fbpx
Recensioni

Suits: Recensione dell’episodio 4.15 – Intent

“Le donne, i cavalier, l’arme, gli amori, le cortesie, le audaci imprese io canto…”

Parole un po’ arcaiche quelle scritte da Ludovico Ariosto all’inizio dell’ Olando Furioso, un poema che narrava gli intrecci amorosi, bellici e religiosi che toccavano Orlando e altri personaggi che ruotavano attorno a questo pazzo e innamorato cavaliere. Il salto è breve se pensiamo ad Harvey come Orlando, intento in questa puntata a salvare Suits - Season 4Donna da una galera quasi scontata, condannata per colpa di una vendetta nei confronti dell’aitante avvocato.

Dopo essere riusciti a placare le ire di Louis ed essere riusciti a sedare la sua voglia di ribellarsi a quell’immorale scelta di assumere Mike, lo studio è costretto a risolvere un caso che all’apparenza sembrava di poco peso ma che si trasforma in poco tempo in un tormento per Harvey, Louis e specialmente Donna. Sempre relegata in un cubicolo a rispondere alle telefonate e ad obbedire agli ordini di Harvey, Donna ha avuto l’occasione per fare qualcosa di veramente importante per il suo capo sperando di riuscire a cavarsela come sempre grazie al suo ingegno e alla sua astuzia.

Il nemico che ha bussato all’ufficio di Harvey nasconde, dietro al suo bel faccino e a un fisico invidiabile, un’anima decisa e crudele, pronta addirittura a far condannare alla reclusione Donna pur di vincere il caso. E qui, per la prima volta, vediamo Harvey provare paura. Dopo quattro anni, abituati a non vederlo cedere mai (o quasi), per la prima volta leggiamo negli occhi di Harvey il terrore di perdere, non il caso ovviamente, ma la donna (con e senza maiuscola) che l’ha accompagnato al successomaxresdefault-2 a suon di consigli e sgridate. Il terrore di vederla dietro le sbarre contagia anche Louis, che non perde tempo per farsi avanti e prendere le redini del caso, intento a tutti i costi di salvarla da una fine certa.

La scelta che fa Donna nel dover scegliere l’uno o l’altro non è così banale come si pensa: le parole di Harvey che la invitano a scegliere Louis solo per farsi consolare ci fanno capire che Harvey è disposto a tutto pur di vincere, sapendo che vincere vorrebbe dire averla ancora al suo fianco. Messo alle strette e accerchiato da una sentenza sempre più prossima, Harvey decide di fare ancora una volta un passo verso l’illegalità, attaccando sul personale l’avvocato querelante, riuscendo a strappare alla galera Donna. Per quanto pericoloso e delicato il caso contro Donna penso sia stato un ottimo collante per unire le ultime crepe che c’erano tra Louis e Harvey che si vedono persino costretti a lottare a suon di determinazione per riuscire ad arrivare maxresdefaultall’obiettivo.

Alla fine del caso è quindi scontato che Louis sarà, oltre che felice, anche in debito con Harvery tornando a considerarlo più come un “amico” e meno come un impostore. Ma è solo alla fine della puntata, quando la felicità straripa dalle labbra di Harvey che “cadde il quadro”. Il momento tanto atteso ci viene presentato così tanto all’improvviso da non darci nemmeno il tempo di assimilare quelle tre parole che vengono pronunciate da Harvey e che erano rimaste sospese per quattro anni tra la mente e le labbra dell’avvocato.

Ovviamente la musica, la felicità di aver salvato Donna, il vino e la scollatura della segretaria spianano la strada ad Harvey che per la prima volta ci regala un vero momento di romanticismo mettendo a nudo i suoi sentimenti. Quella risposta detta a Donna ci lascia come lei, a bocca aperta, incapaci di rispondere e gioire, mentre la porta dell’appartamento 206 si chiude alle spalle dell’avvocato. Quella dichiarazione esce dalla bocca di Harvey quasi come una frase normale, facendoci intendere che il sentimento è sempre stato represso in maniera volontaria dall’avvocato, forse per costrizione o forse per paura di vedere la sua solida figura attaccata durante il lavoro.

I rapporti amorosi sul lavoro non sono certo una novità per Suits che anche in questa puntata non perde tempo per raccontarci un risvolto un po’ tragico che si sta consumando ai piani alti della gerarchia dello studio. Jessica paga le conseguenze dell’aver tenuto nascosto a Malone il segreto di Mike e questi non la perdona e, anzi, la abbandona sia lavorativamente che sentimentalmente per punirla di quella mancanza di trasparenza e fiducia che sono alla base di un rapporto di lavoro e amoroso. Sono convinto però che il bollore che invade Malone si calmerà molto velocemente e capirà l’importanza di quella donna così dura mSuits-4x15-2a allo stesso tempo fragile che è Jessica.

Dico la verità, non sono mai stato favorevole a dipingere Suits come uno studio di avvocati dove all’interno si svolgevano intrecci amorosi facendolo diventare quasi una soap opera, ma dopo questa puntata anche io ho desistito. Le parole di Harvey porteranno delle conseguenze personali nell’ultima puntata, il dado è tratto ed è impossibile cancellare o dimenticare quel “because I love you” sussurrato a Donna.

Le donne, le cortesie, le audaci imprese io canto. Harvey come Orlando ha rasentato la pazzia per riuscire a salvare l’amore che era in pericolo e per una volta ci ha fatto capire che anche i più duri e spietati cavalieri, sotto l’armatura, nascondono un cuore.

Per informazioni, news, foto e ogni aggiornamento su Suits vi consigliamo di seguire la pagina Suits Italia

 

Comments
To Top