvey arrivi con l’acqua alla gola, una votazione disciplinare che ancora pende sulle sue spalle, e che Donna scopra quello che ha fatto.

Santa, santa Donna. Inizialmente la sua posizione, proprio come ha sempre affermato, è quella di stare dalla parte che ha scelto, la parte di Louis, e quindi rifiuta di aiutare Harvey. Ma quando trova il dittafono e ascolta quello che Harvey confessa… tutto cambia. Donna ha le lacrime agli occhi, in parte per un comportamento così meschino come quello di Louis ma in parte è per Harvey che soffre, per quell’uomo che ama tanto (ama all’inglese, non all’italiana) e che ha confessato di avere attacchi di panico e che ha confessato di stare male da quando lei è andata via. Donna va via, pronta a lasciare Louis, ma non sarebbe stata Donna se avesse fatto altrimenti e quindi noi non solo l’appoggiamo ma le facciamo un applauso. Perché in questa situazione Louis meritava di sentirsi in colpa, meritava di sentirsi dire da Jessica che il voto non può essere annullato e che l’unica cosa da fare è accusare se stesso di essere un bugiardo. Si, meritava tutto questo.

Cosa resta dunque sul piatto della bilancia? L’ennesimo Mike in crisi esistenziale, indeciso su cosa voglia di più, se l’amore di Rachel o la sua sicurezza; Harvey, devastato da persone di cui continua a fidarsi e che continuano a tradirlo, lasciandolo sempre più esposto e meno inafferrabile; Donna, alle prese con un nuovo dilemma e un confronto con Harvey che speriamo arrivi già nel prossimo episodio; Jessica, forte e stoica che senza battere occhio comanda quell’orda indisciplinata di avvocati che sembrano avere l’età di bambini delle elementari; Jack Soloff, ora ricattato da Hardman su qualcosa che, probabilmente, metterà ancora una volta in pericolo lo studio e i nostri beneamini.

Suits funziona, ormai l’abbiamo capito e sappiamo quali sono i suoi punti di forza, stavolta sottolineati con doppia marcatura da interpretazioni eccezionali (in primis Gabriel Match, Sarah Rafferty e Troian Bellisario) che mettono abbastanza in ombra le restanti (Megan, per carità, fattelo un corso di recitazione!). Nuovi pericoli incombono sulla sicurezza precaria dello studio ma anche sulla salute mentale e la felicità dei protagonisti e… mancano solo due episodi prima del summer finale. Non so voi, ma io ho seriamente paura di cosa potrebbe accadere.

Per informazioni, news, foto e ogni aggiornamento su Suits vi consigliamo di seguire la pagina Suits Italia, mentre per informazioni sulle serie tv, film e novità potete passare per la Nostra pagina Facebook.

5.08 - Mea Culpa
  • Ottimo
5
Comments
To Top