fbpx
Recensioni

Suits: Recensione dell’Episodio 4.08 – Exposure

Non ci si può mai rilassare, alla Pearson-Specter, nemmeno per poco, dal momento che ogni tanto qualcuno impazzisce e decide che la legge è un optional. Il premio ‘dummy’ di questa settimana – anche se, probabilmente, sarebbe più corretto dire ultime settimane – va a Louis Litt. In preda ad un delirio molto simile a quello causato dalla possessione delle Furie, Louis aveva suits408_4deciso di commettere un reato ed aiutare Fortsman a trasferire i suoi soldi per canali non proprio legali. Una volta che sei in gioco, inutile che lo dica, non puoi nascondere la testa sotto la sabbia, facendo finta di nulla: devi giocare e devi giocare tirando fuori… gli attributi. Il metodo che Louis sceglie è un po’ deboluccio, tanto che mi sorprendo del fatto che Mike si accorga del suo atteggiamento schizofrenico solo alla fine dell’episodio. Non poteva chiederselo prima, cosa c’era che non andava? Ma se l’avesse fatto prima non sarebbe stato Mike Ross e noi non avremmo mai seguito Suits in principio. Con le spalle al muro, privo di qualsivoglia scelta eticamente corretta – tranne quella che prevede uno scambio di persona in cui sarebbe Harvey a prendersi la colpa e non lui, Louis – la scelta del quarto avvocato migliore della Pearson-Specter (in ordine: Jessica, Harvey, Mike) fa l’unica cosa che gli resta da fare: decide di confessare.

Ammetto di aver intuito fin da subito, quando Harvey e Louis si allontanano dai rispettivi uffici, che non si sarebbero incrociati: sarebbe stato facile incontrarsi e risolvere tutto ma, ancora una volta, Louis si trova suits408_5nell’impossibilità di dimostrare ad Harvey il suo valore e, come alternativa, trova Jessica. Sinceramente un po’ mi dispiace per Louis, se non altro perché la condizione in cui si trova è una diretta conseguenza di ciò che i suoi superiori (Harvey in primis ma anche Jessica) non gli hanno mai riconosciuto, ovvero il suo merito. Se qualcuno gli avesse dato una pacca sulla spalla per il suo duro lavoro, il suo valore e glielo avesse quantomeno dimostrato, credo che non ci troveremmo a questo punto. Naturalmente il rovescio della medaglia sarebbe ‘Pearson-Specter-Litt’ sul muro d’ingresso e non so se siamo psicologicamente pronti per questo.

Al di là del protagonismo di Louis, che monopolizza certamente questo episodio, in secondo piano c’è Mike e la sua lotta con i demoni del tradimento/perdono. Dopo aver detto a Rachel di non essere in grado di perdonarla, i due si ritrovano allo stesso ufficio ancora una volta, a gestire una situazione tutt’altro che leggera. Rachel decide di stare addosso a suits408_2Mike come un cane fa con un osso, andando contro i saggi consigli di Donna, che finalmente le confessa di aver passato una notte con Harvey prima di venire a lavorare per lui. Queste due relazioni non potrebbero essere più diverse e sono contenta che Rachel non ascolti il parere illuminante di Donna (che, personalmente, avrei seguito alla lettera): la mora fa notare a Mike che non è l’unico ad avere qualcosa da perdonare e, proprio come lei e Logan non riescono ad uscirgli dalla testa, lei ha dovuto fare i conti con Tess e lui, molto tempo prima (bei tempi, quando Mike e Harvey si facevano qualche canna e facevano irruzione negli uffici di notte!). E’ una teoria che non fa una piega e, per fortuna, se ne rende conto anche Mike, il cui sorriso sghembo a fine episodio non riesce a non lasciarci senza fiato. Una normalità che sembra ricrearsi di minuto in minuto, insomma.

Piccolo ma degno di nota è inoltre lo scambio di battute tra Harvey e Donna. Lui, dando per scontato che lei non abbia altro da suits408_6fare, le chiede di restare in ufficio e lei lo liquida, dicendogli di avere un appuntamento. Se solo i due non fossero così tanto cocciuti si renderebbero conto di essere fatti l’uno per l’altra, maledizione! Le piccole battute, i sorrisi, i gesti: come fanno a non vederlo? Effettivamente credo che l’Harvey di questo episodio fosse molto più rilassato rispetto a tutta questa parte iniziale di stagione: il ritorno di Mike gli ha fatto bene, proprio come il vederlo nel suo vecchio ufficio. Lo dimostra la chiacchierata a prima mattina con Jessica, incredula quanto tutti noi nel vederlo raggiante come non mai. Mi sono piaciuti molto anche loro due, poiché era da un pezzo che mancava ‘la cavalleria’ o, se vogliamo, Bonnie e Clyde. Jessica ha dimostrato un’umanità che le era mancata nelle passate stagioni ma, naturalmente, quando si arriva a Mike non c’è umanità che regga per lei: l’averlo di nuovo allo studio comporta un pericolo e lei non ne fa segreto. Sarà una tragedia, quando si scoprirà di Louis e del fatto che siano tutti in pericolo a causa di un consiglio di Mike: e dire che stava andando tanto bene, miseriaccia!

Ahhh! Manca pochissimo e tutti i nodi stanno venendo al pettine. Ce la farà Louis a non finire in prigione? Ce la faranno Mike e Rachel ad appianare tutte le loro divergenze? Per scoprirlo… ci vediamo la prossima settimana!

Per informazioni, news, foto e ogni aggiornamento su Suits vi consigliamo di seguire la pagina Suits Italia

Comments
To Top