fbpx
Recensioni

Smash: Recensione dell’episodio 2.02 – The Fallout

In questo inizio di stagione, la produzione di Bombshell sembra essersi arenata definitivamente, e con essa anche le vicende personali del suo cast.

Eileen trascorre il suo tempo tra agenti federali e contabili, mentre il resto della squadra affonda nella depressione: Julia non esce dal letto da settimane, Ivy si interroga sul suo futuro professionale e se sia meglio smettere per dedicarsi a qualcos’altro in cui avere più successo, Karen rincorre Jimmy e il suo amico per aiutare loro (e se stessa) a sfondare a Broadway, ma il barman non vuole collaborare perché intende farcela da solo, Tom cerca di arginare le illazioni che piovono dalla stampa su una sua “separazione” da Julia, mentendo all’amica pur di farla reagire.

smash_202-01Comunque le cose non vanno (mai) come ci si aspetta e per ognuno dei nostri protagonisti le situazioni cambiano: Ivy, pronta a mollare, riceve un inaspettato (quanto fulmineo) aiuto morale da parte di un ubriaco Derek che le riconosce un eccellente talento (pur avendola scaricata e licenziata poco tempo prima per far piacere alla sua “musa”), Karen ottiene il consenso di Jimmy, spinto a cedere dalle pressioni dell’amico Kyle, Eileen viene gentilmente invitata ad abbandonare il gala dell’American Theatre Wing, non prima però di essere riuscita a far esibire la bionda Marilyn sul palco per mostrare ai presenti che non intende arrendersi!

I lavori possono riprendere, ma ad un prezzo: il finanziamento dell’intero spettacolo da parte di Jerry, che così ottiene la sua rivincita.smash_202-02

Il piccolo stop alla lavorazione del musical, di questi primi due episodi, sembra essere stato superato, per fortuna, così, magari, già dalla prossima settimana potremo ritornare a sbirciare da dietro le quinte tutte le fasi tecniche che ne accompagnano la realizzazione!

Dialogo da segnalare: quello tra Ivy e Julia. Nelle loro parole non c’è solo una verità sul mondo dello spettacolo, ma una verità che riguarda tutti. L’interrogativo dell’attrice (“Non so cosa fare”), con tutto quello che ne deriva (fare provini che prima mai avrebbe preso in considerazione) è lo specchio della moderna situazione lavorativa. E’ un “affare crudele” (quello del mondo dello spettacolo, ma non solo…) le risponde la paroliera, ma nel momento in cui si vuole gettare la spugna bisogna resistere, perché non si può abbandonare ciò che si ama!

Bravi, come sempre, Debra Messing nella duplice veste di donna travolta dalla crisi matrimoniale e di professionista pronta a superare le difficoltà per ridare all’amico Tom la partner di una volta, così come Jack Devenport che sembra (finalmente) aver preso coscienza di quanta influenza ha un regista importante come lui e di come tuttavia non abbia esercitato la posizione di potere, che da quel ruolo discende, con rispetto. Speriamo che, almeno questa volta, abbia imparato la lezione.

Comments
To Top