fbpx
Recensioni Serie Tv

Suits: Recensione dell’episodio 2.16 – War

Sono davvero contenta di avere l’occasione per recensire questo ultimo episodio della seconda stagione di Suits. Molto è successo e credo che quest’estate dovremmo prepararci a vedere molto altro ancora. Vorrei esordire dicendo che nutro un interesse sincero per questa serie. Suits è uno di quei telefilm completi dove all’interno di una trama portante ben strutturata, si intrecciano tante vicende avvincenti, sorrette da un cast davvero eccezionale. I personaggi, non mi stancherò mai di dirlo, sono pensati con cura ed ognuno appare ben definito, concreto, ricco di molteplici sfaccettature. Non c’è nessuno capace di annoiarmi e tra interpreti maschili competitivi ed interpreti femminili intraprendenti, la serie si rivela sempre un ottimo intrattenimento.

Suits 216-01Questa settimana, forse in onore del finale di stagione, War prolunga la sua durata, ed invece dei soliti 40 minuti di episodio, ce ne aspettano  quasi 50! Troppe cose da dire e poco tempo per riuscirvi.

Cominciamo con il dire che al centro dell’episodio vi è la fusione della quale si parlava già la scorsa settimana. Jessica è disposta a tutto per salvare il proprio studio ed il modo migliore di farlo, appare quello di unirsi definitivamente con lo studio di Scottie. Una battaglia legale ricca di risvolti e colpi di scena, metterà a dura prova la stabilità e l’equilibrio dei vari membri dello studio legale, a partire proprio da Harvey. Suits 216-05L’avvocato è contrario alla fusione eppure è costretto ad accettare la nuova unione. Assistiamo ad una molteplicità di discussioni con Jessica, nelle quali esce quasi sempre sconfitto. Personalmente preferisco di gran lunga quando il duo si trova a combattere in modo compatto contro un nemico comune, come è stato nel caso di Daniel Herdman, ma non posso negare che la diatriba tra Harvey e Jessica, viene rappresentata in modo epico, come un vero e proprio scontro tra titani; peccato solo che l’episodio finisca con un esito non del tutto positivo. Chissà cosa accadrà ora che in un certo senso degli estranei vagano per casa? Riusciranno a crearsi nuovi equilibri e soprattutto, i nostri protagonisti potranno fidarsi davvero?
In questo momento di incertezza e diffidenza il più lucido appare Louis! L’avvocato deve affrontare una propria battaglia personale contro un nuovo professionista inviato direttamente dallo studio legale affiliato. Qui Louis deve dimostrare tutta la sua bravura, perché alla fine della fusione solo uno dei due manterrà il suo titolo di migliore nel settore finanziario…e a quanto pare, nessuno può competere con un Louis minacciato. Freddezza, lucidità e cinismo sono le qualità che permettono all’avvocato di primeggiare e nessuno, neppure Donna riuscirà a farlo pentire.

La stessa Donna che in questo episodio si trova a fare da Cupido…ma vi pare normale che sia proprio lei a dover fare da intermediario tra Scottie, innamorata di Harvey, e quest’ultimo? Mi sembra una crudeltà, credo infatti che sotto sotto i sentimenti della segretaria per il suo capo…sono assai più profondi del semplice affetto! Ad ogni modo anche questa volta Donna ha dimostrato la sua reale intelligenza. È uno dei personaggi più interessanti della serie e non mi dispiacerebbe che si avesse occasione di conoscerla meglio.

Passiamo a parlare del nostro caro Mike. Che dire…Il piccolo Harvey sta crescendo in fretta, e ogni giorno che passa la professione legale lo mette alla prova ponendolo davanti a scelte difficili, come quella di fidarsi o meno del buon senso Suits - Season 2di Harvey. Alla fine dell’episodio Mike si lascia andare in uno sfogo comprensibile, ma inaspettato. Nell’arco di questa stagione il protagonista ha fatto i conti con numerose perdite, dalla nonna, al migliore amico, alla sua vecchia vita, con la quale se ci ricordiamo bene ha chiuso definitivamente solo qualche episodio fa…Nota positiva: non deve più mantenere i segreto con Rachel. Finalmente il suo estenuante segreto è stato svelato, peccato solo il modo in cui Mike è stato costretto a rivelarlo. Personalmente ho trovato incomprensibile la richiesta di Rachel di spingere Mike ad intervenire per suo conto, e ancora di più la sfuriata finale. Penso che ci sarebbero potuti essere altri modo per spingere Mike a dire la verità. In ogni caso, quel che fatto è fatto…speriamo solo che nella prossima stagione, Rachel perda un po’ della sua noiosa pesantezza e torni ad essere l’assistente legale carina e solare della prima stagione!

Nel complesso che dire…molto bello l’episodio e favolosa la serie intera!

Non vedo l’ora di scoprire cosa riserverà il futuro della Persone &…? Chissà come la dovremo chiamare ora? Riposatevi cari spettatori, perché quest’estate la serie tornerà a stupirci!

Madame Tussauds

Convertita alle serie tv in giovane età, ha trascorso l’infanzia sognando di essere una sorella Halliwell, circondata da un gruppo di amici scatenati come quelli di Friends, ma validi ed eterni come quelli di Dawson’s Creek. E’ passata all’adolescenza ammirando le feste in piscina di OC e le avventure mozzafiato di Sydney Bristow di Alias, ritagliando un po’ di tempo per i medici impareggiabili di ER, ma senza scordare gli eroici bagnini di Baywatch. Oggi nel fiore dell’età, si augura un ambiente di lavoro come quello di Ally BcBeal, con il successo e la bravura di Dottor House, un marito come Neal Caffrey ed un amante come Damon Salvatore, per una vecchiaia scoppiettante come quella di Nora Walcker.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pulsante per tornare all'inizio