fbpx
Recensioni Serie Tv

Suits : Recensione dell’episodio 2.12 – Blood in the Water

Tempi un po’ duri per la Pearson Hardman su cui sembra girino voci di un suo calo di concentrazione dopo aver separato i due grandi leader e alcuni soci dello studio.La guerra civile all’interno dello studio è appena finita e i nostri vincitori devono raccogliere i feriti e riorganizzare la squadra per il prossimo possibile attacco. Ma, oltre ai vari disturbi interni, Harvey scopre che il problema più grande è l’immagine negativa che lo studio si è creato che colpisce i clienti che iniziano a dubitare dell’integrità dei loro avvocati.

Si apre così questa puntata di Suits che, a confronto di quella della scorsa settimana è un capolavoro. Se l’inizio invernale del telefilm non aveva colpito per la scarsa veridicità dei personaggi, in questo episodio invece Mike & Co. vengono travolti dalle harold suits 2x12conseguenze delle loro azioni, frase che questa settimana si ripete come un mantra per tutto l’episodio.

Mike, dal canto suo, sembra il più mentalmente stabile in questi giorni nella Pearson Hardman; dopo l’avvertimento di Harvey decide di mettere la testa a posto e di svoltare pagina lasciando alle spalle le cattive abitudini. Ripreso subito da Harvey per un piccolo ritardo lavorativo, Mike capisce subito che all’interno dello studio si respira un’ aria di tensione e sembra che “l’inalatore” maggiore sia proprio Harvey. Dopo essere stato lasciato da Zoe, Harvey sembra aver perso fiducia in sé stesso e per la prima volta sente di aver perso qualcosa di grande. Oltre a questo, c’è il fatto che i suoi maggiori clienti stanno vacillando sul fidarsi o meno dello studio e, dopo un primo appuntamento improvviso dove un grosso cliente pensa di cambiare avvocato, Harvey capisce che lo studio ha bisogno di un rinnovamento e inizia a bacchettare Mike urlandogli contro che “nessuno lo lascia!”. A parer mio stanno facendo diventare il personaggio di Harvey il più patetico all’interno del telefilm; se all’inizio stupiva per i suoi metodi infallibili e per il suo charme che ammaliava tutti, ora sembra che lo stiano torturando e spremendo, tirando fuori un avvocato isterico con scatti di ira e sbalzi d’umore che assomigliano alla fase pre-ciclo di un’ adolescente nevrotica. In tutta la puntata, Harvey prova a riconquistare il cliente che è sull’orlo di lasciare lo studio riuscendo alla fine a riportarlo tra i suoi clienti. Mike intanto si deprime al bar e qui incontra un ex associato della Pearson Hardman che lo consiglia di abbandonare lo studio e di farsi assumere dalla Bratton Gould dove sembra ci sia un trattamento più appagante per i nuovi associati. Dopo aver scoperto che altri associati sono passati al nemico, Mike va da Havrey e assieme capiscono che il vero nemico è la Allison Holt che, dopo essere stata allontanata da Jessica dalla studio, sta portando via oltre ai migliori associati anche i migliori clienti.

Anche Louis non manda giù il fatto di perdere i clienti e si sfoga con il povero Harold che viene allontanato in maniera brusca. Mike cerca di convincere Louis a riconsiderare la sua decisione, ma questi gli spiega quanti errori abbia fatto Harold durante il suo lavoro e Mike non può fare altro che arrendersi. Ma dopo aver visto l’abilità di Harold, Mike decide di raccomandarlo alla Bratton Gould e finalmente il ragazzo sbadato può tornare a sorridere. Harvey però pensa che dietro a images (1)tutti questi allontanamenti dalla Pearson Hardman ci sia lo zampino di Louis che sta cercando di danneggiare e far cadere a pezzi lo studio. La scena in cui Harvey va a parlare con Louis mostra quanto Harvey sia patetico e, anche se con buoni motivi, accusa Louis di essere un voltafaccia e gli dice che anche se continuerà a lavorare con lo studio, con lui ha definitivamente chiuso. Non si può non provare pietà per Louis che, per quanto possa aver sbagliato a decidere con chi schierarsi, è uno dei personaggi più professionali e dotati della squadra. Come sia stato tediato da Harvey e preso in giro da Jessica penso che sia sufficiente per incoraggiare un uomo a chiudere i rapporti di lavoro e penso che la sua scelta sia giusta. Harvey, come dicevo prima, sta alzando troppo la cresta e Jessica decide di bacchettarlo bene spiegandogli di non provare più a prendere decisioni senza prima chiederle consiglio; d’altronde, una sfuriata così brutta avrebbe messo in soggezione persino il temuto Gordon Ramsey. Louis capisce non essere amato sul lavoro e dopo aver chiesto un impiego alla Bratton Gould, dà le dimissioni a Jessica che accoglie dispiaciuta la sua scelta. Molto bella è a parer mio la scena in cui Louis medica Mike nello studio e gli racconta con un po’ di rammarico come, tempi indietro, la sua amicizia con Harvey fosse molto solida e la loro complicità nota a tutti. Prima di andare via, aiuta il ragazzo a riprendersi il cliente di Suits - Season 2Harvey come biglietto di scuse verso l’amico ormai perso. Harvey intanto riceve una proposta da Allison Holt e, non contento dei danni causati ai suoi associati, decide di andare da Jessica per chiederle di affiggere il suo nome al posto di Hardman nello studio come motivazione per non passare al nemico. Ma Harvey non è un coglione totale e nell’ultima scena, in maniera poco carina, mostra un lato di umanità e mostra a Louis il proprio disappunto per la sua scelta di abbandonarli.

Che cosa succederà ora che il grande Louis è passato alla concorrenza e come reagirà Jessica di fronte alla richiesta del sempre più vanitoso e irritabile Harvey?

Stay tuned

Edoardo Romanato

Aspirante sceneggiatore e accanito lettore vi accompagnerò alla scoperta del mondo dei telefilm recensendo le mie serie preferite

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pulsante per tornare all'inizio