fbpx
Recensioni

Suits – 2.06 All in

E’ ormai evidente che gli autori (visto anche il successo del personaggio) si siano decisi a puntare il riflettore su Donna e sul suo rapporto con Harvey. Per questo ci sorprende un po’ non vederla comparire per tutto l’episodio, ma ci tocca anche riconoscere che gli autori stanno giocando bene le loro carte. Quello che gli interessa mostrarci in questo episodio è la sua assenza e gli effetti destabilizzanti che questa ha sul suo capo.

Da Louis e Rachel apprendiamo che Donna non risponde alle telefonate ed è sparita nel nulla. In fondo cosa sappiamo di lei? Che è una bellissima donna e una straordinaria segretaria ma all’esterno dello studio non abbiamo idea di come sia la sua vita. Dallo scorso episodio però è parso più che evidente che con quel licenziamento, Donna stesse perdendo ben più di un semplice lavoro. Non so decidermi se a casa sia una donna da tuta e gatti o dai mille impegni e tanti amici. Spero potremo dare una sbirciatina alla sua vita privata nei prossimi episodi… perchè ovviamente non ho dubbi che troveremo il modo di farla ritornare dietro alla sua scrivania.

Jessica intanto prova a prendere un rimpiazzo ma dall’espressione di Harvey è evidente che il povero malcapitato avrà vita breve. Le cose non sono semplici per lui. Destabilizzato dal licenziamento della sua inseparabile segretaria e confidente, deve affrontare la pressione del ritorno di Hardman e l’imminente causa contro di lui che rischia di distruggere la sua carriera. E quindi quale modo migliore per eliminare un po’ di tensione che buttarsi su un tavolo da poker?

Basta un pretesto qualsiasi per portare i nostri due eroi ad un casinò e per vestirli con degli impeccabili smoking. Bisogna riconoscere una cosa a questo canale, nessuno veste meglio i suoi attori. Dai completi di Harvey ai vestiti di Jessica l’eleganza si spreca. E lo scambio di battute tra Harvey e Mike resta una delle cose migliori dello show: sia quando Harvey vede per la prima volta il modesto appartamento di Mike o quando quest’ultimo si trova a spiegare al suo capo di essere stato buttato fuori dal casinò per avere contato le carte.

Anche questa volta Harvey deve correre in soccorso del solito cliente difficile che in un momento di follia ha perso la sua compagnia ad un tavolo da poker grazie ad un contratto scritto su un tovagliolino di carta. Inizialmente Harvey e Mike provano a rendere nullo il contratto dimostrando che il loro cliente era ubriaco al momento della firma, ma la richiesta viene respinta immediatamente dal giudice. Successivamente i nostri provano a dimostrare l’inesperienza del nuovo proprietario dell’azienda che ne metterebbe a rischio la stabilità e poi a mettergli paura minacciando di bloccare ogni cosa con un processo infinito. La tattica porta buoni risultati e l’offerta di patteggiamento è sul tavolo ma Harvey, nella sua irrequietezza, sente di non potersi accontentare. Vuole vincere a tutti i costi e quindi si gioca il tutto per tutto ad un piccolo tavolino da poker approntato nell’archivio dello studio. Mossa folle o calcolata? La sicurezza di Harvey, lo sappiamo, sfiora spesso l’avventatezza ma anche questa volta il nostro avvocato ha la meglio sul suo avversario. Per lui il suo non è stato un azzardo ma un semplice calcolo basato sul suo saper leggere alla perfezione le persone che gli stanno davanti. Sarà vero? Il dubbio che i suoi guai al lavoro lo abbiano fatto agire avventatamente restano.

Come al solito l’episodio lascia spazio anche agli altri personaggi: ad un insolita alleanza tra Rachel e Louis che si trovano ad affrontare insieme un caso legato al mondo del loro tanto amato balletto e a Jessica che deve vedersela con le ripicche di una vecchia compagna a cui aveva fatto un brutto tiro ai tempi della scuola.

E’ proprio l’alleanza tra Rachel e Louis a fornire lo spunto per la burrascosa fine dell’episodio. Andando a trovare Rachel nel suo studio, Mike trova il registratore di Louis e non sa resistere alla tentazione di ascoltarne le registrazioni, trovando ovviamente la conversazione tra lui e Harvey che Louis aveva registrato a loro insaputa. Mike ne informa istantaneamente Harvey il quale, già di pessimo umore, marcia come un treno dal collega e gliene canta quattro per aver fatto la spia ad Hardman. Questo è lo scontro più duro tra i due a cui abbiamo assistito e ci lascia un po’ con l’amaro in bocca. Per ora Louis ha sempre dimostrato di essere un ottimo avvocato, forse un po’ bizzarro e non sempre corretto, ma risulta un po’ assurdo che Harvey e Jessica abbiano continuato a tenerlo allo scuro così a lungo quando forse avrebbero potuto trovare in lui un buon alleato contro Hardman. Devo dire che ho provato abbastanza pena per lui, considerato anche la parte di torto di Harvey e Mike in questa vicenda. La frattura tra loro continuerà ad allargarsi? E questo non rischierà di far avvicinare Louis ancora di più ad Hardman? Lo scopriremo prestissimo.

Episodio non bello quanto quello precedente ma comunque molto solido.  I casi, come spesso accade in Suits, finiscono a far da contorno alle vicende dei personaggi ma la cosa non mi disturba. Credo che questo episodio abbia solo preparato le basi per la tempesta in arrivo. Non manca molto al processo contro Harvey e il coinvolgimento di Donna nelle vicende non potrà tenerla a lungo lontano dai nostri schermi! Evviva! #savedonna

Comments
To Top