fbpx
Recensioni Serie Tv

Suits: Recensione dell’episodio 3.01 – The Arrangement

“Harvey is not Superman anymore, he’s Batman. And Batman needs Robin”.

Più che ‘The Arrangement’, ovvero l’accordo, avrei intitolato questo episodio ‘Harvey contro tutti’, visto che è pressoché quello che succede alla Pearson Hardman Danby. Sono trascorsi due giorni dagli avvenimenti del season finale della seconda stagione e allo studio si respira ancora aria di guerra. La fusione avverrà, nonostante le rimostranze di Harvey e gli scontri tra le due fazioni.

suits_301-02Chi ci rimette è soprattutto – e come al solito – Mike che, da un lato, deve fare i conti con il tradimento fatto nei confronti del suo mentore e amico, dall’altro deve affrontare il fatto che ora l’insopportabile Rachel conosce il suo segreto. A nulla serve l’ufficio datogli da Jessica come ricompensa per quello che ha fatto. Vedere quella pergamena di laurea in bella mostra fa male.

Nel bellissimo dialogo Jessica gli spiega che ha due alternative: considerare quell’ufficio come il costante ricordo di aver tradito la fiducia di Harvey, o come il simbolo dell’inizio del suo successo. Potrà anche avere un ufficio ed essere entrato nelle grazie della boss, ma ciò che vuole davvero è rimediare con Harvey. Dimostrargli di essere leale e guadagnare la sua fiducia. E per Harvey “la lealtà è una strada a doppio senso e lui lo ha mandato fuori strada”.

Ah, Mr. Specter! Quando è agguerrito ci piace ancora di più. Egocentrico, superbo, combattivo, non è proprio per questo che lo amiamo? Ed è per questo che Darby insiste affinché sia lui ad occuparsi del caso di Ava Hessington, un’imprenditrice accusata di inquinamento ambientale (ma quanto è brava e bona Michelle Fairley?). Il caso sta molto a cuore al partner inglese della P&D, poiché a quanto pare aveva un rapporto molto stretto col padre della donna. Sì, Darby è gay, la cosa davvero vi sorprende?

Harvey sa riconoscere un’opportunità quando gliene si presenta una e ne approfitta per stipulare con lui un accordo: se vince la causa sarà libero dal suo patto di non concorrenza e libero di andare via dallo studio. Vincere questo caso non sarà però così semplice. Senza Mike, Harvey è costretto a raggiungere Scotty al Terminal dell’aeroporto e chiederle aiuto. Questa sì che è una scena romantica, altro che i noiosi Mike e Rachel nell’enorme letto bianco di lei.

C’è anche un altro intoppo però: il procuratore non vuole limitarsi a dare alla Hessington una costosa multa, ma vuolesuits_301-03 che la donna vada in prigione. Solo grazie a Mike, che nasconde documenti nel suo ufficio, Harvey scopre che il principale competitor dell’azienda finanzia la campagna del procuratore. Così per evitare il conflitto di interessi viene chiamato come procuratore il vecchio mentore di Harvey, Cameron. Di male in peggio, insomma.

E visto che quando il gioco si fa duro, i duri cominciano a giocare, Harvey cambia le carte in tavola. Non ce la fa proprio a seppellire l’ascia di guerra con Jessica e chiede a Darby di cambiare il loro accordo: se vince appoggerà la sua candidatura come managing partner. Ricordate quando Hardman disse a Jessica che prima o poi Harvey le si sarebbe rivolto contro? Quel giorno è arrivato.

La terza stagione di Suits comincia abbastanza bene, con la guerra che è tutt’altro che finita con il triangolo Harvey-Jessica-Mike, ma mi aspetto un Harvey ancora più agguerrito nei prossimo episodi. Adorabile Louis, l’unico a dimostrare un po’ di sostegno a Mike, che deve affrontare la sua nemesi Nigel e finisce per perdere gli associati, che tanto ama trattar male. Noiosissima Rachel e il rapporto tra lei e Mike. Lei non fa altro che lamentarsi e lui è così attratto da lei fisicamente che non capisce quanto sia insignificante. Spero lo capiranno anche gli sceneggiatori. Voglio meno romance e più Specter!

3.01 The Arrangement

Buono

Valutazione Globale

User Rating: 3.3 ( 2 votes)

Articoli correlati

Back to top button